Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

classificazione di comuni e località di residenza dei richiedenti la borsa di studio regionale in base alla raggiungibilità della sede universitaria

 

La residenza determina gli status di studente in sede, fuori sede e pendolare in relazione alla distanza e ai tempi di percorrenza rispetto alla sede centrale dell’Università Iuav di Venezia.

 

Il sistema di erogazione delle borse di studio prevede che gli importi delle stesse ed eventuali altre agevolazioni (per esempio posto letto) siano legate alle categorie così definite:

 

> in sede: si intende studente in sede lo studente residente nel comune o nell’area circostante la sede del corso di studio frequentato.

 

> pendolare: si intende studente pendolare lo studente che si dichiari tale, residente in luogo che consenta il trasferimento quotidiano presso la sede del corso di studi frequentato entro distanze comprese tra i 40 e 80 km e/o tempi compresi tra i 40 e 80 minuti. Potrà essere considerato pendolare anche lo studente residente nel Comune in cui ha sede il corso di studio frequentato, in relazione a particolari distanze o tempi di percorrenza del sistema di trasporto pubblico.

 

> fuori sede: si intende studente fuori sede lo studente residente in un luogo distante dalla sede del corso frequentato e che per tale motivo prenda alloggio nei pressi di tale sede, utilizzando le strutture residenziali pubbliche o altri alloggi di privati o enti, a titolo oneroso. La condizione di studente fuori sede dovrà dimostrarsi anche mediante autocertificazione.

 

 

Tabelle di classificazione dei comuni

 

Le tabelle sono suddivise per provincia di residenza

 

> Belluno

 

> Padova

> Pordenone

> Trento

 

> Treviso

> Rovigo

> Venezia

> Verona

> Vicenza

 

 

criteri adottati per la definizione del percorso, delle distanze e dei tempi di percorrenza

 

Come punto di partenza vengono considerati, in prima approssimazione, le sedi municipali come riferimento convenzionale per l’intero territorio comunale, e successivamente i baricentri delle frazioni, dei quartieri (per le grandi città) e delle località di domicilio dello studente.

 

Si parte dal presupposto che lo studente utilizzi per gli spostamenti mezzi pubblici e che comunque il treno rappresenti il mezzo più veloce ed economico: le distanze e i tempi di percorrenza vengono quindi calcolati per le località che non hanno una stazione ferroviaria considerando un percorso misto: mezzo pubblico fino alla stazione più vicina e poi il treno.

 

Per le località che non dispongono di linee ferroviarie si considerano i tempi medi di percorrenza degli autobus di linea.

 

Per gli studenti di Venezia vengono considerati i percorsi dei mezzi pubblici via acqua.

 

Vengono considerati come punto di arrivo rispettivamente piazzale Roma, per calcolare la distanza lungo l’asse stradale, e la stazione di Venezia S. Lucia, per calcolare la distanza lungo l’asse ferroviario.

 

Viene, ancora, considerata la combinazione asse stradale - asse ferroviario per le località non provviste di stazione ferroviaria.

 

I tempi di percorrenza per la rete ferroviaria vengono calcolati sulla base degli orari ferroviari considerando le fasce orarie del mattino e della sera e i treni interregionali o regionali (non Freccie, Intercity o EuroStar); nel caso di cambi tra tratte ferroviarie diverse viene considerato un tempo medio di attesa per le coincidenza (nel caso delle fasce orarie considerate le coincidenze sono per lo più immediate).

 

I tempi di percorrenza per la tratta stradale in ambito urbano vengono definiti considerando una velocità media oraria di 20 km/h visto il realizzarsi degli spostamenti in corrispondenza delle ore di punta.