Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

European Credit Transfert and Accumulation System

 

Che cos’è l’ECTS

Il sistema europeo di accumulo e trasferimento dei crediti è un sistema incentrato sullo studente e basato sul carico di lavoro richiesto ad uno studente per raggiungere gli obiettivi di un corso di studio, obiettivi espressi in termini di risultati dell'apprendimento e di competenze da acquisire.

 

L’ ECTS è basato sulla convenzione che uno studente impegnato a tempo pieno negli studi possa dedicare 1500 ore all’anno allo studio e che 60 crediti corrispondano a questo carico di lavoro; in pratica ad ogni credito corrispondono 25 ore di lavoro.

Il carico di lavoro totale necessario per ottenere un titolo di primo livello della durata ufficiale di tre anni è quindi espresso in 180 crediti.

Il carico di lavoro si riferisce al tempo teorico nel quale si ritiene che uno studente medio possa ottenere i risultati di apprendimento richiesti e include il tempo dedicato ad assistere a lezioni e seminari, allo studio autonomo, alla preparazione ed il sostenimento di esami, alla preparazione e discussione della tesi, ecc.

Il credito è altresì un modo di quantificare i risultati dell’apprendimento. I risultati dell’apprendimento sono insiemi di competenze che esprimono cosa lo studente saprà, capirà o sarà capace di fare al termine del processo d’apprendimento.

I crediti ECTS possono essere capitalizzati solo al termine del lavoro richiesto e dopo aver

conseguito una valutazione appropriata dei proprio rendimento.

I crediti definiscono quindi la quantità di lavoro, la qualità della prestazione dello studente è documentata da un voto, in Italia espresso in trentesimi.  

 

Come si è sviluppato l'ECTS?
L'ECTS è stato introdotto nel 1989 nell'ambito del programma Erasmus, oggi parte del programma Socrates. L'ECTS è l'unico sistema di crediti che sia stato testato ed usato con successo in Europa.

L'ECTS è stato inizialmente concepito per il trasferimento dei crediti. Il sistema facilitava il riconoscimento di periodi di studio all'estero, aumentando così la qualità ed il volume della mobilità studentesca in Europa.

Negli ultimi anni l'ECTS si è evoluto in un sistema di accumulazione, da utilizzare a livello istituzionale, regionale, nazionale ed europeo. Questo è uno dei principali obiettivi della Dichiarazione di Bologna del giugno 1999.

 

Quali sono i documenti-chiave dell’ ECTS?

- la Guida dello studente (Guida ECTS), che va pubblicata in due lingue (o solamente in inglese per programmi tenuti in inglese) nel Web e/o in forma cartacea e che deve contenere tutta una serie di informazioni sui corsi di studio dell’Ateneo, inclusa l’informazione destinata agli studenti internazionali ospiti.

- il Contratto di apprendimento (Learning Agreement) contenente l’elenco di corsi da seguire concordato tra lo studente ed il docente responsabile dell’ateneo.

- Il Certificato degli esami (Transcript of Records) che documenta il profitto di uno studente riportando l’ elenco dei corsi seguiti, i crediti ottenuti nonché i voti locali e i voti ECTS attribuiti secondo la scala ECTS spiegata qui sotto.

 

ulteriori informazioni  >>