Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

borse per studenti “fuori sede”

 

Per aver diritto all'importo di borsa da studente “fuori sede” non è sufficiente risiedere in un luogo classificato da “fuori sede” (vedi le distanze e i tempi di percorrenza prescritti nel bando di concorso), bensì è necessario alloggiare a titolo oneroso nei pressi dell’ateneo oppure in uno dei comuni che l’Università Iuav considera “in sede” (vedi la classificazione dei comuniper almeno 10 mesi nell'anno accademico di godimento della borsa.

 

Tale situazione va documentata entro le scadenze che il bando di concorso pone per le borse di studio. Per l’anno accademico 2017-18 le date di scadenza sono:

29 settembre 2017 per chi è già iscritto a Iuav

20 ottobre 2017 per chi si immatricola al primo anno triennale e magistrale.

 

La documentazione va consegnata al servizio front office; si tratta di:

– copia del contratto di locazione (un regolare contratto registrato all’Agenzia delle Entrate)

– un documento di identità.

Entrambi i documenti possono essere scansionati e:

inviati via mail a front-office@iuav.it

oppure

spediti tramite servizio fax 041 257 1002

o portati direttamente allo sportello del servizio front-office.

 

Chi non rispetta le scadenze su indicate verrà considerato pendolare e avrà la possibilità di presentare copia del contratto entro la data perentoria annuale del 31 gennaio 2018.

 

Durante l’anno accademico vi è la possibilità di presentare più contratti a saturazione del periodo richiesto di dieci mesi; in ogni singolo contratto il nome e cognome dello studente dovrà sempre risultare tra i locatari.

La consegna di un contratto di locazione di durata inferiore ai dieci mesi determina in graduatoria lo status di pendolare fino alla consegna di un contratto a completamento dei dieci mesi richiesti, dopo il quale sarà modificato lo status a fuori sede con eventuale conguaglio dell’importo di borsa.

Il contratto integrativo dovrà essere consegnato direttamente al servizio diritto allo studio presso la sede di Campo della Lana, Santa Croce 601.

 

Lo studente che partecipa a scambi internazionali viene considerato fuori sede per il periodo estero. Va da se che se lo studente è originariamente, per esempio, un pendolare, dovrà stipulare un contratto Erasmus per dieci mesi di scambio internazionale e non meno, per essere considerato fuori sede ai fini del calcolo dell’importo della borsa di studio. Solo per chi può vantare uno status di fuori sede (propria residenza classificata come tale nelle tabelle su indicate) il contratto Erasmus può essere inferiore ai dieci mesi ma sarà necessario colmare i rimanenti (a saturazione dei dieci mesi) con un contratto di locazione nei pressi dell’ateneo per il periodo italiano.

Infine si precisa che la necessità di consegnare un contratto per l’alloggio riguarda anche i contratti per l’affitto durante lo scambio internazionale, a titolo oneroso, come per quelli stipulati in Italia. Per questa tipologia di studente, per le scadenze e per le informazioni di dettaglio si contatti il servizio diritto allo studio.

 

Nessuna modifica da pendolare a fuori sede sarà apportata per i contratti consegnati dopo la scadenza del 31 gennaio 2018 o per quelli che decorrono dopo la medesima data, non potendo totalizzare i dieci mesi all’interno dell’anno accademico che termina, come noto, il 31 ottobre 2018.

Sono fatti salvi esclusivamente gli immatricolati tardivi, cioè coloro che si immatricolano dopo il 15 dicembre 2017.