Consorzio BYTE

Consorzio BYTE

ENGLISH>>

 

Il Consorzio BYTE (Boost Your Talent in Europe - Mobility Consortium: 2017-1-IT02-KA108-035780) è nato come consolidamento, ed evoluzione di precedenti esperienze di consorzi di tirocinio coordinati dall'Università Iuav di Venezia che con gli anni hanno permesso ad un numero di studenti e neolaureati in costante crescita di svolgere un tirocinio nel quadro del programma Erasmus+.

 

partnership

BYTE è composto da 12 membri che si connotano per una solida esperienza nello sviluppo di politiche di internazionalizzazione con riguardo al settore del placement. Si conferma il ruolo di capofila del progetto per l'Università Iuav di Venezia, nonchè la presenza in veste di partner mittenti dell'Università Ca' Foscari di Venezia, dell'Università degli Studi di Trento, dell'Università degli Studi di Sassari, del Politecnico di Bari, dell'Accademia di Belle Arti di Venezia, della Libera Università di Bolzano e dell'Università degli Studi di Verona, dell’Università degli Studi di Bergamo. BYTE comprende inoltre organizzazioni intermedie quali Eurosportello Veneto, Eurocultura ed ESU, già coinvolte in maniera fattiva nelle attività di preparazione pedagogica dei beneficiari e di dissemination realizzate durante l’intero arco di vita del Consorzio REACT.

 

obiettivi

L’obiettivo principale del Consorzio BYTE consiste nell’acquisizione, da parte dei beneficiari, di un bagaglio culturale e formativo spendibile nel mercato del lavoro, maturato grazie ad esperienze di tirocinio internazionale. Al centro viene infatti posta la figura dello studente/neolaureato e la necessità di acquisire la capacità di calare nella realtà le nozioni accademiche; di iniziare ad acquisire la capacità di organizzazione autonomamente il lavoro, anche all’interno di un team; sviluppare una serie di competenze sociali, linguistiche e trasversali che solo un ambiente multiculturale riesce a garantire.

I partecipanti sono supportati durante tutte le fasi del tirocinio. Prima dell’inizio del periodo di mobilità vengono offerti loro servizi di diversa natura: da un lato si garantisce un’adeguata preparazione linguistica, anche grazie alla piattaforma OLS e alle implementazioni che la stanno coinvolgendo; dall’altro si dà corso ad attività dirette a garantire, anche in concerto con i diversi tutor accademici e ai referenti delle aziende che da anni collaborano con i sending partners, la stesura di un progetto formativo in linea con le aspirazioni personali di ciascun beneficiario e il loro background accademico. Dopo l’inizio del tirocinio, vengono attivate, come di consueto, delle procedure di monitoraggio volte a valutare la pertinenza tra le attività svolte dal beneficiario, il progetto formativo, nonché la capacità di raggiungimento di competenze trasversali.

 

finalità

Quanto agli impatti, i beneficiari hanno la possibilità di acquisire nuovi metodi di lavoro, la dimestichezza nell’utilizzo di procedure gestionali innovative, una capacità di gestire il lavoro in modo autonomo, una conoscenza linguistica settoriale, nonché una maggior predisposizione verso la capacità di lavorare in ambienti multiculturali. L’insieme di queste competenze, difficilmente acquisibili tramite un percorso di apprendimento formale, rendono i partecipanti sicuramente più competitivi sul mercato nazionale ed europeo.

Inoltre, l’insieme delle attività rivolte ai partecipanti ha riflessi positivi sulla gestione dei tirocini di respiro internazionale per i partner mittenti. BYTE perché si realizzano nuove sinergie e lo scambio di best practice riguardanti l’intera gamma dei servizi che ogni Istituto di istruzione superiore offre ai propri studenti/neolaureati per agevolarne l’ingresso nel mondo del lavoro.

Anche il tessuto economico locale trae dei benefici. I partecipanti ai programmi di tirocinio estero, una volta rientrati, rappresentano forza lavoro con una solida preparazione accademica, una predisposizione ad accettare le sfide, una spiccata propensione al problem solving e una solida conoscenza di una lingua straniera. Più in generale, l’intera società civile beneficia di un miglioramento delle competenze dei più giovani che implica una prospettiva di crescita anche dal punto di vista della coesione sociale, e più nello specifico una capacità di interagire positivamente con gli stimoli legati al mondo dell’innovazione tecnologica.

Dal punto di vista internazionale, gli enti ospitanti hanno a disposizione un’ottima vetrina per confrontarsi con giovani motivati e proattivi, a cui trasmettere know-how.

 

progetti conclusi

Con il progetto 2017-1-IT02-KA103-035788 nell’a.a. 2017/18 in 104 hanno potuto usufruire di un’opportunità di tirocinio Erasmus

 

Con il progetto 2018-1-IT02-KA103-047221 nell’a.a. 2018/19 in 146 hanno potuto usufruire di un’opportunità di tirocinio Erasmus

 

 

 

Vademecum>>