rapporto di lavoro

Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

essere in servizio: mobilità interna

 

L’Università Iuav di Venezia prevede, con apposito “Regolamento per la mobilità interna, di comparto e intercomparto del personale tecnico e amministrativo” (Decreto rettorale 12.01.2004, n. 178, disponibile a lato), tre diverse modalità per il trasferimento di personale da una struttura a un’altra dell’Ateneo:

 

> mobilità ordinaria (Regolamento, art. 4)

la direzione amministrativa, informate la RSU di Ateneo e le OO.SS., pubblicizza con appositi avvisi di mobilità i posti che intende ricoprire con procedimenti di mobilità interna.

Per ciascun posto vengono indicati:

– struttura

– ruolo organizzativo

– categoria professionale e area

– competenze professionali (esperienza lavorativa, capacità professionali)

– titoli culturali e professionali

– modalità di presentazione delle domande.

Ciascun avviso di mobilità indica il punteggio attribuibile alle competenze professionali, ai titoli culturali e professionali, nonché all’anzianità di servizio maturata.

Le domande di mobilità devono essere presentate alla direzione amministrativa, secondo le modalità previste dall’avviso, e devono contenere le indicazioni necessarie ai fini della loro valutazione. Le domande devono essere inoltrate, per conoscenza, al responsabile della struttura di afferenza.

 

> mobilità straordinaria (Regolamento, art. 6)

in caso di motivate e documentate esigenze di salute o familiari, o legate a incompatibilità ambientali, i dipendenti possono chiedere il trasferimento dalla propria struttura di afferenza, anche in assenza di avvisi di mobilità.

Le domande di trasferimento devono essere inoltrate alla direzione amministrativa.

La direzione amministrativa, previa valutazione delle esigenze rappresentate, nel rispetto delle esigenze organizzative e delle competenze professionali possedute dall’interessato, sentito il responsabile della struttura, si riserva di adire alla richiesta.

 

> mobilità d’ufficio (Regolamento, art. 7)

la direzione amministrativa, informate la RSU di Ateneo e le OO.SS., sentito l’interessato e nel rispetto delle competenze professionali possedute, si riserva di procedere a mobilità d’ufficio nei seguenti casi:

– qualora non pervenga alcuna domanda relativa ai posti in mobilità ordinaria, ovvero i curricula pervenuti non corrispondano ai requisiti richiesti dall’avviso

– per motivate esigenze organizzative, urgenti e straordinarie, per la durata massima di mesi 6 non prorogabili

– per il conferimento di incarichi ad interim, della durata massima di mesi 3 non prorogabili.

La mobilità d’ufficio è, altresì, consentita, sentito l’interessato, anche nel caso di soppressione di una struttura.

In questo caso il dipendente sarà collocato nella struttura a cui sono stati assegnati i procedimenti di competenza.

Il medesimo dipendente ha, altresì, diritto di precedenza nella scelta dei posti messi in mobilità.

 

(stralcio dal “Regolamento per la mobilità interna, di comparto e intercomparto del personale tecnico e amministrativo”)

 

 

contatti

area finanza e risorse umane

concorsi e carriere personale tecnico e amministrativo

personale.amministrativo@iuav.it

 

 

 

Avviso mobilità interna 5-17 >>

Avviso mobilità interna 4-17 >>

Avviso mobilità interna 3-17 >>

Avviso mobilità interna 2-17 >>

Avviso mobilità interna 1-17 >>