rapporto di lavoro

Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

 

cessare dal servizio:  il computo

 

il computo

(ai sensi art.11 del DPR 1092/73)

Il “computo” consiste nel riconoscimento e nella valorizzazione, ai fini del diritto e della misura della pensione, di periodi di lavoro resi presso le amministrazioni dello Stato o altri Enti pubblici, la cui contribuzione è stata accreditata in precedenza all’INPS.

 

Il riconoscimento avviene sempre mediante esibizione di apposita istanza, debitamente corredata da idonea certificazione atta a comprovare la veridicità di quanto dichiarato.

La computabilità dei servizi resi allo Stato, con iscrizione all’INPS, è completamente gratuita e comporta il trasferimento dei versamenti dall’INPS alle Casse dello Stato, purché gli stessi non abbiano concorso a determinare una prestazione pensionistica presso l’AGO (Assicurazione Generale Obbligatoria).

 

Nel caso in cui i servizi prestati non siano stati integralmente assicurati, l’interessato potrà valorizzare la parte mancante mediante riscatto e procedendo al versamento dell’onere contributivo allo Stato.

Il contributo di riscatto potrà essere versato in unica soluzione o ratealmente. In quest’ultimo caso verrà effettuata trattenuta mensile sulla retribuzione dell’interessato.

In caso di contributo elevato, si potrà procedere alla rinuncia dei periodi richiesti in precedenza a riscatto e valorizzare unicamente quelli coperti da contribuzione.

La decisione, in ogni caso, decorrerà dal momento della notifica del provvedimento formale da parte dell’INPS.

 

il computo

(ai sensi art. 12 del DPR 1092/73)

Tale fattispecie prevede la computabilità di servizi e periodi resi presso gli Enti Pubblici, sempre con assoggettamento contributivo presso l’INPS.

La valorizzazione dei versamenti si ottiene con le stesse modalità di cui sopra.

 

il computo

(ai sensi art. 15 del DPR 1092/73)

Tale fattispecie riguarda quei servizi e periodi che hanno costituito titolo per l’inquadramento nelle Amministrazioni dello Stato, indipendentemente dalla tipologia degli stessi.

La valorizzazione prevede lo stesso iter di cui sopra.

 

invio telematico della domanda all’inps

La domanda di computo, ai sensi e per gli effetti degli articoli di cui sopra, dovrà essere inviata, esclusivamente per via telematica, alla competente Sede Provinciale INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI, secondo le seguenti opzioni:

> direttamente dall’iscritto attraverso il Servizio WEB

> alternativamente tramite un Patronato

 

Nel primo caso l’interessato dovrà munirsi preventivamente del PIN (Personal Identification Number), ovvero del codice identificativo personale.

Richiesta online del codice PIN v. link: https://serviziweb2.inps.it/RichiestaPin/jsp/menu.jsp

Servizio Gestione Dipendenti Pubblici link: https://www.inps.it/portale/default.aspx?sID=%3b0%3b10186%3b10906%3b&lastMenu=10906&iMenu=1&p4=2

Cliccare: Servizi per iscritti e pensionati – accesso con PIN

Inserire, nell’apposita schermata il codice fiscale e il codice PIN che, per l’inoltro delle domande, dovrà essere necessariamente dispositivo

 

 

contatti

area finanza e risorse umane

divisione risorse umane e organizzazione

servizio concorsi e carriere personale tecnico e amministrativo e previdenza

Tel 041 257 1755 – 041 257 1847

previdenza@iuav.it