Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

affiliazioni

 

L’Ateneo ha aderito ad alcune iniziative in ambito nazionale ed internazionale per garantire disponibilità, sicurezza e velocità di accesso dei servizi di connettività:

Eduroam (Education Roaming),

Federazione Idem (IDEntity Management per l'accesso federato),

Venice Connected,

 

Inoltre ha aderito ad associazioni nazionali ed internazionali per la diffusione e l’accesso dell’informazione scientifica di riferimento.

 

Urbandata,

Urbadoc,

Archinet,

Open Access, dichiarazione di Berlino.

 

 

eduroam

 

eduroam_logo_trans.gifL'Università Iuav di Venezia aderisce al sistema di autenticazione distribuito Eduroam basato sui protocolli RADIUS e 802.1x, che permette il roaming WiFi interuniversitario a tutti i membri delle istituzioni aderenti al progetto.

Tutti gli utenti dell'Ateneo dotati di un certificato valido per l'accesso alla rete WiFi dell’università hanno accesso, con stesso certificato e modalità, anche alle reti delle istituzioni italiane ed estere che partecipano al progetto Eduroam.

Reciprocamente, tutti gli utenti provenienti da altre Università facenti parte del progetto sono automaticamente abilitati all'utilizzo della rete wireless dell’Università Iuav con le proprie credenziali.

Unico requisito tecnico per l'accesso alla rete eduroam è che il proprio computer sia in grado di supportare l'autenticazione 802.1X con crittografia WPA2 / AES.

L'Ateneo e gli Utenti Eduroam aderiscono inoltre al Regolamento della Federazione Italiana Eduroam.

La rete WiFI alla quale accedere per usufruire del servizio Eduroam ha SSID “eduroam”; i servizi autorizzati agli utenti, in accordo con il Regolamento della Federazione Italiana Eduroam sono i seguenti:

IPSec VPN: protocolli IP 50 (ESP) e 51 (AH) in entrata e in uscita e UDP/500 (IKE);

OpenVPN: UDP/1194;

IPv6 Tunnel Broker service: protocollo IP 41 in entrata e in uscita;

IPsec NAT-Traversal: UDP/4500;

Cisco IPSec VPN over TCP: TCP/10000 in uscita;

PPTP VPN: protocollo IP 47 (GRE) in entrata e in uscita e TCP/1723 in uscita;

SSH: TCP/22 in uscita;

HTTP e HTTPS: TCP/80 e TCP/443 in uscita;

IMAP4 e IMAPS: TCP/143 e TCP/993 in uscita;

IMAP3: TCP/220 in uscita;

POP3 e POP3S: TCP/110 e TCP/995 in uscita;

(S)FTP passivo: TCP/21 in uscita;

SMTPS: TCP/465 in uscita;

SMTP submission via STARTTLS: TCP/587 in uscita;

RDP: TCP/3389 in uscita.

Per maggiori informazioni relative alla rete Eduroam e alla sua copertura internazionale si rimanda al sito Eduroam.

 

Nella sezione “materiali” di questa pagina si trovano le istruzioni per configurare alcuni dei più diffusi sistemi operativi.

Attenzione: nella documentazione si fa riferimento al precedente certificato “AddTrust External CA Root”.

Il certificato è cambiato ed è ora “DigiCert Assured ID Root CA”; tuttavia alcuni dispositivi non aggiornati ne sono sprovvisti, in tal caso si consiglia di scaricarlo dalla sezione materiali e di installarlo.

 

 

 

 

servizio di autenticazione federata IDEM

 

L'Università Iuav di Venezia partecipa alla Federazione Idem (IDEntity Management per l'accesso federato).

IDEM è la prima federazione italiana di Infrastrutture di Autenticazione e Autorizzazione (AAI) che coinvolge gli enti della comunità scientifica ed accademica e i fornitori di servizi. Gli utenti possono accedere più facilmente alle risorse in rete messe a disposizione da organizzazioni diverse utilizzando unicamente il proprio account istituzionale.

La partecipazione del nostro Ateneo alla Federazione offre i seguenti vantaggi:

 

-           per gli utenti finali: riduzione del numero delle password da ricordare e da digitare, semplificazione dell'accesso alle risorse on line indipendentemente dal luogo in cui ci si trova;

-           per gli enti che vi partecipano: la riduzione dei costi per la gestione delle utenze e per la realizzazione di nuovi servizi, un maggiore controllo dei processi di autenticazione e autorizzazione;

-           per i fornitori di servizi: la riduzione del carico amministrativo per la gestione di identità e credenziali, la possibilità di estendere il proprio bacino di utenze.

 

Attraverso un approccio tradizionale, l'accesso ad una risorsa richiederebbe un accreditamento dell'utente presso tutti i fornitori di servizio ai quali esso accede, con tutti gli svantaggi che derivano dal dover familiarizzare con differenti procedure di autenticazione, ricordarsi diverse password, ecc.

Attraverso l'SSO (Single Sign On) federato di IDEM invece, l'utente Iuav può accedere ai diversi servizi, erogati anche da altri enti, digitando le proprie credenziali unicamente all'interno del sistema di autenticazione dell'Ateneo, che si farà garante dell'identità digitale dell'utente e divulgherà unicamente le informazioni necessarie per un corretto utilizzo della risorsa.

Il nostro Ateneo, a fronte di ogni richiesta di accesso alle risorse della federazione, rilascerà all'ente o al fornitore che gestisce il servizio specifico le seguenti informazioni:

 

-           identificativo anonimo, persistente, non riassegnabile, dell'utente (una stringa generata automaticamente dal sistema che non contiene informazioni dell'utente);

-           tipologia di affiliazione dell'utente presso l'organizzazione di appartenenza (ad esempio Student, Member, Staff, Affiliate, Alumn, ecc.);

-           eventualmente anche dati personali, se richiesti dalle risorse (consultare l'elenco dettagliato).

 

Nell'ambito della Federazione IDEM, il Consorzio GARR agisce da coordinatore, fornendo l'infrastruttura centrale e i servizi IDEM GARR AAI.

 

Per ulteriori informazioni riguardo alla federazione scrivere a idem @ iuav.it. Per informazioni riguardanti il rilascio delle credenziali e relative problematiche scrivere a servizi.informatici @ iuav.it

 

 

Venice Connected

 

HomeLe università IUAV e Ca' Foscari e il Comune di Venezia hanno stipulato una convenzione per l’interconnessione delle rispettive infrastrutture di rete. Tutta la comunità universitaria (studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo) potrà accedere alla rete Wi-Fi della città utilizzando direttamente le credenziali della propria università e, viceversa, gli utenti della rete Venice Connected potranno connettersi con le proprie credenziali alle reti Wi-Fi dei due atenei. Sempre più connessi quindi, grazie agli oltre 215 hot spot di rete WI-FI situati nel centro storico e terraferma in aree pubbliche o aperte al pubblico resi disponibili dal Comune. Questo consentirà una maggiore diffusione dell’accesso ai punti Wi-fi gratuiti presenti in città agevolando l’uso della connessione internet per le proprie esigenze di studio o di lavoro.

 

La collaborazione prevede inoltre un ulteriore opportunità per gli studenti e i dipendenti di Iuav e Ca’ Foscari: accedere facilmente e velocemente, con le proprie credenziali d’ateneo, ai punti di rete WI-FI aderenti al Free Italia WI-FI, il progetto che già unisce Provincia di Roma, Regione Autonoma della Sardegna e Comune di Venezia e rivolto alle pubbliche amministrazioni per la realizzazione della prima rete federata nazionale di accesso gratuito ad Internet senza fili.

 

 

Urbandata

 

urbandata.orgL’Università Iuav di Venezia, tramite l’Associzione Archinet partecipa  all’Associazione Europea per la ricerca e l'informazione urbana Urbandata.

 

L'Associazione Urbandata è un consorzio fra produttori di informazioni sull'"abitare" nella Comunità Europea. Mira a favorire lo scambio internazionale e la diffusione delle informazioni sulle novità urbane, nonché sviluppare nuovi prodotti e servizi che aiutino questi processi.

 

Urbandata  è stata costituita come associazione di diritto Francese. I suoi membri sono:

 

ES - Spagna: Centro de Información y Documentación Cientifica

DE - Germania: Deutsches Institut für Urbanistik

EN - Gran Bretagna: Greater London Authority, Information Services

FR - Francia: Association Urbamet

IT - Italia: Archinet (Associazione per l'informazione di settore)

HU - Hungaria: VATI Magyar regionális Fejlesztési és Urbanisztikai Közhasznú Társaság / Hungarian Public Nonprofit Company for Regional Development and Town Planning

RO - Romania: Centrul de Documentare pentru Constructii, Arhitectura, Urbanism si Amenajarea Teritoriului (CDCAS)

 

Urbandata  pubblica il sito di basi di dati URBADOC (periodicità trimestrale) che contiene oltre 1.000.000 referenze bibliografiche sulla ricerca, la politica e la pratica urbana e sociale negli stati dei suoi membri e più in generare a livello internazionale.

 

Altri progetti programmati concernono un migliore accesso ai documenti originali, scambi e cooperazioni sulla ricerca.

 

URBANDATA intende di espandere il numero dei propri associati e la sua copertura, dando il benvenuto a competenti organizzazioni da altri stati Europei.

 

 

Urbadoc

 

Urbadoc è un database che comprende più di 1.000.000 riferimenti bibliografici in materia di pianificazione urbana, habitat, politiche urbane e regionali. E’ realizzato da un gruppo di produttori europei di basi di dati, allo scopo di promuovere la diffusione e lo scambio di informazioni in materia di urbanistica e discipline correlate.

 

Urbadoc è stato realizzato da:

 

-           Archinet, associazione per l’informazione sull’architettura (IUAV, CNBA, QUASCO) (Italia)

-           Associazione Urbamet (IAURIF, DGUHC-CDU del  Ministère de l'Equipement, INIST) (Francia)

-           Centro de Información y Documentación Cientifica (Spagna)

-           Deutsches Institut für Urbanistik (Germania)

-           Greater London Authority, Information Services (Regno Unito)

Nuovi produttori di basi di dati inizieranno a collaborare con quelli già operativi per rafforzare l’offerta di informazione.

 

Le basi di dati sono :

 

-           Acompline and Urbaline, prodotti dalla Information Services del Greater London Authority (Regno Unito)

-           Docet, Bibliodata, Urbanistica, prodotti da Archinet (Italia)

-           Orlis, prodotte dal Deutsche Institut für Urbanistik (Germania)

-           Urbamet, prodotta dall’Associazione Urbamet (Francia)

-           Urbaterr, prodotta dal Centro de Información y Documentación Científica (Spagna)

 

Ogni base di dati può essere interrogata singolarmente, inoltre è possibile interrogare tutte le basi di dati in forma cumulativa. In Urbadoc le basi di dati sono aggiornate 4 volte l’anno.

 

 

Archinet

 

L’Università Iuav di Venezia è socio fondatore dell’associazione Archinet il cui fine è "...la produzione e la diffusione dell'informazione sui temi dell'architettura, del design, dell'urbanistica, della pianificazione territoriale, dell'ambiente, delle costruzioni e delle discipline a essi correlate, in qualunque forma, anche attraverso la commercializzazione di prodotti e servizi che varranno a coprire parti dei costi dell'Associazione; la relazione con istituzioni nazionali, europee e internazionali per lo sviluppo dei suoi progetti; qualunque altra attività coerente con quanto sopra.." (dall'art. 3 dello Statuto).

 

Archinet realizza la più ampia e completa banca dati italiana di spogli di articoli di periodici di architettura e urbanistica in commercio: Urbadoc.

 

Per maggiori informazioni, vai alla sezione URBADOC.

Sono disponibili in forma promozionale e gratuita gli spogli relativi agli ultimi tre mesi delle basi di dati, anche in modo tempestivo e personalizzato grazie ai feed RSS (Really Simple Syndication).

 

Per maggiori informazioni, per accedere agli aggiornamenti o per sottoscrivere il servizio, vai alla sezione aggiornamenti.

 

 

Open Access

 

L’Università Iuav di Venezia ha aderito alla Dichiarazione di Berlino del movimento Open Access.

 

Il repository istituzionale dello Iuav è D-Library.

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagina aggiornata il 28/10/2016