Attivitą Didattica svolta nel 2014

 

 

Attivitą Didattica svolta nel 2014

Servizio di supporto alla didattica che prevede un’analisi dettagliata sul funzionamento dei sistemi e delle attrezzature di prova, sui procedimenti di taratura, sulle specifiche metodologie da adottare, sui modelli di comportamento dei materiali, sul trattamento/interpretazione dei dati con riferimento alla statistica e al supporto della normativa di riferimento e costituisce una fase di controllo e di verifica delle relative acquisizioni teoriche.

·       Supporto per la tesi di dottorato “Incidenza degli annessi sulle forme modali nelle chiese storiche” della dott.ssa Alessandra Dal Cin. Universitą degli studi di Brescia. Dottorato di ricerca in "Recupero di edifici storici e contemporanei" - ciclo XXVI.

·       Supporto per la tesi di laurea "Progettazione strutturale di due studenti universitari, il caso del Municipio di Mirandola". Laureandi: Michela Bonariol e Davide Fiorotto.

·       Supporto per la tesi di laurea "Identificazione strutturale del Ponte di Rialto". Laureanda: Margherita Zanet.

·       Supporto per la tesi di laurea "Progettazione di moduli abitativi realizzati con tecnologia innovativa". Laureando: Riccardo Destro.

·       Supporto per le attivitą di tirocinio degli studenti Chiara Zaccaria, Alessandro Baccichetto, Federico Campani, Elena Contarin, Antonio Lamarina, Rocco Strati.

 

·       Lezioni teorico/pratiche per il corso “Laboratorio sperimentale” in collaborazione con il laboratorio di Fisica Tecnica. (Prof. Russo).

 

·       Lezioni teorico/pratiche rivolte agli studenti iscritti ai corsi di laurea triennale e specialistica nel nostro Ateneo. In alcuni casi gli studenti vengono seguiti anche durante gli esami pratici.  I docenti coinvolti sono: il prof. Russo, il prof. Meroi, la prof.ssa Mazzarella, la prof. ssa Giani Esther, l’Arch. Boscato Giosuč, pił alcuni docenti delle scuole superiori, in particolare degli istituti tecnici per geometri per un numero complessivo di oltre 250 studenti.

Durante le lezioni teorico/pratiche viene svolto il seguente programma:

Calcestruzzo secondo UNI EN 12390:

Caratteristiche meccaniche del calcestruzzo fresco, indurito e autocompattante (SCC).

Prove di slamp sul calcestruzzo fresco e autocompattante;

Prove di resistenza alla compressione su cubetti in cls;

Prove di trazione indiretta (brasiliana) su provini di forma cilindrica;

Prove sclerometriche su pilastri.

Malta cementizia secondo norme di riferimento:

Caratteristiche meccaniche delle varie tipologie di malta cementizia.

Prove di resistenza alla compressione su cubetti;

Prove di flessione su prismi;

Prove di resistenza alla compressione sui due monconi ottenuti dalla prova di flessione.

Laterizi secondo norme di riferimento:

Caratteristiche meccaniche dei vari tipi di laterizi utilizzati in edilizia.

Prove di resistenza alla compressione su cubetti ottenuti da mattoni pieni.

Prove di resistenza alla compressione su bimattoni forati;

Prove di punzonamento su pignatte;

Prove con i martinetti piatti.

Acciaio secondo UNI EN ISO 15630:

Caratteristiche meccaniche dell’acciaio per Cemento armato normale, precompresso e da costruzione.

Prove di resistenza alla trazione su campioni in acciaio per cemento armato normale;

Prove di piega e raddrizzamento su campioni in acciaio per cemento armato normale;

Prove cicliche (fatica) su trefoli;

Prove di resilienza su provette Charpy (acciaio da costruzione).

Prove speciali

Vengono illustrate alcune tipologie di prove speciali:

Prova di punzonamento su pannelli di reti paramassi e paraneve;

Prove pseudo-dinamiche su provini in scala; nodi trave-colonna GFRP (Glass Fiber Reinforced Polymers)

Prove su campioni strumentati.

Sensori e strumenti di misura

Vengono illustrati i principali sensori e strumenti di misura a supporto delle prove sopradescritte:

Trasduttori di spostamento a filo, Tastatori, Inclinometri, accelerometri, celle di carico, estensimetri elettrici (strain gauges).

Prove non-distruttive

Georadar

Caratteristiche tecniche, composizione e campo di utilizzo del georadar.

Viene tracciato un profilo su una parete, poi si procede a filtrare il radargramma attraverso il software di gestione Radan 7, fino ad arrivare all’interpretazione reale dei dati.

Microsismiche

Caratteristiche tecniche, composizione e campo di utilizzo delle prove microsismiche

Prove microsismiche che attraverso la mappatura delle velocitą di trasmissione dell'onda acustica permettono di fare delle valutazioni qualitative.

Identificazione dinamica

Caratteristiche tecniche, composizione e campo di utilizzo delle prove dinamiche

Prove per l'identificazione dei parametri dinamici per mezzo di eccitazione indotta da martello strumentato e da vibrazione ambientale.

Prove micro-distruttive

Caratteristiche tecniche, composizione e campo di utilizzo delle prove micro-distruttive, quali martinetti piatti e di ispezione visiva per mezzo di endoscopia