Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

scuola di dottorato di ricerca Iuav anno accademico 2010/2011

 

Bando per le valutazioni comparative, per titoli ed esami, per l’ammissione alla Scuola di dottorato di ricerca Iuav 2010/11 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale IV Serie speciale Concorsi ed Esami n. 64 del 13/08/2010

 

Si raccomanda di leggerlo attentamente prima di presentare la domanda di partecipazione.

 

Composizione architettonica – 10 posti;

  criteri per la valutazione comparativa

  graduatoria dei candidati ammessi alla prova orale

  > graduatoria definitiva degli ammessi al dottorato

 

Nuove tecnologie e informazione territorio e ambiente – 6 posti;

  criteri per la valutazione comparativa

  graduatoria dei candidati ammessi alla prova orale

  > graduatoria definitiva degli ammessi al dottorato

 

Pianificazione territoriale e politiche pubbliche del territorio – 8 posti;

  criteri per la valutazione comparativa

  graduatoria dei candidati ammessi alla prova orale

  > graduatoria definitiva degli ammessi al dottorato

 

Scienze del design – 6 posti;

  criteri per la valutazione comparativa

  graduatoria dei candidati ammessi alla prova orale

> graduatoria definitiva degli ammessi al dottorato

 

– Storia dell’architettura e dell’urbanistica – 6 posti;

  criteri per la valutazione comparativa

  graduatoria dei candidati ammessi alla prova scritta

  > graduatoria definitiva degli ammessi al dottorato

 

Urbanistica – 8 posti;

  criteri per la valutazione comparativa

  graduatoria dei candidati ammessi alla prova orale

  > graduatoria definitiva degli ammessi al dottorato

 

 

A ciascun corso di dottorato possono essere ammessi in soprannumero, purché risultanti nella graduatoria di merito del singolo corso e secondo l’ordine della graduatoria stessa, fino ad un massimo di due dottorandi. Gli ammessi in soprannumero devono appartenere ad una delle seguenti categorie:

- di nazionalità estera beneficiari di borsa di studio del Ministero degli affari esteri o di altra borsa di studio a qualsiasi titolo conferita;

- titolari di assegno di ricerca senza borsa di studio a condizione che il corso a cui partecipano riguardi la stessa area scientifico disciplinare della ricerca per la quale sono destinatari dell’assegno. Il dottorando ammesso in soprannumero in qualità di titolare di assegno di ricerca è tenuto, al termine del corso, alla presentazione di una tesi di ricerca diversa dalla relazione prodotta a conclusione dell’attività derivante dall’assegno.