Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Dottorato in
Architettura, città e design

curriculum

Scienze del design

 

sede

Badoer, San Polo 2468

30125 Venezia

 

informazioni

041 257 1426/1845/1865/1886/1787

infodottorati@iuav.it

 

sito gestito dai dottorandi

www.room50.org/

 

coordinatore: Raimonda Riccini

 

durata: tre anni

posti a concorso: in corso di approvazione

 

consiglio di curriculum

professori e ricercatori dell’Università Iuav di Venezia

Monique Arnaud, Laura Badalucco, Alberto Bassi, Fiorella Bulegato, Medardo Chiapponi, Massimiliano Ciammaichella, Emanuela Fanny Bonini Lessing, Walter Le Moli, Simonetta Morini, Michele Sinico, Marco Zito

 

professori e ricercatori di altro ateneo

Carlo Vinti

 

esperti

Giovanni Anceschi, Rocco Antonucci, Paola Donati, Carlo Severi

 

dottorandi

Lucilla Calogero, Giorgio Cedolin, Mario Ciaramitaro, Sara Dotto, Andrea Facchetti, Paolo Franzo, Michele Galluzzo, Isabella Loddo, Ethel Lotto, Cecilia Luca, Saul Marcadent, Antonio Masciariello, Elisa Pasqual, Gianluca Sandrone, Francesca Toso, Giulia Vismara

 

_________________________________________________________________

PRESENTAZIONE

 

Il curriculum in Scienze del design:

- promove la comprensione delle problematiche teoriche, storiche, metodologiche e progettuali del design nelle sue molteplici prospettive;

- sviluppa l’acquisizione di autonomia individuale nella ricerca e di capacità operative in contesti di studio o progettazione collettivi;

- forma professionalità capaci di interagire con il sistema produttivo, le istituzioni e le imprese nello sviluppo di progetti innovativi e competitivi.

Attraverso l’iter di ricerca triennale il dottorando è messo in grado di riconoscere e formulare problemi propri del contesto disciplinare del design, nel confronto costante con diversi campi del sapere (psicologia, informatica, architettura, arti, scienze sociali, economia, tecnologie ecc.) e attraverso l’individuazione di tematiche preminenti nella nostra contemporaneità, riconducibili a contesti di ricerca sperimentale e applicata d’équipe.

Oltre alla riflessione critica intorno alla ridefinizione della figura e del ruolo del designer nella realtà contemporanea, si profilano opportunità di esaminare, anche mediante pratiche di action research, diverse forme di rapporto tra innovazioni tecnologiche e innovazioni nell’ambito del prodotto e della comunicazione, che tengano conto dei contesti applicativi, delle relazioni con gli utenti e dei loro significati sociali e culturali.

Infine è presente, unica in Italia, un’area umanistica, dedicata alla storia del design come elemento fondamentale di costruzione della memoria attraverso lo studio analitico del passato, e come strumento di consapevolezza critica e stimolo al dibattito contemporaneo.

 

Il curriculum in Scienze del design propone una serie di filoni di ricerca caratterizzati da un approccio sperimentale, in rapporto a contesti e tematiche reali.

Design e cultura materiale contemporanea, che si occupa di definire come il design può contribuire a riconfigurare la cultura materiale, anche con l’aiuto delle tecnologie più avanzate (nano, micro, smart).

Design della conoscenza. Configurazioni dei saperi nella comunicazione contemporanea, in cui l’attenzione si concentra sul design dell’informazione, sempre più strategico per comprendere le grandi trasformazioni in atto, determinate dalla continua evoluzione delle tecnologie digitali.

Contaminazioni di pratiche progettuali. Il Teatro fra tecnologie digitali e video, in cui si elaborano le pratiche di design finalizzate alla costruzione, e conseguente comunicazione, della messa in scena teatrale che si serve di tecnologie digitali e modalità di ripresa in video.

Storia del design, che promuove la conoscenza storica basata sulle fonti documentarie, con attenzione ai prodotti industriali e della comunicazione, al rapporto fra design, imprese e istituzioni, e agli strumenti di mediazione per la diffusione della cultura del design.

Inoltre, per quest’anno è attivata all’interno del Curriculum una borsa vincolata alla tematica

Design della moda, area di ricerca che indaga le diverse dimensioni del design della moda, specialmente nel confronto con le realtà italiane delle industrie creative, del tessile e dell'abbigliamento.

 

Il curriculum in Scienze del design rappresenta un naturale sbocco dei percorsi formativi in Design dello Iuav, ma si offre anche come attrattore dei laureati magistrali in Design italiani e stranieri, anche in ragione del limitato numero di Dottorati in Design attivi in Italia. Inoltre è l’unico in Italia a dare uno spazio rilevante agli aspetti disciplinari della storia e della critica del design e a includere una riflessione dedicata al teatro.