Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Creative Europe – Europa Creativa

 

Europa Creativa è il programma quadro dell’Unione Europea dedicato al settore culturale e creativo per il periodo 2014-2020.

 

Obiettivi generali:

- promuovere e salvaguardare la diversità linguistica e culturale europea;

- rafforzare la competitività del settore culturale e creativo per promuovere una crescita economica intelligente, sostenibile e inclusiva.

 

Obiettivi specifici:

- supportare la capacità del settore culturale e creativo europeo di operare a livello transnazionale;

- promuovere la circolazione transnazionale delle opere culturali e creative e degli operatori culturali;

- rafforzare la capacità finanziaria dei settori culturali e creativi, in particolare delle SME (piccole e medie imprese);

- supportare la cooperazione politica transnazionale al fine di favorire innovazione, policy development, audience building e nuovi modelli di business.

 

Il programma sostiene le seguenti tipologie di iniziative:

- progetti di cooperazione transnazionale tra organizzazioni culturali e creative all’interno e al di fuori dell’UE;

- Reti che aiutano i settori culturali e creativi a operare a livello transnazionale e a rafforzare la loro competitività;

- traduzione e promozione di opere letterarie attraverso i mercati dell’UE;

- Piattaforme di operatori culturali che promuovono gli artisti emergenti e che stimolano una programmazione essenzialmente europea di opere culturali e artistiche;

- sviluppo di competenze e formazione professionale per i professionisti del settore audiovisivo;

- sviluppo di opere di finzione, di animazione, di documentari creativi e di videogiochi per il cinema, i mercati televisivi e ad altre piattaforme all’interno e al di fuori dell’Europa;

- festival cinematografici che promuovono film europei;

- fondi per la co-produzione internazionale di film;

- crescita di un pubblico per promuovere la film literacy e suscitare interesse verso i film europei attraverso un’ampia varietà di eventi.

 

Europa Creativa si compone di due sottoprogrammi (Cultura e Media) e da una sezione transettoriale (fondo di garanzia per il settore culturale e creativo + data support + piloting). Il fondo di garanzia è partito nel 2016.

Le Università sono solitamente coinvolte in progetti del sottoprogramma Cultura.

 

 

sottoprogramma Cultura

 

Progetti di cooperazione europea

La call per progetti di cooperazione europea 2019 è aperta fino al 11 dicembre 2018.

Una ulteriore call è prevista per l’autunno 2019.

  

I progetti di cooperazione europea sono progetti che prendono forma insieme ad altri partner per condividere, muovere idee e artisti in Europa, co-produrre – magari insieme al pubblico, creare strategie sull’audience development e/o nuovi modelli di business culturale, migliorare le competenze degli operatori culturali, senza dimenticarsi delle nuove tecnologie. I progetti eleggibili quindi non possono finanziare attività meramente di carattere nazionale, ma devono prevedere attività di cooperazione tra almeno tre (per progetti di piccola scala) o almeno sei operatori culturali (per progetti di larga scala), orientate alle priorità della call, che per il 2019 sono:

 

a) Mobilità transnazionale di opere culturali e creative, di artisti e/o operatori culturali e creativi al fine di promuovere il dialogo interculturale, la comprensione della diversità culturale e l'inclusione sociale.

b) Audience development, ovvero sopprimere la lontananza tra le persone e la cultura: il pubblico non deve essere più concepito come uno spettatore passivo, ma come creatore di contenuti.

c) Capacity building, ovvero aiutare gli operatori culturali a sviluppare le loro competenze e internazionalizzare le loro carriere, sia per facilitare l'accesso alle opportunità professionali, che per creare le condizioni per la circolazione transnazionale di opere culturali e creative e il networking.

Per fare capacity building le linee guida della call indicano 3 modi, che vanno a costituire 3 specifiche priorità:

c1) Digitalizzazione: il digitale sta avendo un impatto enorme sulla produzione e sulla distribuzione della Cultura e offre incredibili opportunità al settore culturale e creativo. I progetti che contemplano questa priorità devono andare oltre la mera digitalizzazione dei contenuti e prevedere una strategia analitica e innovativa.

c2) Creazione di nuovi modelli di business culturale.

c3) Istruzione e formazione, ossia ampliamento di competenze culturali e/o artistiche.

d) Dialogo interculturale e integrazione sociale dei migranti e dei rifugiati al fine di promuovere la comprensione reciproca e il rispetto delle altre culture.

e) Legacy dell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018 per rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo e per promuovere il patrimonio culturale come fonte di ispirazione per la creazione contemporanea e l'innovazione.

 

 

Piattaforme europee

La terza e ultima call è scaduta il 27 aprile 2017. Non sono più previste call fino a fine del programma.

 

Network europei

La seconda e ultima call è scaduta il 25 novembre 2016. Non sono più previste call fino a fine del programma.

  

Progetti di traduzione letteraria

La call è indirizzata esclusivamente alle case editrici ed intende sostenere progetti di traduzione di opere letterarie. Sono ammissibili anche opere in formato digitale (e-book).

 

tutte le informazioni sul programma >>

 

 

 

contatti servizio ricerca >>