Palazo Badoer

ARTE MURARIA, SPAZIO, TETTONICA: MIES, BACARDI BUILDING, CUBA.

Martino Doimo

 

 

IN/ARCH
i lunedý dell’architettura
 
ARTE MURARIA, SPAZIO, TETTONICA:
MIES, BACARDI BUILDING, CUBA.
Elementi della costruzione/ figure della composizione
 
Presentazione del libro di Martino Doimo

Prefazione di Gianni Fabbri, Edizioni Canova
 
Intervengono:
Livio Sacchi, Franco Purini, Alessandra Muntoni,
Francesco Garofalo, Claudio D’Amato, Aldo Aymonino
 
lunedý 13 dicembre 2010, ore 20.00
ACER – via di Villa Patrizi 11, Roma

 

 

 

 

 

 

Martino Doimo, Arte muraria, spazio e tettonica. Mies, Bacardi Building a Cuba

Canova Edizioni, Treviso 2009

 

Questo studio di Martino Doimo rilegge l’opera di Mies van der Rohe in riferimento a tre piani di lettura – tettonica, spazio/rivestimento, arte muraria – definiti nel confronto con la riflessione e sperimentazione otto-novecentesca sull’architettura intesa come Baukunst, a partire in particolare dalla teoria strutturata e organica di Gottfried Semper. L'indagine condotta nel vivo dei progetti – intesi come veri e propri “testi” che esprimono e raccontano del farsi della teoria – si concentra sull'esperienza cruciale Bacardi – Neue Nationalgalerie, ricercandovi i fondamenti di un possibile "compimento" delle innovazioni tecniche della moderna costruzione: la “nuova tradizione” di un'arte del costruire appropriata al nostro tempo, che tende a delinearsi come "composizione" dei differenti elementi costruttivo/figurativi – ormai irriducibilmente autonomi e reciprocamente conflittuali - nei quali risulta originariamente frammentata e stratificata.

 

maggiori informazioni  >>