Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Architettura nel deserto

 

Workshop interfacoltà “Architettura nel deserto”, nell’ambito dell’accordo specifico fra Iuav e l’Università Ricardo Palma di Lima, Perù, promosso dal Corso di laurea in scienze dell’architettura e dal Corso di laurea magistrale in architettura dello Iuav.

 

docenti responsabili Alberto Ferlenga, Enrico Fontanari

con la collaborazione di Alice Perugini, Chiara Cavalieri

 

 

crediti formativi

 

crediti formativi: 9 (tipologia F)

Crediti formativi: 4 (tipologia D)

 

 

durata

 

19 > 30 settembre 2009

 

primo semestre 2009/2010

 

 

sede

 

Università Ricardo Palma di Lima (Perù)

 

 

requisiti di ammissione

 

Possono presentare domanda di ammissione gli studenti regolarmente iscritti per l’anno accademico 2008/2009 al terzo anno del Corso di laurea in scienze dell’architettura e Corso di laurea specialistica in architettura.

 

 

iscrizione

 

Le domande di ammissione, redatte su apposito modulo (vedi a lato in questa stessa pagina), vanno consegnate entro il 21 agosto 2009 presso la portineria della sede di campo della Lana

orari: dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17.30.

 

Le domande potranno essere spedite per posta o corriere, ma dovranno comunque pervenire entro il termine sopra indicato; non potrà fare fede la data di partenza risultante dal timbro dell’ufficio postale accettante.

 

Alla domanda di ammissione dovranno essere allegati:

– un certificato di iscrizione con esami o relativa autocertificazione

– un portfolio, rilegato e in formato A4, che riporterà il nome dello studente, la facoltà e il corso di laurea di provenienza, un breve profilo biografico (max 1000 battute), una selezione dei progetti elaborati durante il proprio percorso di formazione e presentati attraverso tre immagini significative, corredate da una breve relazione di max 2000 battute. 

 

Ai partecipanti è richiesta inoltre una buona conoscenza della lingua inglese e/o spagnola.

 

 

programma

 

19 settembre  partenza dall’Italia

 

20 > 21 settembre  accoglimento da parte del corpo accademico dell’Università Ricardo Palma e inizio del seminario introduttivo con interventi del preside della Facoltà di Arquitectura e Urbanismo prof. Oswaldo Velàsquez Hidalgo, del coordinatore del Workshop, per URP, prof. Enrique Bonilla di Tolla, di storici, di archeologi ecc.

 

22> 23 settembre  sopraluogo alle aree di progetto nel deserto di Paracas

 

24 > 27 settembre  attività progettuale presso la sede della Università Ricardo Palma seguita e coordinata, per URP, dagli architetti Fiorella Arispe e Claudia Ortigas di Taller 14, lezioni e conferenze inerenti i temi di progetto e visite nella città di Lima

 

28 > 29 settembre  vista a Cuzco e a Machu Picchu

 

30 settembre chiusura del seminario e rientro in Italia

 

<< torna all’inizio

 

modalità d’esame

 

L’esame si svolgerà entro il 27 ottobre con l’esposizione, da parte degli studenti, del lavoro di progetto e ricerca, portato avanti durante le visite in situ e le ore di attività seminariale in sede.

 

 

bibliografia di riferimento

 

M.Vargas Llosa, La città e i cani

M.Vargas Llosa, La casa verde

Inca Garcilaso de la Vega, Los Comentarios Reales de los Incas

J.E. Hardoy, Ciudades Precolombinas

Hiram Bingham, Lost City of the incas

«Arkinka» rivista di architettura

 

<< torna all’inizio

 

obiettivi

 

All’interno del sub-continente Latino Americano il Perù rappresenta un caso a parte. La sua storia, infatti, si sviluppa attraverso il susseguirsi e il sovrapporsi di importanti civiltà che hanno lasciato segni importantissimi del loro passaggio, dai Moche agli Incas, in città come Chan Chan o Cuzco o in una diffusa presenza di interventi, infrastrutturali, sacrali o legati alla pratica dell’agricoltura, che hanno fortemente segnato la geografia del paese. Tale storia ha avuto, poi, un ulteriore arricchimento dall’insediamento, a Lima, della sede del viceré spagnolo. Proprio il rapporto tra una geografia ricca e variegata e una storia diffusamente presente attraverso le sue testimonianze, in una nazione che vanta oggi uno dei tassi di sviluppo più alti del sud-America, costituisce il tema affrontato dal workshop che si svilupperà in collaborazione con l’Università Ricardo Palma.

 

Più nello specifico il tema di progetto consiste in un museo della cultura Paracas, una delle culture pre-inca, sviluppatasi tra il 750 a.C. e il 100 d.C. nella regione desertica che oggi da essa prende nome.

 

Lo stretto legame tra un territorio particolare e una cultura che in esso si insedia costituirà lo sfondo teorico dell’attività di progetto e di indagine volta soprattutto a mettere in evidenza, attraverso i progetti, come sia possibile contrapporre al degrado in cui spesso i luoghi archeologici versano o alla museificazione esasperata, una attività di progettazione diffusa che contribuisca alla comprensione di ciò che il passato ci ha consegnato ma allo stesso tempo non sottragga i luoghi oggetto dell’intervento dal rapporto fondamentale con una determinata geografia e con i suoi processi contemporanei di sviluppo. L’attività del seminario progettuale, dunque, si dovrà porre l’obiettivo, attraverso la progettazione dell’edificio museale che raccoglierà la memoria di questa civiltà, di contribuire alla conoscenza del luogo, alla conservazione delle sue testimonianze storiche e allo sviluppo economico e sociale del sito.

 

L’attività formativa, oltre che centrata sugli aspetti progettuali in rapporto anche ad una interessante cultura architettonica contemporanea espressa dai docenti peruviani, riguarderà, soprattutto la comprensione dei fenomeni complessi che definiscono il valore dei luoghi storici e dei paesaggi, la pratica di una progettualità non rivolta esclusivamente alla produzione di oggetti architettonici ma legata ad una idea dell’architettura come fondamentale elemento di valorizzazione di luoghi, l’adeguamento della cultura architettonica del proprio tempo e del proprio ambiente ai caratteri specifici espressi da ambienti e culture diverse.

 

L’esperienza sarà anche l’occasione per conoscere la città di Lima, uno dei fenomeni urbani contemporanei più interessanti e complessi e una cultura come quella degli Inca ancora fortemente intrecciata al carattere del popolo peruviano.

Se questo è lo sfondo formativo del workshop, la partecipazione congiunta di studenti appartenenti al triennio e di studenti iscritti ai bienni magistrali comporterà una differenziazione degli aspetti formativi.

Più nel dettaglio:

 

Gli studenti del Corso di laurea in scienze dell’architettura saranno indirizzati ad approfondire questioni inerenti la progettazione del piccolo edificio museale destinato a raccogliere i frutti degli scavi intrapresi dagli archeologi a partire dal 1920, con particolare attenzione al rapporto tra aspetti architettonici e strutturali e aspetti ambientali, all’uso dei materiali del luogo, alle questioni legate all’acqua e alle questioni energetiche.

 

Gli studenti del Corso di laurea magistrale in architettura saranno chiamati a esprimere soluzioni anche in ordine alla collocazione del museo nel paesaggio desertico che lo circonda, alla conservazione dei resti archeologici, al rapporto con i centri abitati vicini, con l’economia del luogo, con le tecnologie tradizionali in un’ipotesi di sviluppo turistico sostenibile dell’area basato sull’intreccio tra storia, geografia ed economie locali.

 

L’attività progettuale sarà sviluppata insieme a studenti dell’Università Ricardo Palma di Lima e diretta da docenti di quella stessa università. Sarà questo un modo, oltre che per inaugurare un rapporto tra Iuav e università peruviane, già previsto da specifici accordi, per praticare uno scambio sul terreno tra pratiche dell’architettura e dell’insegnamento e culture del progetto e della costruzione differenti, anche alla luce degli interessanti contributi espressi dalla architettura peruviana più giovane. Sarà infine un modo per misurarsi, in un contesto diverso dal proprio, su di un tema, quello del rapporto tra storia e geografia, particolarmente importante in Italia, a Venezia più che altrove.

 

L’attività di viaggio e progetto prevista in Perù sarà preparata a Venezia da seminari e lezioni introduttive e darà luogo, al ritorno dei partecipanti, a un seminario di restituzione delle attività sviluppate e ad una mostra. 

 

<< torna all’inizio

 

orario e modalità di ricevimento

 

secondo l’orario annuale indicato dal docente

 

<< torna all’inizio