Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

 

 

Retrofit e valorizzazione del patrimonio edilizio nella Cina rurale

 

workshop

 

29 marzo > 14 aprile 2018

Shanghai (Tongji University) e Maogong (provincia del Guizhou), Cina

 

Il workshop è stato organizzato dall’Università Iuav di Venezia e dal College of Architecture and Planning di Tongji Univerisity, Shanghai, Cina. 

Il tema del workshop è stato Traditional Vernacular Settlements Research: Existing Administration Building Regeneration Design nel villaggio di Maogong situato nell’area delle Dong Minority Town & Village, in Liping County, Guizhou Province, nella Cina del Sud.  Cinque professori hanno seguito il lavoro di 16 studenti delle due università che, iniziato con le attività su campo a Maogong e proseguito a Shanghai per alcuni giorni, è tuttora in corso per arrivare a un risultato finale che verrà discusso e presentato all’Università Iuav di Venezia nell’autunno 2018.

 

La collaborazione tra Caup Tongji e Iuav, ormai consolidata, ha dato luogo a diverse iniziative di didattica e di ricerca: ricordiamo, fra queste, un workshop a Cao Yang Worker  Village in Shanghai che ha dato luogo a un libro della Tongji University Press e alla partecipazione nel 2015 ad una mostra internazionale SUSAS a Shanghai; un workshop in Gansu Province i cui risultati sono stati presentati a Venezia nella Winter week Iuav Tongji nel 2016; un workshop a Guanabacoa a Cuba i cui risultati sono stati esibiti nella BI-CITY Biennale Shenzhen Honk Kong nel 2017.

 

Il workshop tenutosi quest’anno in aprile si è concluso con un forum a cui hanno partecipato le autorità locali che hanno discusso il lavoro degli studenti, dando  prospettive di policy nell’ambito delle politiche centrali e locali a sostegno della riduzione della povertà, nelle Province rurali della Cina.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ChinaForum a Maogong per discutere del suo futuro e della sua urbanizzazione

 

Tra i 27 partecipanti al Forum che si è tenuto lo scorso 7 aprile 2018 presso la postazione degli artisti del Centro di Incubazione Culturale della municipalità di Maogong erano  presenti – oltre a studenti ed esperti delle due università –  Li Jianjun, vice sindaco della municipalità di Maogong, Chen Mingjian, presidente dell'Istituto di ricerca internazionale Minzhi, Ren Hejun, direttore esecutivo, i professori Jianjian Long, Tian Weijia, della Università di Tongji, i professori Margherita Turvani, Matteo Dario Paolucci e Piercarlo Romagnoni del Dipartimento di Pianificazione e Progettazione in Ambienti Complessi dell’Università Iuav di Venezia.

I partecipanti avevano come obiettivo la definizione di un progetto per la pianificazione e la riconversione della cittadina che evidenziasse le possibili criticità e offrisse suggerimenti alla municipalità.

La conferenza si è aperta con la presentazione dello studio congiunto dell'Università Tongji e dell’Università Iuav di Venezia. Le due Università hanno infatti convenuto, mediante un consolidato accordo di collaborazione, di approfondire le questioni fondamentali legate allo sviluppo del territorio, alla pianificazione e alla riconversione di Maogong mediante un Workshop che coinvolgesse docenti e studenti dei due Atenei.

Nel corso dell'incontro, Chen Mingjian, presidente del Minzhi International Research Institute, ha sottolineato come il futuro sviluppo di Maogong debba avere una pianificazione mirata con un orientamento chiaro e unico. Lo sviluppo del turismo in futuro potrebbe comunque non essere apprezzabile: l'obiettivo primario potrebbe essere centrato sulla necessità di offrire un’alternativa al caotico sviluppo urbano e cercare di offrire adeguate infrastrutture per garantire una migliore qualità della vita oltre ad adeguate funzioni di servizio pubblico.

Ren Zhiyi, direttore esecutivo dell'Istituto internazionale di ricerca Minzhi, ha proposto di discutere e di analizzare i metodi di urbanizzazione adottati attualmente nella città di Maogong, di confrontarli con quelli dei villaggi vicini, in primo luogo concentrandosi su come fornire un reale aiuto alla gente del posto. Ci sono due opzioni fondamentali da considerare per la futura urbanizzazione di Maogong: una è lo sviluppo della città come sistema amministrativo, l'altra è la formazione di un villaggio con una connotazione fortemente culturale.

 

La crescita di una piccola città a Maogong attraverso il settore artigianale produttivo e la promozione dello sviluppo dell'ambiente circostante dovrebbero essere considerate attentamente, ad esempio valutando l'omogeneità dei prodotti turistici; l'industria del turismo non dovrebbe essere una parte importante in tale sviluppo.

La conoscenza della situazione locale fornisce la priorità allo sviluppo dell'agricoltura, seguita poi dall'artigianato, dalla costruzione di edifici in legno, quindi alle attività creative e infine al turismo. Il Workshop, sviluppatosi da questo iniziale confronto, ha consentito a docenti e studenti di mettere in comune analisi, competenze, idee.

 

Nei successivi incontri, nel corso di una settimana intensiva di lavoro in loco, sono stati attentamente esaminati i problemi esistenti di Maogong: la mancanza di servizi, problemi di traffico, problemi ambientali, problemi di costruzione illegale...

La proposta maturata vede una Maogong Town che pianifichi il suo sviluppo partendo dalle sue infrastrutture pubbliche, da una possibile multifunzionalità, dalla gestione della sicurezza del traffico, dallo smaltimento dei rifiuti e dal rafforzamento della consapevolezza dei residenti su quali scelte costruttive possano essere fatte nell'ottica di un miglioramento degli edifici e della qualità degli ambienti, interni ed esterni.

 

L’incontro del 7 aprile si è concluso in un'atmosfera rilassata e gli ospiti hanno convenuto che in futuro ogni anno a Maogong si potranno tenere regolarmente forum primaverili, estivi e autunnali per discutere il percorso di rilancio dell’ambiente rurale in Cina.

Il lavoro su Maogong Town è un primo passo: per lo sviluppo delle zone rurali in Cina si tratta di un caso tipico di rilevanza mondiale.

 

Gli studenti Iuav che hanno partecipato all’iniziativa sono: Comacchio Cristina, Cucchi Federica, Giacchetta Nicolò, Ma Simona, Niu Cheng, Pedol Rachele, Rapposelli Alessio, Rossetto Giacomo, Sadushi Greta, Scarpel Luana

 

 

 

 

 

 

 

 

organizzazione

Dimen Ecomuseum, Caup Tongji University

Università Iuav di Venezia

 

a cura di

Matteo Dario Paolucci, Margherita Turvani

 

destinatari

9 posti riservati agli studenti regolarmente iscritti a per l’anno accademico 2017/18 dei seguenti corsi di laurea:

> magistrale in pianificazione e politiche per la città, il territorio e l'ambiente

> magistrale in architettura e innovazione

> magistrale in architettura e culture del progetto

> magistrale in architettura per il nuovo e l’antico

 

crediti formativi universitari

Agli studenti Iuav che partecipino a tutte le fasi del workshop verranno assegnati:

> 12 crediti formativi di tipo D o in tipologia F per gli iscritti alla magistrale in architettura e innovazione, DPPAC

> 12 crediti formativi di tipo D per gli iscritti alla magistrale in pianificazione e politiche per la città, il territorio e l'ambiente, DPPAC

> 6 crediti formativi di tipo D per gli iscritti alla magistrale in architettura e culture del progetto, DCP

> 8 crediti formativi di tipo D per gli iscritti alla magistrale in architettura per il nuovo e l’antico, DACC

 

 

  scarica il bando

 

  scarica la locandina

 

 

informazioni

dariopaolucci+ws@iuav.it