Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

 

 

W.A.Ve 2017 – workshop estivi di architettura anno accademico 16-17

 

26 giugno > 14 luglio 2017

Venezia

 

mostra finale

 

La mostra finale dei workshop è prevista dal 17 al 21 luglio 2017 presso il Cotonificio veneziano e i Magazzini Ligabue.

 

lunedì > giovedì ore 9 > 19

venerdì ore 9 >12

 

 

premi

 

Grande successo dell’iniziativa, che ha visto impegnati a immaginare e progettare il futuro della Siria 26 tra professionisti di fama e docenti provenienti da 16 paesi del mondo con oltre 1341 studenti, che si sono confrontati con esperti nei campi della conservazione del patrimonio, dell’architettura e del progetto urbano, dell’emergenza umanitaria e della cultura mediorientale, molti dei quali originari proprio della Siria e attivi in rinomati studi internazionali.

 

Le visioni e le proposte progettuali sono state votate sia online dagli stessi studenti che da una giuria di tecnici di livello internazionale.

 

Gli studenti hanno premiato il workshop guidato da Ammar Khammash. Al secondo posto si è posizionato Solano Benitez e al terzo Giancarlo Mazzanti.

 

La giuria presieduta da Farrokh Derakshani– direttore dell’Aga Khan Award for Architecture – ha scelto invece tre team che hanno partecipato rispettivamente ai laboratori guidati da Solano Benitez, Ammar Khammash e TAMassociati.

Nel dettaglio, i migliori gruppi che si sono aggiudicati come premio tre borse di studio per altrettanti master Iuav (del valore complessivo di 18.000 euro) hanno partecipato ai laboratori guidati da Benitez, architetto e docente paraguaiano Premio d'oro alla XV Biennale di Architettura di Venezia, da Khammash, fondatore di Kkammash Architects, con sede in Giordania e specializzato in restauro di siti storici, disegno urbano e turismo sostenibile e da TAMassociati, studio italiano attivo in progetti di  architettura sostenibile, urbanistica, progettazione del paesaggio, processi partecipati, curatore del Padiglione Italiano alla Biennale 2016.

 

team 1 Solano Benitez - città di Nahlaya

Carlo Camerin

Mattia Rigon

Marco Tognetti

Denis Antonio Burci

Simone Giacchetto

Elena Pettinà

Federico Giordano

Il progetto sviluppato con Solano Benitez ricerca in un sistema costruttivo, adatto al contesto, con materiali locali e in linea con le tradizioni, lo strumento con cui avviare un processo di ricostruzione del basso.

 

team 2 Ammar Khammash- città di Hama 

Barbara Fernarese 

Filippo Gianmarco

Simone Tosato

Tomas Ambra

Stefano Zuccatti

Il progetto curato da Ammar Khammash prevede la ricostruzione in scala 1:10 delle monumentali norie idrauliche che caratterizzano la città di Hama, uno dei primi luoghi interessati dalla sanguinosa guerra civile. La ricostruzione delle norie, oltre ad essere un’interessante esperienza didattica per i ragazzi, ha permesso di comprendere il funzionamento tecnologico, architettonico e urbano di questi dispositivi di gestione delle risorse che possono costituire un esempio virtuoso per un futuro sostenibile.

 

team 3 TAMassociati - città di Damasco

Gianmichele De Sarlo

Matteo Gumirato

Elena Savciuc

Giacomo Spanio

Il progetto di TAMassociati ha affrontato i problemi dell'area periurbana di Qaboun, quartiere di Damasco, simbolo della guerra civile e sottoposto ad un lungo assedio da parte delle forze lealiste al regime. Il gruppo di lavoro ha realizzato un masterplan di ricostruzione e poi ha suddiviso l'area in singoli lotti con progetti capaci di riflettere sulle caratteristiche della città mediorientale in termini di residenza, spazi pubblici e luoghi di condivisione.

 

 

informazioni

segreteria.corsidistudio@iuav.it

 

per saperne di più

workshop2017@iuav.it

www.wave2017iuav.com

www.facebook.com/wave2017syria