Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Brick technologies for post emergencies recovery

 

Workshop collegato all’attività di

W.A.Ve. 2017 Syria – The making of the future

 

3 > 14 luglio 2017

Venezia

 

tenuto da Javier Corvalàn

 

posti disponibili: 15

per studenti regolarmente iscritti per l’anno accademico 2016/2017 magistrale in Architettura per il nuovo e l’antico, Architettura e innovazione e Architettura e culture del progetto.

 

scarica il bando  >>

 

come iscriversi

 

La domanda di ammissione può essere:

- o consegnata a mano, dal lunedì al venerdì ore 9 > 13,

- o inviata via fax al numero +36 041 257 1877 – Ufficio Protocollo Iuav

- o inviata per posta elettronica certificata PEC a

ufficio.protocollo@pec.iuav.it

- o spedita per posta a

Università Iuav di Venezia

Archivio generale di ateneo / Ufficio protocollo

Santa Croce 191, Tolentini

30135 Venezia

 

entro le ore 24 del 30 giugno 2017.

Per le domande inviate per posta non fa fede la data di spedizione risultante dal timbro postale.

 

Alla domanda dovranno essere allegati:

- un curriculum vitae;

- un’autocertificazione degli esami sostenuti con relativa votazione;

- copia di un documento di identità in corso di validità.

 

La graduatoria verrà pubblicata il 23 giugno 2017, se il numero delle domande sarà maggior del numero dei posti disponibili

 

crediti formativi universitari

 

Agli studenti che partecipino con profitto alle attività del workshop superando l’esame finale, verranno assegnati 4 crediti formativi universitari nelle attività formative di tipologia D (a scelta dello studente)

 

contenuti formativi e organizzazione

 

Il workshop intende sviluppare dei prototipi di elementi in laterizio rinforzato. Il tema di progetto è quello del rifugio temporaneo, inteso come spazio multiuso da utilizzarsi in seguito a eventi calamitosi ed emergenziali. Il corso è collegato al lavoro sviluppato durante “W.A.Ve. 2017 Syria – The making of the future” ma intende lavorare su un piano progettuale e tecnologico differente investigando le possibilità costruttive di alcuni elementi prefabbricati modulari e le loro applicazioni progettuali. A tale scopo il lavoro, coordinato dall’architetto paraguaiano Javier Corvalán, si avvarrà della collaborazione di docenti e laboratori Iuav tra i quali Salvatore Russo (direttore del Labsco) dove verranno effettuate alcune analisi statiche degli elementi. Il workshop si inserisce in una ricerca più ampia che l’università intende portare avanti insieme ad alcune aziende coinvolte che forniranno parte del materiale da utilizzare: la San Marco – Terreal per gli elementi e i sistemi in laterizio e della Grigolin per i leganti e i complementari.

 

Lo scopo finale è la progettazione di un sistema costruttivo veloce e leggero da utilizzare sia in condizioni di emergenza, conseguenti a crisi umanitarie o disastri naturali, sia in un periodo di tempo più lungo prevedendo l'eventuale modifica funzionale delle strutture. L'attività si svolge nel corso di due settimane e prevede una serie di lezioni frontali su temi tecnologici e architettonici, una fase di progettazione del sistema costruttivo, la costruzione di modelli in scala e un periodo di verifica di fattibilità tramite verifiche strutturali.