Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Quali nuovi spazi per l’università europea?

 

workshop Erasmus Intensive Programme 2013-2014

 

17 > 28 marzo 2014

Venezia

 

presentazione domande di partecipazione

entro il 19 febbraio 2014

 

 

procedura selettiva

 

È aperta la procedura selettiva per l’ammissione al workshop dell’Erasmus Intensive Programme “Quali nuovi spazi per una università europea?”, realizzato nell’ambito del Lifelong Learning Programme Erasmus a.a 2013/2014, che si svolgerà dal 17 al 28 marzo 2014 presso l’Università Iuav di Venezia, con la partecipazione dell’École Nationale Supérieure d’Architecture Paris-Malaquais e della Leibniz Universität Hannover.

 

I posti disponibili sono in totale 15 per gli studenti Iuav regolarmente iscritti per l’a.a. 2013/14 al:

– II o III anno del Corso di Laurea in Scienze dell’Architettura

– I anno dei corsi di Laurea magistrale “Architetture e culture del progetto” e “Architettura per il nuovo e l’antico”

– II anno dei Corsi di Laurea Magistrale in Architettura.

 

Parteciperanno inoltre al workshop 30 studenti e 5 docenti provenienti da l’École Nationale Supérieure d’Architecture Paris-Malaquais e dalla Leibnitz Universität Hannover.

 

Le domande di ammissione, redatte su apposito modulo, allegato al presente bando e scaricabile dal sito dell’università www.iuav.it, possono essere consegnate a mano (nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13) o spedite per posta, all’indirizzo Università Iuav di Venezia – Ufficio Protocollo, Santa Croce Campo della Lana 601, 30135 Venezia aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13, entro il 19 febbraio 2014 in busta chiusa con l’indicazione Selezione Erasmus Intensive Programme “Quali nuovi spazi per una università europea?”. Alla domanda di ammissione dovrà essere allegato un curriculum vitae redatto secondo il modello europeo.

 

 

contenuti formativi e organizzazione della scuola

 

L’Erasmus Intensive Programme “Quali nuovi spazi per una università europea?” affronta un tema di grande interesse per tutta la comunità europea. La trasformazione strutturale del sistema educativo universitario, l’integrazione e scambi di studenti e professori sempre più frequenti tra università europee, la rifondazione generale dell’università come trasmissione di saperi in un rapporto più diretto e immediato con il mondo della ricerca e della produzione, richiede la necessità di nuovi spazi rispetto a quelli più tradizionali dove sia possibile sperimentare diverse forme di vivere e stare dentro l’istituzione. Questi nuovi luoghi dell’università inoltre rivitalizzano e ridanno un senso ad architetture universitarie, sia che si tratti di un complesso edilizio che di un’area di campus, intessendo nuove connessioni tra gli edifici stessi e gli edifici con la città e il paesaggio. Attraverso lo spazio del Forum l’insediamento universitario torna a essere elemento fondamentale nel ridisegno della città, assumendo nuove configurazioni e instaurando un rapporto nuovo tra quartiere urbano e comunità universitaria. Antecedente significativo di costruzione di un campus attraverso la riprogettazione di edifici già esistenti, ma anche attraverso la realizzazioni di nuovi edifici – la Bobst Library e il Centro per gli studi mediorientali – è la New York University a Washington Square, mentre alcune esperienze più recenti quali il McCormick Tribune all’Illinois Institute of Technology a Chicago di Rem Koolhaas, il Rolex Learning Center del gruppo Sanaa a Losanna mostrano solo in parte le potenzialità intrinseche a tale operazione che va misurata e verificata attraverso progetti, nella loro formulazione a scale diverse.

 

Per questo risulta di estremo interesse formativo l’esperienza di un workshop dove sia possibile progettare lo spazio del Forum in grado di caratterizzare un uso contemporaneo dell’università.

 

L’area di sperimentazione è data dal complesso di edifici universitari nella parte ovest della città di Venezia.  Il sito del progetto si configura come l'estensione della Riva delle Zattere, che dalla porta della Dogana Punta alla vecchia Stazione Marittima vicino alla zona portuale.  Dal 1990, la Facoltà di architettura Iuav è stata installata nell'ex cotonificio, dal 1995 la Facoltà di design e arti Iuav nell'ex convento delle Terese. Con le modifiche introdotte dal nuovo Piano regolatore il nuovo learning center, che sorgerà nel vuoto lasciato in fronte al canale della Giudecca, dovrebbe dare un definitivo status di campus agli insediamenti universitari esistenti e stabilire connessioni con la città nel suo affacciarsi verso la terraferma. Il nuovo luogo universitario si configura come una sorta di Forum che costruisce e salda relazioni tra gli edifici esistenti e definisce una nuova centralità urbana di Venezia.

 

I risultati del programma intensivo saranno messi a disposizione dei partecipanti in un dropbox e saranno oggetto di pubblicazione.

 

Le attività del workshop si articolano in tre fasi con l’iterazione di vari apporti scientifici e tecnici .

 

Nella prima fase sono previsti dei sopralluoghi all’area d’intervento e alle operazioni universitarie e culturali più significative condotte nella città di Venezia.

 

Nella seconda fase è prevista la fase di progettazione intensiva, integrata da alcune lezioni che restituiscono lo stato dell’arte in Europa e le diverse soluzioni e declinazioni di spazi e luoghi per la ricerca e la didattica universitaria.

 

Chiuderà l’attività del workshop l’esposizione dei progetti a un jury internazionale.

 

Il workshop è coordinato dai professori: Patrizia Montini Zimolo,Thierry Roze, Hilde Leon.

 

Durante l’workshop parteciperanno inoltre come lecturers numerosi docenti invitati.

 

Le lingue ufficiali della scuola sono inglese o francese: è auspicabile una buona conoscenza di una delle due lingue.

 

 

valutazione delle domande e redazione della graduatoria

 

Nel caso il numero di domande pervenute superasse i posti disponibili, verrà redatta una graduatoria di merito sulla base dei seguenti criteri: anno d’iscrizione (preferenza agli studenti in fase più avanzata del proprio percorso curriculare), media ponderata ed eventuale voto di laurea triennale per gli studenti del primo anno di laurea magistrale. In caso di parità si procederà a sorteggio.

 

 

pubblicazione delle graduatorie

 

Le graduatorie di ammissione saranno pubblicate in questa pagina a partire da giovedì 27 febbraio 2014.

 

 

modalità di conferma

 

Sono ammessi a partecipare all’iniziativa gli studenti che occupano i primi 15 posti della graduatoria. Tali studenti sono tenuti a confermare la loro intenzione di partecipare all’iniziativa didattica entro e non oltre le ore 13 del giorno 4 marzo 2014, scrivendo una email agli indirizzi: international@iuav.it  e patrizia.montini@iuav.it

 

In caso di rinunce o mancate conferme, saranno ammessi gli studenti rimasti esclusi seguendo l’ordine indicato dalla graduatoria.

 

 

attribuzione di crediti formativi universitari

 

Agli studenti Iuav che partecipino con profitto al workshop dell’Erasmus Intensive Programme, sulla base del jury finale tenuto dai docenti responsabili dello stesso workshop e dagli altri docenti e tutor partecipanti, verranno assegnati 4 crediti formativi universitari da spendere nelle attività formative a scelta dello studente.