Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

De-Carbonizing Planning:

l’attuazione della convenzione della Alpi per la protezione del clima

 

procedure selettive per l’ammissione alla autumn school

anno accademico 2013/2014

 

11 > 18 novembre 2013

Feltre

 

per studenti dei corsi di laurea magistrale

e ultimo anno dei corsi di laurea triennale

 

graduatoria di ammissione >>

 

Tutti gli studenti dalla 1° alla 30° posizione sono tenuti a confermare la loro intenzione di partecipare alla scuola entro e non oltre le ore 15.00 del giorno 6 novembre 2013, inviando una email agli indirizzi:

climatechange@iuav.it

federica.appiotti@iuav.it

 

Nella stessa comunicazione, gli studenti sono inoltre pregati di indicare se hanno necessità di supporto da parte della alla Fondazione per l'Unlversità e l'Alta Cultura In Provincia di Belluno per la ricerca di alloggio.

In caso di rinunce o mancate conferme, saranno ammessi gli studenti rimasti esclusi seguendo l'ordine indicato dalla graduatoria.

 

 

procedura selettiva

 

È aperta la procedura selettiva per l’ammissione alla autumn school “De-carbonizing planning: l’attuazione della convenzione della Alpi per la protezione del clima". La autumn school si svolgerà dall’11 al 18 novembre 2013 a Feltre (Belluno) in collaborazione con la Fondazione per l’Università e l’Alta Cultura nella Provincia di Belluno e con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. La scuola rientra nelle attività della Presidenza Italiana della Convenzione delle Alpi per il biennio 2013-2014.

 

La partecipazione è gratuita. In relazione e subordine al supporto finanziario messo a disposizione dalla Fondazione per l’Università e l’Alta Cultura nella Provincia di Belluno per la copertura dei costi di gestione della scuola, agli studenti partecipanti saranno garantiti vitto e alloggio a condizioni agevolate e un rimborso spese fino a 250 € per ogni studente ammesso.

 

I posti disponibili per gli studenti regolarmente iscritti per l’anno accademico 2013/2014 presso l’Università Iuav di Venezia ai corsi di laurea magistrale e all’ultimo anno dei corsi di laurea triennale sono 20. Parteciperanno inoltre alla autumn school studenti provenienti dall’Universitat Autonoma de Barcelona – Máster en Intervención y Gestión del Paisaje y el Patrimonio.

 

Le domande di ammissione, redatte su apposito modulo, scaricabile da questa pagina, possono essere consegnate a mano (nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00) o spedite per posta, all’indirizzo Università Iuav di Venezia - Ufficio Protocollo, Tolentini, Santa Croce 191, 30135 Venezia, entro il 30 ottobre 2013 in busta chiusa con l’indicazione “selezione autumn school 2013 – De-carbonizing planning: l’attuazione della convenzione della Alpi per la protezione del clima”.

 

Alla domanda di ammissione dovrà essere allegato un curriculum vitae redatto secondo il modello europeo. Qualora il libretto elettronico dello studente non includesse tutti gli esami effettivamente sostenuti dovrà essere allegata anche un’autodichiarazione delle attività mancanti già superate dallo studente.

 

Ulteriori informazioni sui contenuti della scuola e sulla gestione organizzativa possono essere richieste per e-mail ai coordinatori della scuola all’indirizzo: climatechange@iuav.it

 

 

contenuti formativi e organizzazione della scuola

 

la presidenza italiana della convenzione delle Alpi 2013-2014

La Convenzione delle Alpi è un accordo transfrontaliero sottoscritto da Austria, Svizzera, Francia, Germania, Italia, Slovenia, Liechtenstein e Unione europea ai fini della gestione strategica e sostenibile dellʼarco alpino, con particolare riferimento alle politiche per la popolazione e la cultura, la pianificazione territoriale, la difesa del suolo, la protezione della natura e la difesa del paesaggio, lʼagricultura, la forestazione, il turismo, i trasporti e lʼenergia. La convenzione è stata firmata a Salisburgo (Austria) il 7 novembre 1991 ed è entrata in vigore il 6 marzo 1995. Nellʼautunno del 2012 lʼItalia, sotto il coordinamento del Ministero dellʼAmbiente, assumerà la presidenza della convenzione delle Alpi.

 

Per questo l’autumn school 2013 prenderà avvio proprio dai contenuti della convenzione – con particolare riferimento alle sezioni dedicate ai cambiamenti climatici e alla pianificazione territoriale – e verificherà la possibilità di attuarli tramite la redazione di linee guida per un piano strategico per il territorio bellunese dalla prospettiva privilegiata dei cambiamenti climatici e della tutela del territorio. La scuola rientra nelle attività in collaborazione con il Ministero dellʼAmbiente, della Tutela del Territorio e del Mare per il biennio della presidenza italiana della Convenzione delle Alpi che coinvolgono le università operanti nelle regioni alpine.

 

i contenuti

La scuola autunnale si pone come obiettivo principale l’orientamento della pianificazione urbana, territoriale e ambientale allʼadattamento delle comunità locali ai cambiamenti climatici in corso nelle aree montane, contribuendo alla formazione di esperti in progettazione e pianificazione ambientale sulla base dei contenuti della Convenzione delle Alpi.

 

Durante la scuola verranno forniti elementi conoscitivi in merito al processo e identificati approcci di mitigazione e contenimento a scala vasta, cercando di rispondere all'insieme di domande che deriva dai cambiamenti climatici. Al di là della ciclicità dei fenomeni metereologici, gli effetti di questi cambiamenti sono già evidenti nei paesaggi collinari e montani, nei problemi di gestione integrata del ciclo delle acque con impatti sulla qualità della vita e la competizione fra ambiti insediativi. Queste domande generano inedite spinte nella direzione dell’aggiornamento delle strategie di adattamento, mitigazione e contenimento, con interessanti esperienze di pianificazione e progettazione integrata.

 

Principali temi delle lezioni e del laboratorio:

– cambiamenti climatici e aree montane. Principali indicatori e trend

– la percezione del cambiamento climatico nelle Dolomiti bellunesi e feltrine

– approccio ecosistemico ed ecologia per il climate change

– mobilità sostenibile per le aree montane

– strategie di “de-carbonizzazione”, introduzione a strategie e strumenti di pianificazione nel cambiamento climatico. Esperienze e casi studio nellʼarco alpino

– strumenti per lʼelaborazione dei piani clima e indicazioni per la redazione dei piani di adattamento.

 

La scuola si svolgerà per otto giorni complessivi, dedicati a lezioni con esperti e docenti e ad attività di laboratorio per lʼelaborazione di un documento strategico e di progetto per il territorio bellunese. In particolare, gli studenti saranno chiamati ad elaborare un piano/linee guida per l’abbattimento delle emissioni clima-alteranti per i territori della Provincia di Belluno che coprano tra gli altri, i seguenti aspetti:

– indicazioni di tecnica e pianificazione urbanistica a livello dei PAT e PATI elaborati dai comuni

– progetto per la gestione a bassa emissione delle attività turistiche, in particolare le stazioni sciistiche invernali e i luoghi di accoglienza (malghe, rifugi, etc.)

– indicazioni per il monitoraggio dei cambiamenti dellʼambiente alpino.

 

 

docenti e tutor della scuola

 

La scuola è coordinata da Francesco Musco ed Elena Gissi.

 

Sono docenti e tutor del laboratorio (lista provvisoria):

Benno Albrecht – Paolo Angelini (Ministero dell’Ambiente) – Federica Appiotti – Virginio Bettini – Luca Cetara (Eurac) – Viviana Ferrario – Davide Ferro – Giovanni Kappenberger (Meteo Svizzera) – Mattias Gaglio – Elena Gissi – Filippo Magni – Denis Maragno – Francesc Muñoz (UAB, Barcelona) – Francesco Musco – Silvio Nocera – Domenico Patassini – Sara Verones (Comune di Bolzano) – Anna Zandanel.

 

 

requisiti di ammissione

 

Possono presentare domanda di ammissione alla scuola estiva gli studenti regolarmente iscritti per l’anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea magistrale e all’ultimo anno dei corsi di laurea triennale dell’Università Iuav di Venezia.

 

 

valutazione delle domande e redazione della graduatoria

 

Nel caso il numero di domande pervenute superasse i posti disponibili, verrà redatta una  graduatoria di merito sulla base dei seguenti criteri:

– valutazione del curriculum: fino ad un massimo di 15 punti

– percorso di studi (anno d’iscrizione, media dei voti conseguiti, pesata sulla base del numero di crediti di ciascun esame, numero di crediti maturati): fino ad un massimo di 15 punti

In caso di parità sarà data precedenza al candidato più giovane.

 

 

pubblicazione delle graduatorie

 

Le graduatorie di ammissione saranno pubblicate in questa pagina a partire dal 4 novembre 2013.

 

 

attribuzione di crediti formativi universitari

 

Agli studenti Iuav che partecipino con profitto alle attività della scuola superando l’esame finale, verranno assegnati 4 CFU formativi universitari da spendere nelle attività formative a scelta dello studente.

 

 

 

informazioni

email climatechange@iuav.it