Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Pianificazione territoriale e cambiamenti climatici

 

International Summer School – Intensive Program Erasmus (IP)

anno accademico 2011/12

 

8 > 21 luglio 2012

Olot (Girona – Catalogna, Spagna)

 

per studenti dei corsi di laurea specialistica e magistrale

dell'Università Iuav di Venezia

 

domanda di partecipazione

entro le ore 13 di venerdì 15 giugno 2012

 

 

procedura selettiva

 

1. È aperta la procedura selettiva per l’ammissione alla summer school “Pianificazione territoriale e cambiamenti climatici”. La summer school si svolgerà dall’8 al 21 luglio 2012 (frequenza obbligatoria per tutto il periodo) ad Olot (Girona – Catalogna, Spagna) in collaborazione con Universitat de Girona, Universitat Autonoma de Barcelona, Universidade Tecnica de Lisboa, Università degli Studi di Sassari, Universiteit Gent e con Observatorio del Paisaje de Catalunya.

 

I posti disponibili per gli studenti sono 12 e sono destinati a studenti regolarmente iscritti per l’anno accademico 2011/12 ai corsi di laurea specialistica e magistrale dell'Università Iuav di Venezia. Agli studenti partecipanti sarà garantito alloggio gratuito in struttura convenzionata con l’ Observatorio del Paisaje de Catalunya. Alla conclusione della scuola saranno inoltre rimborsate spese di viaggio documentate (biglietti, carte d'imbarco) per un massimo di 250 euro.

 

Parteciperanno inoltre alla summer school altri 35 studenti provenienti dalle università menzionate sopra.

 

2. La domanda di ammissione, redatta su apposito modulo, scaricabile tra i materiali di questa pagina web, deve essere fatta pervenire entro le ore 13 di venerdì 15 giugno 2012

all’Università Iuav di Venezia, Archivio Generale di Ateneo, Ufficio Protocollo, Campo della Lana 601 – 30135 Santa Croce, Venezia (aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.00):

a) a mano

b) posta o corriere

c) fax al n. 041 - 2571877

d) posta elettronica certificata (PEC) ufficio.protocollo@pec.iuav.it.

 

Le domande spedite per posta devono pervenire entro il termine sopra indicato; pertanto non potrà far fede la data di partenza risultante dal timbro dell’ufficio postale accettante. Alla domanda di ammissione dovrà essere allegato un curriculum vitae redatto secondo il modello europeo. Qualora il libretto elettronico dello studente non includesse tutti gli esami effettivamente sostenuti dovrà essere allegata anche un’autodichiarazione delle attività mancanti già superate dallo studente.

 

Per la partecipazione alla scuola è necessaria una buona conoscenza della lingua inglese.

 

 

contenuti formativi e organizzazione della scuola

 

1. Il programma della scuola si colloca nell’ambito tematico di insegnamento del Regional Planning (5814 – ERA-02.4) e dell’Environmental Protection (85). Obiettivo generale è la considerazione dei paradigmi della pianificazione in contesti in cui le pressioni antropiche sull’ambiente sono crescenti e in cui i cambiamenti nei fenomeni naturali sono accompagnati da incertezza e rischio. Obiettivo specifico è lo studio delle più recenti innovazioni prodotte a livello teorico e pratico nella pianificazione con riferimento ai cambiamenti climatici.

Essendo il terzo rinnovo dell’IP, quest’anno ci si occuperà delle relazioni tra cambiamenti climatici e gestione e pianificazione del paesaggio con particolare attenzione al concetto di "resilienza". Il concetto di resilienza ben si adegua alla specificità degli studi delle trasformazioni del paesaggio, in quanto lo stato dei singoli elementi che compongono un paesaggio non è necessariamente legato allo stato del carattere dello stesso paesaggio (Van Eetvelde e Antrop, 2004; Schneeberger et al, 2007) e i cambiamenti possono essere assorbiti dalle strutture del paesaggio.

 

Nato nel campo dell’ecologia, il concetto di "resilienza" è stato di recente introdotto nel campo delle scienze sociali per comprendere come le comunità e i propri territori possano affrontare e costruire scenari di sviluppo rispetto al quadro di riferimento condizionato da disturbi e da cambiamenti (Folke, 2006; Duit et al. 2010). La resilienza integra il concetto più noto di vulnerabilità, utilizzato nell’analisi dei rischi, mettendo in evidenza le componenti relazionali e di sistema, che nel caso del paesaggio possono essere interpretate in termini fisico-morfologici, ambientali ed ecosistemici, socio-culturali ed economici (Plummer e Armitage, 2007). Mentre la vulnerabilità fa riferimento agli elementi di un paesaggio e alla loro capacità di assorbire in maniera autonoma i cambiamenti, il concetto di resilienza restituisce un’ottica di sistema, articolando il concetto di risposta dell’organizzazione in maniera integrata e trans-settoriale (Gallopin, 2006).

 

A partire da questi riferimenti teorici l’IP del terzo anno riguarderà le strategie di pianificazione spaziale che possono anticipare gli effetti del cambiamento climatico sul paesaggio (inteso come paesaggio storico e come patrimonio di biodiversità).

 

In una prima parte, gli studenti metteranno a fuoco, anche attraverso la presentazione di casi di studio, metodologie per valutare la resilienza di diverse tipologie di paesaggi al cambiamento climatico.

 

In una seconda parte (anche attraverso attività laboratoriale) gli studenti, a partire da mappe di caratterizzazione e di sensitività e dalla conoscenza delle principali dinamiche di trasformazione del paesaggio, lavoreranno su possibili strategie di adattamento e sul loro inserimento nei processi di pianificazione.

 

Il programma sarà ospitato dell'Università di Girona, partner spagnolo anche delle precedenti edizioni dell'IP, con cui l'Università Iuav di Venezia ha attivato un percorso di studi biennali (master europeo ed indirizzo congiunto di laurea magistrale). Relazioni specifiche sul territorio che ospiterà il master sono state avviate con l'Osservatorio del paesaggio di Olot.

 

Proprio per ampliare le competenze dei partecipanti alla terza edizione dell'IP il partenariato è stato integrato con il Dipartimento di Geografia dell'Università di Gent (Belgio) che ha maturato ricerche avanzate sul rapporto tra cambiamento degli scenari climatici e il paesaggio.

 

Per l'utilizzazione e l'implementazione dei materiali prodotti dalle precedenti edizioni dell'IP, è possibile accedere tramite il portale www.iuav.it/climatechange

 

2. La scuola è coordinata da Matelda Reho, Francesco Musco, Elena Gissi (Università Iuav di Venezia) – con i responsabili IP per le sedi universitarie partner Alessandra Casu (Uniss), Carme Miralles-Guasch (UaB), Mita Castaner (UdG), Pedro Rodrigues (UTL), Veerle Van Eetvelde (Gent). Le lingue ufficiali della scuola sono inglese, spagnolo e italiano.

 

 

requisiti di ammissione

 

Possono presentare domanda di ammissione alla scuola estiva gli studenti regolarmente iscritti per l’anno accademico 2011/12 ai corsi di laurea specialistica e magistrale dell’Università Iuav di Venezia. È richiesta una buona conoscenza della lingua inglese.

 

 

valutazione delle domande e redazione della graduatoria

 

1. Nella redazione della graduatoria verrà data priorità agli studenti iscritti nell’ordine ai seguenti corsi di studio: Laurea Magistrale in Pianificazione e Politiche per la città, il territorio e l’ambiente (PTCA) – (indirizzo internazionale Pianificazione e Politiche per l’Ambiente); Laurea Magistrale in Architettura indirizzi per la Sostenibilità e il Paesaggio; altri corsi di laurea magistrale.

 

2. Per la redazione della graduatoria di merito il punteggio verrà assegnato sulla base dei seguenti criteri:

> valutazione del curriculum: fino a un massimo di 15 punti

> percorso di studi (anno d’iscrizione, media ponderata dei voti conseguiti): fino a un massimo di 15 punti

> adeguata conoscenza dell’inglese.

In caso di parità sarà data precedenza al candidato più giovane.

I coordinatori della scuola si riservano la possibilità di incontrare i candidati per un colloquio.

 

 

pubblicazione delle graduatorie

 

Le graduatorie di ammissione saranno pubblicate dal 20 giugno 2012 in questa pagina web.

 

 

attribuzione di crediti formativi universitari

 

Agli studenti Iuav che partecipino con profitto alle attività della scuola superando l’esame finale, verranno assegnati 4 CFU formativi universitari:

> per gli studenti della Facoltà di pianificazione del territorio 2 cfu nel settore ICAR 20 Tecnica e pianificazione urbanistica e 2 cfu nel settore MGGR 01 Geografia, riconosciuti nelle attività formative a scelta dello studente

> per gli studenti della Facoltà di design e arti i 4 CFU saranno riconosciuti nelle attività formative di tipologia F (ulteriori conoscenze)

> per gli studenti della Facoltà di architettura i 4 CFU saranno riconosciuti nelle attività formative di tipologia D (a scelta dello studente).

 

 

borsa di studio

 

La borsa di studio IP Erasmus, consistente nell’alloggio gratuito e nel rimborso delle spese di trasporto, non è compatibile con borse di studio finanziate da altri programmi europei (ad esempio LLP Erasmus studio, LLP Erasmus placement) coincindenti con il periodo di svolgimento della scuola.

 

 

informazioni

email climatechange@iuav.it