triennali 15-16

Architettura per il nuovo e l’antico

corso di laurea magistrale

corso di laurea magistrale

direttore

Armando Dal Fabbro

 

classe

LM-4 Architettura e ingegneria edile – Architettura

 

dipartimento di appartenenza

Dipartimento di Architettura Costruzione Conservazione

 

sede della didattica

Dorsoduro 2196, Cotonificio veneziano

 

sede della segreteria studenti

Santa Croce 601, Campo della Lana

 

contatti

tel. 041 257 1316–1323–1334–1402–1732–1782–1883–1741

segreteria.corsidistudio@iuav.it

 

seguici su facebook  >>

 

iscriviti >>

 

Il corso di laurea forma una figura professionale in grado di confrontarsi con la complessità del processo progettuale in tutti i suoi aspetti e di comprendere, usare, coordinare teorie e tecniche proprie di diversi ambiti disciplinari

Il corso di laurea forma una figura professionale in grado di confrontarsi con la complessità del processo progettuale in tutti i suoi aspetti e di comprendere, usare, coordinare teorie e tecniche proprie di diversi ambiti disciplinari.

Il progetto scientifico-culturale ha come obiettivo lo sviluppo della cultura e dei saperi necessari alla conservazione e al restauro delle architetture moderne e antiche.

In entrambi i filoni formativi, “Nuovo” e “Antico”, sono presenti le nuove tematiche della sostenibilità e del risparmio energetico, che hanno assunto un ruolo importante nella prassi progettuale contemporanea.

Fanno parte del percorso formativo laboratori progettuali, corsi monodisciplinari e sperimentazioni didattiche complementari, come i seminari intensivi. L’ultimo semestre, il quarto, è dedicato alla preparazione della prova finale, e prevede forme sperimentali di interrelazione con gruppi di ricerca attivi su temi di interesse scientifico e didattico comuni.

 

La professione

Al termine del corso di laurea magistrale potrai svolgere, oltre alla libera professione, funzioni di elevata responsabilità in istituzioni ed enti pubblici e privati, in studi professionali e società di progettazione che operano nei campi della costruzione e trasformazione delle città e del territorio.

Per accedere alla libera professione dovrai sostenere l’esame di stato, che ti consentirà di iscriverti all’Albo professionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori / sezione A. La rispondenza del progetto formativo alle direttive comunitarie garantisce la spendibilità internazionale del titolo.

Potrai abilitarti alle seguenti professioni regolamentate:

– architetto

– dottore agronomo e dottore forestale

– ingegnere civile e ambientale

– paesaggista

– pianificatore territoriale.