triennali 15-16

Architettura e culture del progetto

corso di laurea magistrale

corso di laurea magistrale

direttore

Antonella Gallo

 

classe

LM-4 Architettura e ingegneria edile – Architettura

 

dipartimento di appartenenza

Dipartimento di Culture del progetto

 

sede della didattica

Dorsoduro 2196, Cotonificio veneziano

 

sede della segreteria studenti

Santa Croce 601, Campo della Lana

 

contatti

tel. 041 257 1316–1323–1334–1402–1732–1782–1883–1741

segreteria.corsidistudio@iuav.it

 

seguici su facebook  >>

 

iscriviti >>

 

 

Il corso di laurea è orientato a costruire una nuova figura di progettista in grado di confrontarsi con i temi cardine della contemporaneità e di rispondere alle richieste di un mondo del lavoro in continua trasformazione

Il corso di laurea è orientato a costruire una nuova figura di progettista in grado di confrontarsi con i temi cardine della contemporaneità e di rispondere alle richieste di un mondo del lavoro in continua trasformazione.

È una figura di architetto che saprà concepire gli interventi tecnici e culturali capaci di relazionarsi con il mondo globale/locale, e in grado di elaborare una diversa visione della modernità orientata a prevenire e a evitare la devastazione e il saccheggio dell’ambiente. Il corso è caratterizzato da atelier tematici di progettazione che vedono la compresenza di più discipline orientate all’esercizio del progetto responsabile di architettura.

Gli atelier, organizzati in semestri, sviluppano l’esercizio di progetto in riferimento ai grandi temi dell'architettura contemporanea: città e paesaggio, sostenibilità ambientale, Heritage.

 

La professione

Al termine del corso di laurea magistrale, potrai svolgere tutte le attività relative alla libera professione di architetto riconosciuto in ambito europeo, nelle forme individuali o di gruppo; inoltre potrai svolgere funzioni di elevata responsabilità in istituzioni ed enti pubblici e privati (istituzioni nazionali ed europee, enti e aziende pubblici e privati, studi professionali e società di progettazione, società di ricerca pubbliche e private) che operano nei campi della costruzione e trasformazione delle città e del territorio. Per accedere alla libera professione, dovrai sostenere l’esame di stato, superato il quale potrai iscriverti all’Albo professionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori/sezione A e ottenere l’abilitazione alle professioni regolamentate di:

– architetto

– dottore agronomo e dottore forestale

– paesaggista

– pianificatore del territorio.