lauree magistrali 2021-2022

design del prodotto, della comunicazione visiva e degli interni

coordinatore

 

 

coordinatore

Barbara Pasa


classe

LM-12 Design

 

 

corso di studi ad accesso programmato: 120 posti

> Comunicazione: 40 posti

38 posti per candidati comunitari e non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia

2 posti per candidati non comunitari residenti all’estero

> Prodotto: 40 posti

38 posti per candidati comunitari e non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia

2 posti per candidati non comunitari residenti all’estero

> Interni: 40 posti

38 posti per candidati comunitari e non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia

2 posti per candidati non comunitari residenti all’estero

 

 

curriculum Comunicazione >>

curriculum Comunicazione >>

 

curriculum Interni >>

 

curriculum Prodotto >>

 

 

Oggi il designer è impegnato in modo trasversale sul progetto con competenze tecnologiche, ingegneristiche, informatiche, ma anche delle scienze umane e sociali. È in grado di sviluppare un prodotto, un servizio, uno strumento grafico, un progetto d’interni confrontandosi con le attività che contribuiscono al processo di progettazione.

Il percorso della magistrale in Design permette di formare professionisti specializzati in tutti questi ambiti.

Offre l’opportunità di sperimentare sia mondi tradizionalmente legati al progetto come l’arredamento o lo sport, sia settori emergenti della contemporaneità come il benessere individuale e sociale, l’ambiente, l’energia.

Assumono centrale rilevanza i laboratori di progettazione, dedicati a temi specifici, a seconda dei percorsi, ma tutti accomunati dai principi di accessibilità e usabilità.

Gli studenti saranno in grado di lavorare subito dopo la laurea, grazie anche all’esperienza di tirocinio svolta in aziende, studi, agenzie, fablab, istituzioni in Italia o all’estero.

 

dopo la laurea

Dopo la magistrale sarà possibile esercitare la libera professione in autonomia o in organizzazioni e studi professionali, oppure trovare impiego nelle imprese manifatturiere e dei servizi, all’interno di centri studi e ricerche e nelle pubbliche amministrazioni, presso aziende editoriali specializzate, in centri di documentazione e archivi, in enti per la produzione di manifestazioni culturali. I laureati potranno anche accedere al dottorato di ricerca.

A tre anni dalla laurea risulta occupato circa il 90% dei laureati anche a seguito di stage post laurea.