Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Emergenze nazionali quali il degrado delle periferie urbane, l'incuria verso il paesaggio, l'abusivismo edilizio, la conservazione e valorizzazione dei Beni Culturali, la qualità dell'abitare dei vecchi e dei nuovi cittadini, l'inefficienza della struttura legislativa e procedurale non possono essere affrontate attraverso modalità meramente applicative.

 

Le grandi sfide su cui si gioca il futuro del paese riguardano in buona parte temi sui quali le competenze disciplinari necessitano di essere incrociate.
Sfide in cui per costruire una risposta è necessario saper definire le giuste domande. 

Il progetto del dipartimento coinvolge l'area 08 ed è inteso come un progetto di infrastrutturazione che dia forma a luoghi dove, attraverso pratiche applicative, si possano verificare le posizioni teoriche di maggiore interesse secondo il ciclo scientifico della conoscenza.
Luoghi d'incontro fra saperi in grado di affrontare il “rischio” e le opportunità del rapporto con il mondo esterno, sviluppando un progetto di formazione avanzata sia verso l'interno, sia verso l'esterno, capace di attivare un miglioramento della ricerca e dei suoi esiti rivolto al raggiungimento di livelli di eccellenza anche nell'offerta alle imprese e al mondo delle istituzioni di servizi sempre più innovativi e adeguati alle sfide della contemporaneità. 

 

Per migliorare significativamente la ricerca del dipartimento, il progetto di sviluppo prevede la realizzazione di un'infrastruttura di ricerca nazionale (IR-N).
La IR-N, come definito dall'ESFRI e ripreso nel PNIR 2014-2020, presenta forti legami con il territorio in cui è localizzata e in questo progetto del dipartimento si propone come luogo di sviluppo della ricerca, per una delle cinque aree di specializzazione nazionale intelligente individuate dal PNR 2014-2020: “Turismo, Cultural Heritage e industria della creatività”, in cui è compreso l'ambito tematico: Design, creatività e made in Italy.

 

Secondo quanto stabilito da ESFRI, l'infrastruttura di ricerca si pone come luogo di riferimento per la qualità scientifica dell'attività che vi si svolge e si compone di strutture, risorse e servizi collegati, utilizzati dalla comunità scientifica per condurre ricerche di alta qualità nei campi specifici.
Il progetto prevede di realizzare una piattaforma unitariamente concepita e organizzata per laboratori e centri al fine di garantire efficienze funzionali specifiche, generata attorno a un principio di infrastrutturazione organico che comprende investimenti in strutture, servizi e capitale umano. 
Un sistema che si muove tra Heritage e innovazione dando vita a quello che definiamo Made in Italy - considerato in un'accezione più ampia - per interessare il particolare carattere del progettare e del fare, che muovendo dal territorio arriva a coinvolgere il corpo umano.

 

 

 

Infrastruttura di Ricerca. Integral Design Environment - IR.IDE

 

L'infrastruttura di ricerca (IR.IDE) si configura nello specifico come un sistema circolare, composto da:

- due laboratori: uno dedicato alla progettazione integrale e uno alla rappresentazione (rispettivamente: Pro Research in Integral Design Environment - PRIDE.IT e Vision Integral Design Environment - VIDE)

- un centro studi sulla produzione di valore economico nella cura e trasformazione del territorio (Value Activators in Urban Landscape and Territory - VAULT)

- un centro editoria dedicato alla crescita della conoscenza attraverso la documentazione, pubblicazione e disseminazione degli esiti delle ricerche (Publishing Actions and Research Development - PARD).