Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

“Fare cose con le mani”. Progettare con il corpo

 

3 giugno 2021

ore 10 > 12

 

a cura di Francesca Zanotto

Centro editoria Pard – Publishing Actions and Research Development

 

intervengono:

Gianni Pettena Studio Gianni Pettena, UniversitÓ di Firenze
Virgilio Sieni Centro Nazionale di Produzione della danza per la ricerca e la trasmissione sui linguaggi del corpo

discussant:
Annalisa Sacchi
UniversitÓ Iuav di Venezia

 

per il ciclo Alla ricerca del Made in Italy

 

online su Microsoft Teams, codice: mmjojlm

link dell’evento >>

 

scarica la locandina >>

 

 

abstract

 

La narrazione collettiva dell’ultimo anno ha polarizzato l’attenzione sulla dimensione biologica del corpo, assurta a criterio di relazione e organizzazione spaziale. Questa ritrovata centralitÓ del corpo, tuttavia, ha impresso un’accelerazione a un processo giÓ in corso da pi¨ di un decennio, durante il quale, sullo sfondo di una visione sistemica in termini ambientali, economici, culturali e relazionali, la pratica progettuale ha rivolto il proprio sguardo alla dimensione locale, dove il progettista stesso trascende i confini disciplinari e si fa attivista, artigiano, costruttore, performer, per confondersi, spesso, con l’utente. Fa “cose con le mani” scriveva Ettore Sottsass su Casabella nel maggio 1973 a proposito di forme di progetto autonome, svincolate dalle strutture sociali e commerciali, sviluppate con strumenti e materiali semplici, locali, assecondando l’istinto e le necessitÓ del singolo. Guardando a questa stagione e al contemporaneo, attraverso gli interventi dei relatori invitati il seminario intende indagare quali possano essere i contorni di un nuovo progetto Made in Italy, attento alle energie individuali e alla dimensione fisica, culturale e biopolitica del corpo.