Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Gianugo Polesello nel contesto friulano, tra astrazione e ruralità

 

 

seminario

 

sabato 12 ottobre 2019

Udine, Casa Cavazzini,

via Cavour 14

ore 16 > 19

 

organizzato da

Civici Musei di Udine

Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Udine

Università Iuav di Venezia

 

I Civici Musei di Udine, l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Udine, l'Università Iuav di Venezia organizzano un seminario su "Gianugo Polesello nel contesto friulano, tra astrazione e ruralità", sabato 12 ottobre 2019, dalle 16.00 alle 19.00 a Udine, Casa Cavazzini, via Cavour 14.

 

Il seminario, curato da Massimiliano Valle con contributi di docenti e studiosi, è l’ultimo di una serie di eventi che – tra Milano, Venezia e il Friuli - hanno avviato una riflessione sull’attività progettuale di Gianugo Polesello, composta da lezioni, scritti, disegni, progetti e opere, a partire da una ricerca sulla composizione architettonica: la disciplina che ha posto al centro della sua attività. Tra le pubblicazioni che hanno accompagnato queste iniziative la più recente è il libro su "Gianugo Polesello un maestro del Novecento. La composizione in architettura", a cura di Pierluigi Grandinetti, Armando Del Fabbro e Riccarda Cantarelli, che verrà presentato nel corso del seminario.

 

Tra le tematiche che verranno affrontate nel seminario:

- il rapporto con la cultura della terra friulana, cui Gianugo era anche affettivamente legato, in particolare con i valori della “ruralità”. In questo ambito Polesello ha intessuto rapporti e avviato scambi con numerosi artisti e intellettuali friulani, alcuni originari come lui della bassa pianura friulana;

- il contributo di Gianugo Polesello all'architettura italiana, su vari aspetti tra i quali il rapporto nel progetto tra tradizione e innovazione: un rapporto forte anche se sotterraneo, perché, come scrivono Giuseppe Terragni e il Gruppo 7: "è la tradizione che si trasforma, assume aspetti nuovi sotto i quali pochi la riconoscono";

- la sperimentazione condotta - prevalentemente attraverso progetti, nelle varie fasi della sua attività - sulle categorie e gli strumenti della composizione architettonica: le ricerche sul percorso logico e creativo di formazione del progetto di architettura, i concetti di luogo e di architettura del piano, il rapporto tra ideazione e costruzione, il principio di “astrazione” tra geometria e tipologia, il linguaggio e la retorica architettonica.

 

In particolare la “friulanità” di Gianugo Polesello, originario di Castions di Strada, ne spiega alcuni tratti del suo carattere: il senso del lavoro, il pudore, il rigore, ma anche una profonda sensibilità. Far riemergere il suo rapporto con la cultura friulana può aiutarci quindi a comprendere la sua figura di intellettuale, che riflette sulle condizioni materiali di una società e di un territorio, ma che è anche sempre alla ricerca dell’altrove, guardando oltre. E in questo Polesello era un anticipatore, talora spiazzante, con il gusto del paradosso, ma attento alle identità e alle differenze: in ciò simile – pur nella diversità - a Pier Paolo Pasolini.

 

Il seminario, accreditato dall’Ordine degli Architetti, può presentare interesse per gli architetti friulani, sia per una riflessione sulla propria disciplina sia – essendo numerosi gli ex studenti di Gianugo Polesello – per cogliere il valore e l’attualità del suo contributo all’architettura.

 

 

programma del seminario

 

introducono

Fabrizio Cigolot, assessore alla cultura del Comune di Udine

Paolo Bon, presidente dell'Ordine degli l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e

Conservatori della Provincia di Udine

Armando Dal Fabbro, coordinatore della laurea magistrale in architettura dell’Università Iuav di Venezia

Silvia Bianco, conservatore dei Civici Musei di Udine

 

intervengono

Diana Barillari, docente di storia dell'architettura dell’Università di Trieste

La via friulana all'architettura

 

Francesca Agostinelli, storica dell'arte

Gianugo Polesello e il contesto artistico friulano

 

Pierluigi Grandinetti, docente di composizione architettonica dello Iuav

La stagione dei progetti friulani: trasformare dialogando

 

Claudia Battaino, docente di composizione architettonica dell’Università di Trento

Il paradigma di un giardino sognato

 

Sandro Pittini, docente di composizione architettonica dello Iuav

"La musica è il silenzio tra le note"