Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

progetti e attività 2019-2020

 

 

nuova interfaccia grafica del discovery Primo

 

La biblioteca, in collaborazione con il servizio comunicazione e i sistemi informativi Iuav, ha progettato e configurato una nuova interfaccia di Primo, il portale per l’accesso integrato a tutti i cataloghi e le risorse, locali e remote, messe a disposizione dalla biblioteca e dalle altre strutture archivistiche e documentali dell’ateneo (archivio progetti, cartoteca e diateca).

Gli aggiornamenti riguardano sostanzialmente il layout grafico del portale: la scelta del template, della grafica, del design e la riorganizzazione dei contenuti. Il risultato è più intuitivo e semplificato, oltre che responsive per tutti i dispositivi mobili.

Sono state ottimizzate anche le funzionalità di ricerca, di salvataggio e di export dei risultati. Ciò consente agli utenti di ottenere più rapidamente le informazioni di cui hanno bisogno per le loro ricerche

 

Primo >>

 

 

app MyPrimo

 

La biblioteca, in collaborazione con il servizio comunicazione e i sistemi informativi Iuav, ha progettato e configurato un’applicazione, che consente di avere a portata di mano:

> il portale Primo per effettuare ricerche e accedere al full text delle risorse elettroniche

> il Catalogo del Polo SBN di Venezia per richiedere libri in consultazione e prestito, prenotare la consultazione in sede e gli altri servizi della biblioteca

> altre funzionalità per restare sempre aggiornati sulle novità della biblioteca (orari, servizi, modalità di erogazione e accesso, ecc.), sulle banche dati e sulle risorse digitali.

 

Dall’app MyPrimo è possibile anche collegarsi ai canali social della biblioteca e inviare richieste on-line (informazioni di natura bibliografica, indicazioni sulle strategie di ricerca e sulle fonti da consultare, informazioni sulle collezioni e su tutti i servizi bibliotecari, ecc.).

 

Disponibile anche la versione inglese.

 

Scarica MyPrimo >>

 

 

bibliografia degli scritti di Manfredo Tafuri

 

Nell’ambito del Progetto Tafuri. Archivio e centro di documentazione, la biblioteca partecipa con una serie di attività volte alla ricognizione, il reperimento, la conservazione e la valorizzazione dei numerosi contributi scritti da Tafuri, prodotti durante la sua carriera, dal 1959 al 1993 e pubblicati in varie versioni ed edizioni fino a oggi.

 

Il progetto della biblioteca si è articolato in più fasi:

 

> verifica bibliografica e documentale di tutti i contributi di Manfredo Tafuri presenti nelle collezioni della biblioteca (articoli di periodici, interviste, lezioni, monografie, saggi, voci di enciclopedie e dizionari, immagini, audiovisivi)

> reperimento dei documenti non posseduti, tramite il servizio interno di document delivery, per quanto riguarda gli articoli di rivista o tramite l'acquisto sul mercato delle librerie di modernariato, per quanto riguarda i libri mancanti

> catalogazione dei documenti di cui non erano presenti riferimenti nei cataloghi Iuav (spogli, saggi, monografie, ecc.)

> ricognizione a scaffale degli esemplari posseduti, al fine di verificarne lo stato di conservazione e preservarne la copia migliore tra le collezioni rare e di pregio della biblioteca

> messa disposizione dei documenti recuperati e/o delle riproduzioni digitalizzate (a stampa o in modalità intranet riservata agli utenti Iuav)

> produzione della bibliografia degli scritti di Tafuri con collegamento di ogni riferimento al rispettivo record sul portale di ricerca Primo, per un'immediata localizzazione dei documenti.

 

Inoltre, a testimonianza dei molteplici interessi di Tafuri come storico, critico, accademico capace di interloquire con tutte le declinazioni contemporanee dell’architettura, dell’urbanistica e delle arti, verrà effettuata anche la collazione dei volumi da lui donati negli anni alla biblioteca (allora afferente all'ex dipartimento di storia dell'architettura con sede a palazzo Badoer), verificando su ogni esemplare la presenza di note autografe.