Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

rettore

 

Alberto Ferlenga

 

professore ordinario di progettazione architettonica

al Dipartimento di Culture del progetto

Alberto Ferlenga nasce a Castiglione delle Stiviere nel 1954 e si laurea nel 1980 presso la Facoltą di architettura del Politecnico di Milano.

 

Dal 1981 al 1990 č redattore della rivista Lotus International e nel 1985 ottiene il Leone di Pietra della Biennale di Venezia.

 

Inizia l’attivitą d’insegnamento in forma strutturata nel 1988 come professore associato di composizione architettonica ed č chiamato, l’anno seguente, presso l’Universitą Federico II di Napoli dove rimarrą sino al 2000 e dove ricopre anche la carica di coordinatore del dottorato di ricerca in progettazione urbana.

 

Nel 1987 č chiamato a insegnare come visiting professor presso le universitą statunitensi di Miami, Clemson e Puerto Rico e tiene conferenze a Los Angeles e Caracas. Nel 1988 č invitato dalla municipalitą di Tilburg in Olanda a partecipare alla consultazione per la ridefinizione del centro della cittą e nel 1991 al concorso internazionale a inviti per la sistemazione dell’area circostante l’Alhambra a Granada.

 

A partire dal 1985 inizia una intensa attivitą editoriale, prima come ideatore e direttore (con Luca Ortelli) della collana Stella Polare per la Clup di Milano e autore della guida architettonica Africa (Clup,1990) dedicata alle cittą romane del nord Africa. In seguito come autore delle monografie Electa su Aldo Rossi (1986-1999), del volume dedicato all’opera di Joze Plecnik a Lubiana, (Electa 1991, con Sergio Polano), della monografia su Dimitris Pikionis (Electa, 1999), del volume dedicato ad Hans Van der Laan (Electa, 2000, con Paola Verde), cura, inoltre, la riedizione di Architettura Saggio sull’Arte di E.L Boullče (Einaudi 2005), dei due volumi sull’architettura del Novecento (Einaudi, 2012-2013, con Marco Biraghi), del volume Le strade di Pikionis (Lettera Ventidue, 2014).

 

Negli stessi anni cura e allestisce mostre tra cui quella dedicata a Aldo Rossi del Centre Pompidou di Parigi (curatela) nel 1991, quella dedicata a Dimitris Pikionis presso la fondazione Querini Stampalia di Venezia (curatela e allestimento con Fernanda De Maio) nel 1999, quella su Hans Van der Laan alla Basilica Palladiana di Vicenza (curatela) nel 2000, quella dedicata alle Cittą Invisibili di Italo Calvino (allestimento) per la Triennale di Milano nel 2002.

 

Nel 2001 č tra i nove architetti italiani invitati a intervenire nella ricostruzione dell’area Fiat di Novoli a Firenze, ottiene premi e vince concorsi di architettura tra cui quello per l’area della caserma di Santa Marta a Verona e per l’area dei Ghezzi a Chioggia, per le piazze di Castiglione e per la scuola di Mirandola, che realizzerą. A sua volta partecipa come membro alle giurie di numerosi premi e concorsi tra cui il Prix Europčen de la Reconstruction de la Ville promosso dalla Fondation pour l'architecture di Bruxelles (1999), il concorso internazionale per il parco di City Life a Milano (2010), la Medaglia d’oro dell’architettura italiana della Triennale di Milano (2012-2015), il premio nazionale della Biennale di architettura del Perł (2014).

 

Dal 1995 č professore ordinario di progettazione architettonica ed č chiamato nel 1998 alla cattedra di progettazione presso l’Universitą Iuav di Venezia dove sarą coordinatore, dal 2003, del dottorato internazionale Villard de Honnecourt da lui fondato e, in seguito, dal 2008, direttore della Scuola di Dottorato Iuav. Presso l’Universitą Iuav di Venezia coordinerą anche il corso di laurea magistrale in cittą e sarą coordinatore nazionale del PRIN Piccoli Aeroporti (2006).

 

Continua nel frattempo l’attivitą curatoriale ed editoriale, dal 1996 al 2012 fa parte della redazione di Casabella, nel 2012 cura la mostra L’architettura del mondo dedicata all’architettura delle infrastrutture, per la Triennale di Milano e il relativo catalogo, nello stesso anno č tra gli invitati a presentare un progetto per la curatela del Padiglione Italia della Biennale di Venezia. E dal 2013 č curatore per l’architettura e il territorio della Triennale.

 

Dal 1 ottobre 2015 Alberto Ferlenga č rettore dell’Universitą Iuav di Venezia.