Misure per l’attività Iuav dal 17 giugno al 1° ottobre 2021

Misure per l’attività Iuav dal 17 giugno al 1° ottobre 2021

 

English

 

aggiornamento della Commissione per la ripresa delle attività post-Covid

28 luglio 2021

 

Restano in vigore le normative che impongono, all’interno degli spazi, l’uso della mascherina chirurgica, il distanziamento (1,5 m) e l’adeguarsi dell’utenza ad un comportamento consono ad evitare la diffusione del virus.

L’ateneo prosegue e presidia le azioni a salvaguardia della sanificazione dei luoghi di studio e di attività comune, ad esempio un uso degli impianti tale da aumentare il ricambio dell’aria interna e la sanificazione dei flussi d’aria mediante uso di adeguata filtrazione.

Tenendo conto dell’incertezza dell’evolversi della situazione pandemica, la commissione per la ripresa delle attività post-Covid, oltre ad auspicare l’adesione alla campagna vaccinale da parte di ciascun componente della comunità Iuav, ritiene opportuno che l’uso del Green Pass sia reso già obbligatorio per alcune situazioni al più presto.
Nel cercare di prevedere le modalità di uso delle aule nel prossimo anno accademico, la commissione ritiene che, allo stato delle cose, ancora ci si dovrà attrezzare per una didattica mista (in presenza e a distanza).

La presenza sarà subordinata all’uso della mascherina chirurgica, al distanziamento tra gli utenti, al corretto e responsabile comportamento degli utenti nelle sedi per evitare assembramenti negli spazi comuni e consentire un uso appropriato degli spazi.

 

 

studenti e docenti

 

Per l'organizzazione della didattica restano valide le linee guida individuate dagli Organi di Ateneo e le misure di sicurezza già adottate. In particolare:

– per tutte le attività in programma nei mesi di luglio e agosto la frequentazione degli spazi interni è condizionata dai distanziamenti, da frequenti sanificazioni e dall’uso delle mascherine chirurgiche;

– le attività programmate in questo periodo (tra le quali WAVe e la sfilata conclusiva del Corso di Moda) seguiranno le dettagliate istruzioni che i docenti e collaboratori incaricati del coordinamento forniranno ai partecipanti, in particolare per quanto riguarda l’accesso e l’uso degli spazi comuni (specialmente la zona bar). È previsto un rafforzamento della segnaletica per agevolare i movimenti e la frequentazione delle sedi;

– per quanto riguarda le sessioni di laurea, sarà consentito a ciascun laureando di accedere alla sede con 2 accompagnatori, che dovranno essere preventivamente registrati, come richiesto dalle misure anticontagio. I docenti relatori e gli uffici addetti all’organizzazione degli esami di laurea avviseranno i laureandi di tale opportunità. I laureandi comunicheranno agli uffici competenti i nominativi dei loro personali accompagnatori;

– per riunioni di programmazione per la didattica e la ricerca, i docenti – previo avviso alle portinerie – potranno ospitare colleghi, dottorandi, assegnisti e laureandi, sempre nel rispetto della capienza delle aule riservate a tali incontri;
– il ricevimento degli studenti va gestito in un’aula prenotata e con una eventuale turnazione.

È possibile che nel mese di settembre riprendano le manifestazioni in presenza (seminari, workshop, mostre); ad oggi non possiamo prevedere se e come verranno modificate le capienze e le regole di distanziamento. Sarà cura della Commissione per la ripresa verificare tale opportunità e informare la comunità Iuav.

 

consulta il documento della Commissione per la ripresa delle attività post Covid >>

 

 

personale tecnico amministrativo

 

Come previsto dal Decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105, che proroga l'emergenza sanitaria al 31 dicembre 2021 adeguando alla stessa data le disposizioni sul lavoro agile semplificato, si rinnovano le modalità di presenza nelle sedi e di fruizione del lavoro da casa.

Fino al 1° ottobre 2021 prosegue l'utilizzo della modalità di lavoro agile, garantendo la presenza in servizio fino al limite consentito dagli spazi lavorativi (vedi planimetrie delle sedi a fondo pagina).

Per il personale che usufruisce del telelavoro, l'attività in sede riprenderà secondo l’articolazione stabilita con contratto individuale stipulato per il 2021.

Il personale dichiarato fragile potrà continuare a svolgere l'attività in modalità agile nella percentuale del 100%.

Si prevede quindi un aumento della presenza in sede, superiore all'attuale 50%, fermo restando il criterio della rotazione e della capienza degli uffici (ad esempio su 10 giorni, almeno 6 in presenza).

Per quanti lavorano in stanze singole o dove la capienza è totale, sarà comunque possibile usufruire di giornate di SW, secondo le modalità indicate e concordate con il proprio responsabile.

 

misure di conciliazione vita lavoro: consulta il decreto del direttore generale >>

 

 

uffici palazzo Badoer >>

 

uffici campo della Lana >>

 

uffici Cotonificio >>

 

uffici ex Macello >>

 

uffici Magazzino 6 >>

 

uffici Magazzino 7 >>

 

uffici Tolentini >>

 

Labsco – laboratorio prove materiali >>

 

legenda >>