Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Racconti radicali

 

 

libri, riviste, parole e immagini

per l’architettura

 

mostra

 

30 set > 20 dic 2016

Tolentini, biblioteca

atrio, secondo piano

 

a cura di

Mario Lupano

Sara Marini

 

con

Alice Argentin

 

organizzazione

Sistema bibliotecario e documentale

Commissione biblioteca

 

 

 

Il titolo Racconti radicali raccoglie una mostra e un ciclo di presentazioni di libri, due iniziative costruite per ricordare e discutere storie di radicalità diversamente caratterizzate, a partire da fermenti e sommovimenti che hanno segnato la scena culturale e politica di fine anni Sessanta e inizio Settanta del Novecento.

 

La mostra raduna espressioni scritte e disegnate per la carta stampata e per una pubblicistica sperimentale soprattutto italiana.
Il ciclo di presentazione è dedicato a libri che rileggono quella stagione d’oro della radicalità e ad altri saggi che la disegnano nel contemporaneo.

 

  guida alla mostra

 

La mostra si focalizza su una posizione che ha caratterizzato gruppi di architetti e singoli autori del cosiddetto Radical design e che attraversa anche ricerche precedenti e successive. La radicalità che interessa indagare è un modo critico di leggere la realtà estrapolandone caratteri da palesare attraverso immagini e progettando alterazioni ironiche o distopiche di accadimenti. La sua azione coincide con “il far vedere” e quindi con una produzione intenzionalmente teorica. A sua volta, progettare una esposizione di libri e riviste costruisce un discorso che non cerca l’esaustività, piuttosto tende a sottolinea alcuni modi e strumenti di una presa di posizione.
Centoventotto documenti bibliografici sono disposti e raggruppati in trenta box o vetrine distribuiti sui tavoli dell’atrio. Così la mostra prende le forme di un paesaggio increspato in cui si rincorrono le qualità tridimensionali degli oggetti editoriali, mentre entrano in collisione immagini e parole impresse nella carta di libri e riviste.
Come tutte le mostre, contiene due polarità, due modi d’essere contraddittori: “luogo della deriva” e “guida”. Luogo del display (del dispiegamento dei documenti e delle relazioni fra gli stessi) e luogo dell’exhibit della “spiegazione”. 

 

Una modalità si presenta aperta e interlocutoria, l’altra necessariamente risulta più assertiva e talvolta violenta.
Al suo esordio la mostra predilige la strategia del display: si dà senza apparati esplicativi, pressoché muta, senza discorsi verbali (solo titolo e sottotitolo indicati nel manifesto). Si dà come semplice dispositivo per sollecitare curiosità e immaginazione. Suggerisce una navigazione a vista. Però la sintassi è precisa e ben caratterizzata dalla disposizione dei diversi insiemi: gli elementi nelle singole scatole numerate; le scatole sui tavoli; e i tavoli negli spazi dell’atrio della biblioteca. Successivamente la mostra si arricchisce di una mappa: una planimetria diagrammatica con l’indicazione dei titoli delle scatole e breve testo introduttivo.

 

Infine la mostra sarà dotata di un catalogo-fanzine-guida nel quale si troveranno la descrizione di ogni singolo pezzo contenuto nelle scatole e altri commenti.

 

presentazioni di libri

 

 

21 marzo 2017

San Rocco: architettura, scrittura, lentezza

 

 

25 gennaio 2017

Fuori registro

Simone Gobbo (Macerata, 2016)

intervengono: Simone Gobbo, Vitaliano Trevisan

Tolentini, Biblioteca, aula gradoni

ore 17.30

  scarica l'invito

 

 

15 dicembre 2016

Tic tac city

Alberto Bertagna (Macerata, 2014)

intervengono: Alberto Bertagna, Marco Bertozzi, Giulio Ernesti

Tolentini, Biblioteca, aula gradoni

ore 17.30

  scarica l'invito

 

 

7 dicembre 2016

Interno esterno. Sguardi psicoanalitici su architettura e urbanistica

Cosimo Schinaia (Roma, 2016)

intervengono: Enrico Fontanari, Cosimo Schinaia, Alberto Semi

Tolentini, Biblioteca, aula gradoni

ore 17.30

  scarica l'invito

 

 

16 novembre 2016

Ex libris. 16 parole chiave dell’architettura contemporanea

Giovanni Corbellini (Siracusa, 2015)

intervengono: Piotr Barbarewicz, Fiorella Bulegato, Giovanni Corbellini,

Maddalena Scimemi

Tolentini, Biblioteca, aula gradoni

ore 17.30

  scarica l'invito

 

 

8 novembre 2016

Superstudio. Opere 1966-1978

a cura di Gabriele Mastrigli (Macerata, 2016)

intervengono: Marco De Michelis, Cristiano Toraldo di Francia, Gabriele Mastrigli

Tolentini, aula magna

ore 17.30

  scarica l'invito

 

 

13 ottobre 2016

Yona Friedman. The dilution of architecture

Yona Friedman, Manuel Orazi - edited by Nader Seraj (Zurich, 2015)

Tolentini, Biblioteca, aula gradoni

ore 17.30

  scarica l'invito

 

 

 

guarda in Facebook le foto dell’allestimento >>