Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Cristina Zamagni

 

docente a contratto

settore scientifico-disciplinare

Icar 13 Disegno industriale

 

Dipartimento di Culture del progetto

 

contatti

cristina.zamagni@iuav.it

 

ricevimento

su appuntamento

 

interessi di ricerca

cinema, teatro, fotografia

 

 

Nata a Rimini. Si trasferisce a Firenze per intraprendere gli studi in architettura. Nel 1990 i suoi interessi si rivolgono verso la fotografia, questo cambio di direzione non nega la prima scelta anzi aggiuge la capacità di leggere e amare gli aspetti progettuali dell’architettura in relazioni con il corpo, si applica alla fotografia con uno stile che viene riconosciuto in ambito internazionale da vari critici, in particolar modo da Roberta Valtorta che seguirà tutta la sua produzione artistica. Nel 1994 si aggiunge un altro ambito di indagine, più relativo al corpo e agli aspetti performativi, il teatro con Motus. Ma anche in questa caso non si verifica una rinuncia ma una sommatoria dei vari campi di interessi. Nulla di strano quindi se l’ultimo approdo sia proprio la moda, un ambito del design che contiene tutti gli elementi pregressi e altri ne aggiunge.

 

Insieme a Michele Bergamo, nel 1999 crea il progetto “Wanda e Roger”, la cui produzione consiste in una serie di vestiti pezzi unici. Poi, sempre con Bergamo fa nascere nel 2000 “Boboutic”, luogo in cui “gli occhi poliedrici della mosca” possono guardare liberamente e contemporaneamente in tutte le direzioni. BOBOUTIC è una etichetta indipendente e una collezioni di maglieria, che vegono presentate durante la settimana della moda a Parigi, con continuità dal 2000 ad oggi e sono distribuite da importanti negozi di design di moda di tutto il mondo.

 

Dal 2010 si occupa del Laboratorio avanzato di design della moda (maglieria) nel Dipartimento di Culture del progetto presso l’Università Iuav di Venezia.