Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Marta De Marchi

 

Immagine che contiene persona, parete, parrucchino, vicino

Descrizione generata automaticamente

ricercatore

settore scientifico-disciplinare

Icar 21 Urbanistica

 

Dipartimento di Culture del progetto

 

contatti

marta.demarchi@iuav.it

 

orario di ricevimento

su appuntamento via email

 

 

interessi di ricerca

lettura e rappresentazione critica del territorio; progettazione e pianificazione urbanistica; sistemi territoriali agroalimentari; transizione socio-ecologica e metabolismo urbano; processi partecipativi e adattamento al cambiamento climatico

 

 

Marta De Marchi si è formata all'Università Iuav di Venezia. La sua formazione integra le competenze dell’architettura, del paesaggio e dell'urbanistica, che sono alla base del suo approccio di lavoro al progetto e alla ricerca. Principale interesse di ricerca è l'interazione tra il territorio e i sistemi del cibo, con particolare attenzione ai risvolti spaziali di questa interrelazione. La sua metodologia di ricerca include un approccio di research-by-design che si esplicita nell’indagine della trasformazione spaziale della città e del territorio, immaginata e interpretata attraverso lo strumento dello scenario.

 

Dal 2012 è membro del collettivo Latitude, una organizzazione no-profit italo-belga con sede a Bruxelles che riunisce studiosi, ricercatori e progettisti provenienti da diversi ambiti disciplinari e artistici (architetti, paesaggisti, urbanisti, antropologi, graphic designer e fotografi). L'attività di Latitude prende forma nelle dimensioni della ricerca e del progetto, l'una intesa come terreno di verifica dell’altra. Con Latitude, tra il 2014 e il 2016, ha partecipato al progetto di ricerca Reducing Boundaries. Understanding exclusion through security defensive systems in wealthy urban areas, incentrato sui modelli abitativi urbani delle classi più abbienti di Porto Alegre (Brasile) e Bruxelles (Belgio). Il progetto è stato finanziato dal programma europeo FP7-PEOPLE Marie Curie International Staff Exchange Scheme (IRSES).

 

Dopo il dottorato in Urbanistica, conseguito nella primavera del 2018, è stata assegnista di ricerca all’Università Iuav di Venezia nel progetto Interreg Italia-Croazia CREW-Coordinated wetland management in Italy-Croatia cross-border region, incentrato sullo sviluppo di processi partecipativi finalizzati alla stipula di Contratti di Area Umida, forme di governance partecipata intesi a integrare tutela ambientale e sviluppo sostenibile. Il progetto Interreg, coordinato da Maria Chiara Tosi, ha visto il gruppo di lavoro Iuav concentrarsi sull'area target della Laguna Nord di Venezia.