Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Greta Bruschi

 

ricercatore

settore scientifico-disciplinare
Icar 19 Restauro

 

Dipartimento di Culture del progetto

 

contatti

greta.bruschi@iuav.it

 

orario di ricevimento

su appuntamento via email

 

interessi di ricerca

conservazione dei materiali e dell’Architettura del XX secolo; calcestruzzo armato e restauro architettonico; vulnerabilità e rischio sismico per il costruito storico; cambiamenti climatici e conservazione dell’Architettura

 

 

Greta Bruschi, ricercatore TDA e docente di Restauro architettonico all’Università Iuav di Venezia, si è laureata con lode in “Storia e conservazione dei Beni architettonici e ambientali” (2002) e in “Architettura per la Conservazione” (2005) all'Università Iuav di Venezia. Le tesi discusse, relative alla conservazione dei calcestruzzi armati a facciavista e delle architetture di Carlo Scarpa, mostrano l'avvio di un percorso di ricerca inerente i temi del restauro dell'Architettura del XX secolo. Consegue il dottorato di ricerca in “Storia dell'architettura e dell'urbanistica, curriculum Restauro e Conservazione”, con la tesi “II calcestruzzo armato nel restauro architettonico in Italia. L'opera di Ferdinando Forlati tra le due guerre” (2016).

 

È membro di unità di ricerca afferenti le tematiche del rischio sismico per il costruito storico, del restauro del patrimonio del XX secolo, dei cambiamenti climatici in relazione alla conservazione dell’architettura.

 

Partecipa al gruppo di lavoro interdisciplinare relativo al progetto di ricerca “Venezia2021”: programma di ricerca scientifica per una laguna “regolata”, Linea 5.3. “Piano di adattamento al cambiamento climatico e implementazione di strategie di intervento per la salvaguardia del patrimonio architettonico”, responsabile scientifico Anna Saetta; e partecipa all’unità di ricerca per il progetto finanziato The Getty Foundation – Keeping It Modern Program 2019 “The Halls of Turin Exhibition Center by Pier Luigi Nervi: a multi-disciplinary approach for its diagnosis and preservation”, responsabile scientifico Icar/19: Paolo Faccio, Iuav; coordinatore del progetto: Rosario Ceravolo, DISEG, Politecnico di Torino.

 

Dal 2007 al 2018 ha collaborato, in qualità di assistente alla didattica, ai corsi di Restauro all’Università Iuav di Venezia e all’Università degli Studi di Trieste. Dal 2018 al 2021 è stata tutor alla Scuola di Specializzazione in Beni architettonici e del Paesaggio di Venezia (SSIBAP). Per gli anni accademici 2018/2019 – 2019/2020 è stata titolare del corso di “Teorie e tecniche del Restauro” all’Università degli Studi di Trieste. Per l’anno accademico 2021/2022 è stata titolare del modulo di “Restauro” nel “Laboratorio integrato di architettura sostenibile” all’Università degli Studi di Udine.

 

In qualità di architetto, libero professionista, ha collaborato con studi professionali occupandosi di analisi del costruito propedeutica alla valutazione del rischio, interventi di consolidamento, miglioramento sismico e restauro, progetti di restauro e riuso (progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva).