Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Tiziana Migliore

 

 

 

 

 


professore a contratto

settore scientifico-disciplinare
L-ART/04 Museologia e critica artistica e del restauro

 

 

contatti

tiziana@iuav.it

 

orario di ricevimento

su appuntamento via e-mail

 

 

interessi di ricerca

Fare mostre come modo di fare storia

LISaV, Laboratorio Internazionale di Semiotica a Venezia

 

 

Tiziana Migliore (1975) Ŕ docente di Letteratura artistica della Laurea Magistrale in Visual and Perfoming Arts - FacoltÓ di Design e Arti-Iuav e assegnista di ricerca Iuav nel settore L-ART/04.

 

Ha conseguito il Dottorato alla Scuola Superiore di Alti Studi di Bologna (SSSUB), con Paolo Fabbri.

 

Specialista in semiotica e retorica del visibile, lavora, con strumenti foucaultiani, sulla genealogia dell’arte contemporanea, attraverso ricerche sulla Biennale di Venezia e progetti con l’Archivio Storico delle Arti Contemporanee.

 

Nel corso della 53. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia ha curato la mostra Macchina di visione. Futuristi in Biennale, Iuav-ASAC Biennale, Ca' Giustinian, 3 giugno – 22 novembre 2009.

 

Tra le sue pubblicazioni: Gruppo Á. Trattato del segno visivo (a cura di, Bruno Mondadori 2007), Argomentare il visibile (a cura di, Esculapio 2008), Paolo Fabbri legge Ebd˛mero. Pittura e letteratura nell’opera di De Chirico (Aracne 2008), Macchina di visione. Futuristi in Biennale (a cura di, Marsilio 2009), L’archivio del senso. Quaderni della Biennale di Venezia (a cura di, Et al 2009). Ha all’attivo numerosi articoli in riviste italiane e straniere (Documenti di lavoro, Progetto Restauro, Il Verri, Gente di fotografia, Aut-Aut, Revista de Occidente, Janus, Visible, Ocula, Nouveaux Actes SÚmiotiques).

 

╚ vicepresidente dell’Associazione Internazionale di Semiotica Visiva e membro di due UnitÓ di Ricerca Iuav: Fare mostre come modo di fare storia e LISaV, Laboratorio Internazionale di Semiotica a Venezia.

 

Ha coordinato seminari e convegni allo Iuav (“Letture Semiotiche”, “Michel Foucault. Semiotico del visibile”, “La dimensione meta semiotica del visivo: diagrammi, mappe, schemi grafici”, “Incidenti ed esplosioni. A.J. Greimas, J.M. Lotman. Per una semiotica delle culture”, “I saperi di Ernst Gombrich. Teoria del visibile e analisi dell’arte”, “Retorica del visibile. Strategie dell’immagine tra significazione e comunicazione”) ed Ŕ intervenuta in numerosi congressi, in Italia e all’estero.

 

╚ coordinatrice della collana editoriale Il Metodo Semiotico, diretta da Paolo Fabbri per Bruno Mondadori.