Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Agnes Kohlmeyer

 

curriculum vitae

 

Nata e cresciuta in Germania, studia storia dell’arte, filosofia, lingue e letterature slave alla FU berlinese, decidendo presto e in modo consapevole per la professione della curatrice di mostre, Agnes Kohlmeyer dal 1984 vive a Venezia, con la seconda patria a Berlino.

 

Dopo i primi lavori a Milano nel campo delle mostre e dell’editoria, a partire dal 1986 inizia l’importante collaborazione con il primo vero curatore, lo svedese Pontus HultÚn, allora Direttore artistico di Palazzo Grassi (Effetto Arcimboldo, Jean Tinguely, I Fenici, Arte Italiana dal 1900). Seguono la Direzione Europea di CONTEMPORANEA, International Art Magazine (VE/NY), e – da allora, sempre in maniera indipendente - la cura di innumerevoli mostre in tutto il mondo.

 

A parte le tappe decisive come la collaborazione con Harald Szeemann per la Biennale 1999, la prima edizione svoltasi anche all’Arsenale, e la Direzione del Kunstverein di Ludwigsburg (D) nel 2000-2003 con 22 mostre internazionali – áda menzionare sono Artedomani 3, Spoleto 1992; Artisti dal Veneto, Kunstverein Marburg 1992; Mario Merz, Galleria Civica, Trento 1995; Arnold Sch÷nberg, mostra itinerante multimediale dal 1995-97; Acqua nell’Arte Contemporanea, Vienna 1996; Bauhaus 1919-1933 (in collaborazione con M. De Michelis), Milano 1996; Windows, Hangzhou/Venezia/Berlino/New York, 1996-1997; The Edge of Awareness, Ginevra/New York/Sao Paolo/New Delhi/Milano1997-99 (curatore del catalogo); Petra Peter, Napoli 1999 e Siena 2000; Luisa Lambri, Ludwigsburg/Guarene d'Alba 2000; Chairs in Contemporary Art, Udine 2001; Avish Khebrehzadeh, Ludwigsburg/Roma 2001; Alfredo Romano, Siracusa 2002; Exempla 2, Teramo 2002; Senza Posa-Chemollo/Orsenigo, Palazzo Fortuny, Venezia 2004;Wolfgang (Lobo) Scholz, Museo del Chopo, Mexico City, 2005; Trasparenza, Frauenmuseum Bonn 2005; la collaborazione con il primo Pad. Nazionale della Cina alla Biennale di Venezia, 2005; La Strada (Fuori Uso), Pescara 2005/06; Arte in Movimento, KV Ludwigsburg 2006; varie collaborazioni con FRAME in Finlandia, infine l’importante mostra Borders & Beyond, Taidehalli Helsinki 2009; The Swimmer-Roma Tearne, Palazzo Zenobio 2011 (in concomittanza alla Biennale), e molto altro ancora.

 

Una consistente parte della sua vita professionale diventa, a partire dal 2003 l’insegnamento di Arte contemporanea in teoria e prassi alla FacoltÓ Design e Arti (oggi Dipartimento Culture del Progetto) dell’UniversitÓ Iuav di Venezia, dove a partire dal 2009 dirige il Laboratorio d’arte (5) finale.

 

Parla correntemente quattro lingue e ne legge altre tre, scrive, viaggia, osserva e fotografa - “wandering-wondering” il motto centrale della sua vita.

 

 

<< torna alla pagina del docente