Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Umberto Trame

 

curriculum vitae et studiorum

 

Venezia 1948. Laureato presso Iuav nel 1974.

Vincitore di “Assegno biennale di formazione didattica e scientifica” per i bienni dal 1974 al 1980, svolge attivitą didattica e di ricerca quale assistente presso i corsi di Composizione Architettonica.

 

Ricercatore confermato di Composizione Architettonica dal 1980, č dal 1990 Professore Incaricato di Composizione Architettonica e dal 2005 Professore Associato di Composizione Architettonica e Urbana presso il Dipartimento di Architettura, Costruzione, Conservazione dell’Universitą IUAV di Venezia. Dal 1998 al 2000 č stato incaricato del corso di “Caratteri tipologici e morfologici dell’Architettura” presso la facoltą di Architettura di Trieste. Dal 2013 al 2015 č stato Direttore del Corso di Laurea Magistrale “Architettura e Innovazione” del Dipartimento di Progettazione e Pianificazione in Ambienti Complessi dello Iuav di Venezia.

 

Unitamente all’attivitą didattica e di ricerca condotta presso l’Universitą Iuav di Venezia  svolge l’attivitą professionale in forma singola fin dai primi anni dopo la laurea, ed in forma associata dal 1992, quando ha fondato con Laura Pacetto lo Studio di Architettura e Urbanistica, trasformatosi nel 2005 in Studio Trame e Associati. Nel 2008, in seguito alla partecipazione a progetti di ambito internazionale, fonda lo studio AST Engineering.

 

Nei primi anni di attivitą ha collaborato con Carlo Aymonino al progetto per il Parco Urbano e la zona del sottomura di Ferrara; con Luciano Semerani ai Piani Intercomunali dell'area comprensoriale di Pordenone e di Porto Tolle (VE); con Gianugo Polesello al Piano della Comunitą Pedemontana del Livenza (PN) i cui risultati sono raccolti nell'omonimo volume edito dalla Marsilio nel 1984.

 

Dopo la stagione dedicata ai piani di grande scala (piani che verranno ripresi a partire dal 2003 con importanti incarichi di cui diamo successivamente conto), a partire dagli anni '80 partecipa attivamente, attraverso concorsi ed incarichi pubblici, alla progettazione di manufatti e alla ridefinizione di parti di cittą, con riferimento particolare ai problemi delle aree urbane centrali (riuso e ristrutturazione degli edifici e delle aree di impianto storico).

 

Le principali opere di questo periodo sono i municipi di Caneva (PN) e Brugnera (PN) - incarico su concorso vinto -; le case a schiera e la piazza a Colle di Arba (PN); il centro civico di Pinzano al Tagliamento (PN) - incarico su concorso vinto; il complesso direzionale dei palazzi Pegolo e Fabio a Sacile - in collaborazione -; la sede della Cassa di Risparmio di Venezia a Pordenone.

 

Ha redatto i Piani Particolareggiati dell'area centrale dei Comuni di Porcia, Sacile e Travesio (PN); i progetti per le attrezzature sportive di Colle Umberto (TV), e i progetti di concorso per l'area centrale di Vittorio Veneto (TV), per il centro civico di Tricesimo (UD) - premiato; per la piazza XX Settembre a Pordenone; per il teatro Galli e la piazza Malatesta a Rimini; per il sistema del tempo libero di S. Giuliano e Forte Marghera a Venezia – segnalato; per la riqualificazione della piazza di Aviano (PN); per la sede della Provincia di Pordenone; per il nuovo padiglione centrale della Fiera di Pordenone e della Fiera di Vicenza – segnalato; per la conversione in polo espositivo della Pescheria di Trieste e per l’accesso al Borgo Castello e la riqualificazione della Piazza Vittoria a Gorizia – premiato; per la realizzazione di una scuola elementare a Bagno a Ripoli (Fi); per la riqualificazione del centro urbano del Cavallino (VE); e per il riuso e la riqualificazione dell’ex cotonificio di Fiume Veneto (PN) – segnalato; per la costruzione dell’area di Fondo Frugose a Verona; per l’ampliamento della scuola media G. Bianchi a Codroipo (UD) e per il restauro e ristrutturazione del complesso edilizio Beato Pellegrino a Padova.

 

Č stato incaricato del progetto di ristrutturazione ed ampliamento del teatro G. Verdi a Pordenone e dell'adiacente Piazza della Pescheria - in collaborazione; della costruzione di una nuova loggia e sistemazione delle piazze del centro medioevale di Porcia (PN) - realizzati; del recupero e valorizzazione del complesso edilizio ed ambientale di Villa Varda (PN); della costruzione della nuova Caserma dei Carabinieri di Cordenons (PN) (realizzata); della nuova scuola materna e della palestra di Oderzo (TV) (realizzate); delle opere parrocchiali e della chiesa feriale di Roveredo in Piano (PN) (realizzate); delle opere di arredo urbano dell’area centrale e del nuovo ponte coperto della cittą di Motta di Livenza (TV); del progetto del nuovo Teatro comunale di Azzano X (PN) (realizzato); della piazza del Centro Storico di Caneva (PN) (realizzata); della nuova scuola elementare del centro di Tamai di Brugnera (PN) (realizzata); della nuova palestra comunale di Tamai di Brugnera (PN) (realizzata); del progetto di Project Financing del parcheggio interrato in Piazza del Mercato a Cortina d’Ampezzo (BL); del project financing per la “cittadella sanitaria” dell’ULSS di Treviso, degli studi e dei progetti per un nuovo quartiere residenziale a Carpanedo di Albignasego (PD).

 

Č stato membro, dal 1976 al 1990 del Gruppo Interdisciplinare Centrale per la Ricostruzione delle aree colpite dal sisma della Regione Friuli Venezia Giulia, con funzioni di coordinamento dell'opera di ricostruzione e di progettazione delle opere di restauro degli edifici di particolare pregio storico, artistico ed ambientale (tra gli edifici pił significativi  di cui ha curato il progetto e diretto la realizzazione, la villa Gabelli a Porcia (PN) e le ville Trevisan e Menegozzi-Brazzoduro ad Aviano (PN)).

 

Nel 1984 ha ideato la collana "Architetti della cittą veneta" (ed.: Biblioteca dell'Immagine - Pordenone) nella quale č edito un suo volume: "Architettura e progetti 1977-1983".

 

Presente a mostre, convegni e seminari ha compiuto viaggi studio in Europa e nell'America Latina, partecipando ai seminari di progettazione per l'area di Kleparz a Cracovia - Polonia e per l'area di Puerto Norte a Rosario - Argentina; ai progetti per l'area di Venezia ovest e per l'area centrale di Varsavia; e all'interno degli studi sulla cittą mediterranea, al concorso internazionale per la ricostruzione dei Souks di Beyrouth Libano i cui risultati sono stati pubblicati nel catalogo della mostra: “Architetti italiani per la Siria e il Libano nel Ventesimo secolo” - Beirut - 2008.

 

Nell'ambito degli studi e delle manifestazioni pił direttamente legate alla storia della cittą e dei luoghi veneto-friulani, oltre alle numerose mostre e convegni a cui ha partecipato,  nel 1988 ha ideato e diretto gli studi e la mostra "Il Friuli Occidentale e Venezia nel '700 - La cultura della Villa", i cui risultati sono documentati nel catalogo edito dalla Biblioteca dell’Immagine – PN 1988. E’ stato docente al XV corso di storia dell’arte e della cultura dedicato a castelli - ville e giardini del Centro Regionale di Catalogazione e Restauro dei Beni Culturali di Villa Manin di Passariano (UD) - 1991. Ha curato gli studi sull’architettura del Duomo di S. Marco a Pordenone i cui risultati sono raccolti nel saggio “La fabbrica del Duomo” pubblicato nel volume ”S. Marco di Pordenone” Ed: GEAP 1993. Nel 1994 ha ideato e diretto gli studi e la mostra “La fabbrica dell’Abbazia di Sesto. Disegni, rilievi e restauri del 900”, i cui risultati sono documentati nel volume dello stesso titolo. - Ed. Ellerani – 1996 e nel volume “L’Abbazia di Santa Maria di Sesto al Reghena” – Ed Skira - Milano - 2000.

 

Ha ideato e diretto mostre sull’architettura contemporanea, le pił significative delle quali sull’opera di Santiago Calatrava nel 1995 alla Fondazioni Masieri di Venezia e nel 1996 al Palazzo della Ragione di Padova.

 

Nel 1990 ha vinto il premio IN/ARCH per il Friuli Venezia Giulia con l'opera del Municipio di Brugnera (PN).

 

Ha pubblicato alcuni suoi progetti nel volume: "Architettura del Luogo" - Quaderni di Architettura di Anfione Zeto - 1993. Alcuni progetti  sono stati pubblicati sul numero 656/98 della rivista Casabella”, sul numero 12/98 della rivista “Adrastea”, e nella mostra catalogo: “Lo spazio pubblico in Italia 1990-1999” – Alinea Editrice - Firenze - 1999 (la Loggia di Porcia), e nella mostra catalogo: “Lo spazio pubblico in Italia 1998-2000” – Alinea Editrice - Firenze – 2001( Il recupero dell’edificio e dell’area delle ex scuole elementari a Centro Civico e Sociale e parco urbano e ricostruzione della corte del Porto Vecchio a Roveredo in Piano)  e nel volume: “L’architettura e le sue declinazioni” - Iperedizioni  - Verona - 2008.

 

Nel 2014 la rivista “Costruire in laterizio” ha pubblicato il complesso scolastico della scuola materna e della palestra di Oderzo.

 

Dal 2001 al 2005 č stato Direttore Scientifico della rivista internazionale di Architettura “OP  Opera e progetto”  Editrice compositori – Bologna – che ha ideato e di cui ha curato il n° 0 dedicato al “Quadracci PavillonMilwaekee Art Museum di Santiago Calatrava.

 

Nel 2003 nell’ambito del rinnovo delle leggi e degli strumenti urbanistici di governo del territorio della Regione Veneto č stato chiamato a redigere il nuovo PRG del Comune di Verona e successivamente nel  2004-2005  il nuovo PAT del Comune di Verona (pubblicato in “Urbanistica Quaderni” n. 48/2007 – Collana INU) con funzioni anche di Advisor del Sindaco per i problemi urbanistici della cittą. Nell’ambito di tale impegno ha organizzato il convegno internazionale di studi: “Il piano e l’architettura della cittą. La ricomposizione della cittą europea del ‘900”, i cui risultati sono stati pubblicati nel n. 70 della rivista “Area” – Ed. Motta – Milano – 2003.

 

Nel 2003-2004 č stato chiamato a far parte del gruppo di progettazione per la revisione del nuovo PTRC della Regione Veneto (con particolare riferimento alle questioni relative all’assetto  della logistica regionale), i cui risultati sono stati pubblicati nei due volumi editi dalla regione:”Documento programmatico preliminare per le consultazioni” – 2004 e “Questioni e lineamenti di progetto” – 2005. Il nuovo PTRC č stato definitivamente adottato il 17.02.2009.

 

Nel 2004/2005, per conto del Consorzio Zai – Interporto Quadrante Europa ha diretto gli studi ed i progetti per l’espansione del “Nuovo Interporto e per l’Ambito dell’Innovazione Produttiva e della Ricerca Scientifica e Tecnologica di Verona”. Ha organizzato il convegno internazionale di studi sui temi della logistica e dei parchi scientifici e tecnologici i cui risultati sono stati pubblicati nel volume di studi: “Verona. Il Masterplan del Quadrante Europa” Ed. Compositori – Bologna 2005. Tali studi e progetti hanno ottenuto il riconoscimento del “Premio Urbanistica e Pianificazione Territoriale” Luigi Piccinato della Regione Veneto – Seconda Edizione 2005.

 

Nel 2005/2006 per conto del Consorzio ZAI ha inoltre redatto il”Piano Urbanistico Attuativo dell’Area Nord del Quadrante Europa” Piano aggiornato e definitivamente approvato nel 2011.

 

Nel 2005 nell’ambito del rinnovo degli strumenti urbanistici del Comune di Modena č stato chiamato a redigere le linee guida per la “Riqualificazione del quartiere Modena Est i cui risultati sono stati esposti nel convegno-workshop del settembre 2005, presso i Saloni dell’ex Foro Boario di Modena e pubblicati nel volume : “Cittą e progetto” – Editrice Compositori - Bologna 2006. Studi proseguiti nel 2006/07/08 sulla base di una “convenzione” tra Comune di Modena e Universitą Iuav di Venezia della quale č stato responsabile scientifico.

 

Nel 2006, nell’ambito del rinnovo degli strumenti urbanistici del Comune di Padova, ha ricevuto l’incarico di “Consulente scientifico”, con riferimento in particolare ai tematismi relativi al sistema insediativo urbano, e con funzioni di coordinamento e di collaborazione con l’ ”Ufficio di Piano”nella redazione degli elaborati di analisi e di progetto del nuovo PAT (Piano di assetto territoriale) adottato nel 2009. Inoltre,con riferimento al rafforzamento dell’asse metropolitano Padova-Venezia, č stato nomimato dallo Iuav “Responsabile scientifico e coordinatore” degli studi e dei progetti per la definizione del nuovo sistema della logistica metropolitana PD-VE. Tali studi condotti sulla base di una convenzione tra Regione Veneto-Sistemi Territoriali, Interporto di Padova, Magazzini Generali di Padova e l’Universitą Iuav di Venezia, si sono conclusi nel 2008 con la definizione del progetto di “Masterplan e la pubblicazione ad opera dell’Universitą Iuav dei volumi “Studi e progetti per un Masterplan della logistica metropolitana PD-VE”.

 

Nel 2006/2007, nell’ambito degli studi e dei progetti predisposti dalla Regione Autonoma Friuli V.G., per conto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e sulla base di una convenzione tra Regione Friuli V.G. e Universitą Iuav di Venezia a svolgere tali studi, č stato nominato “Responsabile Scientifico” della Universitą Iuav di Venezia per la redazione del “Piano Strategico e del Piano della Mobilitą relativi ad un’area vasta” comprendente 70 comuni della provincia di Trieste, Gorizia e Udine.

 

Nel 2006/08, nell’ambito delle ricerche cofinanziate Universitą-MURST (Ministero dell’Universitą e della Ricerca Scientifica e Tecnologica), č stato chiamato a partecipare alla ricerca: “Opere Pubbliche e Cittą Adriatica”, i cui risultati sono stati esposti nei convegni di novembre 2007 all’Universitą Iuav di Venezia e di giugno 2008 alla Facoltą di Architettura di Ascoli Piceno e raccolti nei volumi di studi “OP adriatico 1. Indirizzi per la riqualificazione dei progetti urbani e territoriali” -  Ed. List. - Barcellona  2008, e  OP 2- hyper adriatica” – Ed. List – Bracellona 2009.

 

Nel 2007 nell’ambito dei programmi di sviluppo delle “Piattaforme nazionali” predisposti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e di attuazione delle politiche infrastrutturali previste dai “Corridoi transeuropei”(e in particolare dal Corridoio VIII Bari-Varna) č stato chiamato dal Consorzio ASI di Avellino a redigere lo “Studio di Prefattibilitą della Piattaforma Logistica di Valle Ufita”. Nell’Ambito di tale impegno ha programmato e diretto nel settembre 2008 il Convegno di studi sui temi della Logistica Campana e sulla strategicitą dei progetti di “Corridoio Interno”, i cui risultati sono stati raccolti nel volume di studi “La piattaforma logistica di Valle Ufita – Studio di prefattibilitą” edito dalla Casa Editrice “Il Poligrafo”-  Padova   2008.

 

Nel 2007/2008, nell’ambito delle azioni e dei programmi di ricerca attivati dal Metadistretto Logistico Veneto e sulla base di una convenzione interuniversitaria tra Regione Veneto, Universitą Iuav di Venezia e Universitą degli studi di Padova, č stato nominato “Responsabile scientifico e coordinatore” del Progetto Strategico per lo sviluppo della Logistica del Veneto”, conclusosi con la pubblicazione dei volumi di studio a cura dello Iuav nel dicembre 2010. 

 

Nel 2007/2008 inoltre, nell’ambito del rinnovo degli strumenti di programmazione dell’Autoritą Portuale di Venezia č stato chiamato a redigere gli “Studi di Prefattibilitą del nuovo Piano Regolatore Portuale del Porto di Venezia”, con particolare riferimento all’ambito insediativo di Porto Marghera, i cui risultati sono stati pubblicati ad uso interno a cura dell’APV. In relazione a tale contesto, ma con particolare riferimento ai sistemi infrastrutturali dell’Alto Adriatico nel 2008 č stato chiamato a coordinare uno studio sul” Ruolo della logistica fluviale e sull’intermodalitą del trasporto merci nell’area adriatica”. (Programma comunitario nppainterreg/cards - phare - Progetto Aplomb 323), conclusosi con il convegno organizzato da Log System nel luglio 2008 all’ex chiesa di S. Marta di Venezia.

 

Nel 2007/08  nell’ambito delle intese Comune di Padova - Facoltą di Architettura di Venezia,  č stato incaricato di svolgere gli “studi e i progetti per il Nuovo Ospedale e per il nuovo Campus della medicina della cittą di Padova”, a partire da un workshop internazionale organizzato e diretto nell’Universitą Iuav di Venezia nel luglio 2007, i cui risultati sono stati esposti nella mostra inaugurata il 25 ottobre 2008 al Centro Culturale Altinate di Padova, e  pubblicati nel volume : “Workshop 2007  - Facoltą di architettura di Venezia – Edizioni Marsilio – Venezia 2009.  Infine č stato incaricato di predisporre il volume di studi conclusivo dell’intera esperienza, dal titolo: “I luoghi della cura. Studi e progetti per il nuovo ospedale e la facoltą di medicina della cittą di Padova” . Edizioni  Il Poligrafo - PD  2010.

 

Nel 2008 č stato chiamato dalla Societą Marco Polo Storica di Edimburgo a partecipare al progetto generale di restauro e riordino delle principali aree archeologiche della Libia:  Leptis Magna, Sabratha, Cyrene, Tolemaide e del Castello di Tripoli (quali siti archeologici di importanza mondiale – patrimonio culturale e naturale dell’Umanitą – in base alla Convenzione UNESCO) con compiti  di coordinatore generale del settore di architettura e di progettazione delle nuove strutture dell’accoglienza, del ristoro e dell’ospitalitą, delle nuove sedi della Soprintendenza locale e del restauro/ nuova progettazione  degli edifici  museali (di Leptis, Sabratha e Tolemaide)  necessari per rendere attuale e moderno il sistema museale di quelle aree archeologiche. A seguito del workshop internazionale tenutosi nella sede dell’Unesco di Venezia nel 2009, ha predisposto i progetti definitivi per i diversi edifici e le diverse aree conclusisi nel 2010 ed esposti nel XV Salone dei Beni Culturali e del Restauro – Venezia Dicembre 2011. Una sintesi di tale attivitą č stata inoltre pubblicata nel saggio: “I progetti per l’accoglienza nei siti archeologici della Libia – Leptis, Sabratha e Tolemaide” incluso nel volume di studi: “Strategie e Programmazione della Conservazione e Trasmissibilitą del Patrimonio Culturale” – Edizioni scientifiche Fidei Signa – Roma 2013.

 

Nel 2009 su incarico della “Socialist People’s Libyan Arab Jamahirya” ha redatto il “Masterplan del Piano di sviluppo del waterfront dalla cittą di Zuwarah e, nello stesso anno, – unitamente a Grandi Lavori Fincosit – ha redatto il progetto preliminare per il porto turistico e la marina della cittą di Zuwarah.

 

Nel 2009, nell’ambito dello sviluppo del sistema logistico del Veneto e sulla base di una convenzione tra la Regione Veneto e l’Universitą Iuav di Venezia dalla quale č stato nominato “Responsabile scientifico  č stato chiamato a coordinare gli studi per uno degli hub principali della logistica veneta definito dal PTRC e relativo al: Progetto strategico della Porta Orientale”. Tale incarico ha comportato la stesura di due documenti di fattibilitą: il “Documento Preliminare” del novembre 2009 ed il “Rapporto preliminare ambientale” del gennaio 2011. Nello stesso anno, nell’ambito degli studi e progetti per il Porto di Venezia, č stato incaricato dall’Autoritą Portuale di Venezia degli “Studi di fattibilitą propedeutici alla formazione del Piano Particolareggiato dell’Isola Portuale di Marghera nell’ambito del nuovo Piano Regolatore Portuale”.

 

Nel 2009/10, nell’ambito delle convenzioni tra Regione Veneto, Universitą degli studi di Padova e Universitą Iuav di Venezia, e per conto delle Ferrovie Servizi, č stato chiamato a redigere, unitamente con l’Universitą di Padova, il progetto definitivo del “Nuovo ponte ferroviario sulla linea Rovigo-Chioggia”, tra i centri di Loreo e Rosolina, con particolare riferimento agli aspetti connessi con l’architettura del manufatto e al suo inserimento paesaggistico ambientale.

 

Nel 2010/11, nell’ambito dei progetti finanziati dall’Unione Europea attraverso il  FSE (Fondo Sociale Europeo), dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dalla Regione Veneto, č risultato Assegnatario e Responsabile Scientifico da parte dell’Universitą Iuav di Venezia di due assegni di ricerca relativi al tema: “Logistica e Territorio: la rete dei nodi complessi di interscambio. Le nuove piattaforme logistiche distrettuali”. Sula base di tali assegni ha coordinato gli studi relativi a: “Indagine sui principali Porti dell’Unione Europea” e “Indagine sui principali Interporti dell’Unione Europea” i cui risultati sono stati pubblicati ad uso interno dallo Iuav di Venezia. Nello stesso periodo in relazione agli studi condotti sul sistema logistico del Veneto, č stato chiamato dalla Societą Alba di Mira a redigere il primo Concept del “Progetto intermodale del Distretto Logistico-portuale di Giare” (Mira- Venezia), funzionalmente connesso sia con l’asse plurimodale Padova-Venezia che con il Porto di Venezia.

 

Nel 2011 č stato incaricato dalla Societą Condotte spa di partecipare alla predisposizione del Project Financing e del relativo”Progetto preliminare per la nuova Cittadella della Salute” promossa dalla Azienda Sanitaria di Treviso.

 

Nel 2011 č stato chiamato a partecipare alla procedura di gara in qualitą di Transport Planning & Logistics Advisor (gara vinta ed assegnata) per lo “Studio del modello di esercizio  e del layout di massima del sistema container d’altura – terminal di terra e dei relativi collegamenti” predisposta dall’Autoritą Portuale di Venezia e conosciuto come Terminal Off Shore. Capogruppo e leader di progetto la societą Halcrow di Londra.

 

In relazione allo stesso progetto č stato incaricato dalla Societą ALBA srl di coordinare gli “Studi  Complementari” per l’organizzazione di un diverso modello di esercizio tra il Terminal Off Shore e il Terminal di Terra collocato a Giare in comune di Mira, modello fondato sul trasferimento dei container attraverso una galleria sub lagunare-submarina. Nello stesso anno nell’ambito degli studi volti allo sviluppo del “Master Plan del Sistema Idroviario dell’Italia del Nord”, č stato chiamato dalla Societą ALOT (Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica) a contribuire alla formazione del Master Plan attraverso gli studi e le proposte di progetto riferite all’ambito della Regione Veneto.

 

Nel 2012 nell’ambito degli studi relativi ai grandi hub della logistica e dei trasporti nazionali e internazionali č stato chiamato dalla SOGEAP Aeroporto di Parma a predisporre il “Programma Generale” ed il “Programma Operativo per lo sviluppo dell’Aeroporto”; con riferimento sia alle azioni da intraprendere all’interno dell’ambito aeroportuale, sia a quelle relative al sistema logistico dei trasporti Cargo; e dalla societą InTeA di Venezia a partecipare alla gara per la “Redazione dello studio di impatto ambientale del Masterplan 2030” dell’aeroporto Marco Polo di Tessera. Nel contempo č stato chiamato dall’ASPO - Azienda Speciale Porto di Chioggia- a predisporre lo “Studio di Fattibilitą” del nuovo Piano Regolatore del Porto nell’ambito del riordino delle aree di banchina e degli sviluppi ed interrelazioni con il Porto di Venezia.

 

Nell’ambito della attivazione da parte dell’Universitą di Ca’Foscari e dell’Autoritą Portuale di Venezia del “Master Internazionale Port Economics and Management – PEM-“ č stato nominato “Responsabile Scientifico e Coordinatore” del Modulo D/2 “Port Planning ad Management”.

Č inoltre stato incaricato dalla GHP –Greater Port-Harcourt City Development Authority- Nigeria, di predisporre il progetto di “Design of bulk infrastructures for the Spare Parts Automotive Technician Market along Port Harcourt Aba Expressway, Rivers State” , un nuovo sito logistico della cittą.

 

Nel 2013 unitamente ad aver partecipato ai concorsi di progettazione indetti dal comune di Appiano –BZ- per il progetto di “Cantine vinicole a Cornaiano”, e dal comune di Tenero-Contra (Canton Ticino - Svizzera) per il progetto della “Nuova Scuola d’Infanzia”, č stato chiamato da KPMG Italia a far parte del gruppo di progettazione che ha partecipato alla gara indetta dall’Autoritą Portuale di Genova per lo “Studio dell’impatto economico e sociale del Porto di Genova”derivante dal nuovo Piano Regolatore Portuale; dalla Societą Pessina Costruzioni –MI- alla gara per la progettazione esecutiva del “Museo Nazionale della Shoah di Roma”.

 

Nell’ambito di un accordo di collaborazione sottoscritto tra Confcommercio Nazionale, Confcommercio della Provincia di Gorizia, Comune di Gorizia e Universitą Iuav di Venezia, esteso agli anni 2013-14, č stato nominato responsabile scientifico ed operativo degli “Studi per la riqualificazione delle aree urbane centrali della cittą” e dei relativi “Progetti Guida”.

 

Nell’ambito della riorganizzazione delle strutture dipartimentali dell’Universitą Iuav di Venezia č stato eletto Direttore del Corso di Laurea Magistrale: Architettura e Innovazione del DPPAC. 

 

Il 2014  č segnato principalmente dalla attivitą di direzione del Corso di Laurea Magistrale in Architettura e Innovazione e delle attivitą ad esso collegate. In particolare dalla partecipazione alla XIV Mostra Internazionale di Architettura

con l’organizzazione del Workshop dal titolo “Details architecture seen in section”- 8/10 luglio 2014 Sala delle Armi – Arsenale di Venezia; dalla partecipazione al “International workshop Smart City and Smart Building” quale responsabile della sezione W05- Housing and Public Services  Treviso/Venezia 3/10 ottobre 2014, e dalla partecipazione alla manifestazione Urbanpromo - 11/14 novembre 2014 all’interno della Triennale di Milano.

 

Nell’ambito degli accordi di collaborazione tra Universitą Iuav di Venezia ed Istituzioni e/o Enti Locali č stato chiamato:

– da Unindustia Rovigo e dal Comune di Porto Tolle a predisporre gli studi e i progetti per la riqualificazione dell’area industriale della centrale termoelettrica di Polesine Camerini

– dalla Direzione della Azienda Ospedaliera di Padova – Regione Veneto e dall’Universitą di Padova a far parte della Commissione per la valutazione degli elementi caratterizzanti il Nuovo Ospedale di Padova

– dal Campus Universitario CIELS di Padova a predisporre gli studi e i progetti per la realizzazione del Nuovo Campus Universitario e delle attrezzature e servizi ad esso connessi

– dal raggruppamento Idea Tolomeo di Treviso a far parte del gruppo di lavoro per l’attuazione del progetto EASYCONNECTING – “Europe – Adriatic Sea – Way Freight” IPA Adriatico, rivolto allo sviluppo delle attivitą di logistica della Regione Marche.

 

Ha redatto i progetti di concorso per la ristrutturazione  e l’ampliamento della scuola media del comune di Caldaro (BZ); e per l’ampliamento, ristrutturazione ed adeguamento/miglioramento sismico ed energetico della Scuola Primaria Cesare Battisti del Comune di Azzano Decimo (PN).

 

Č stato incaricato dalla ditta Solagna & C. del restauro della Villa Sala Basaglia/Barbariga e della costruzione di una nuova R.S.A. nell’ambito della proprietą nel Comune di Vigonza (PD).

 

Č stato nominato responsabile scientifico di due PHD triennali post-laurea della Scuola di Dottorato IUAV dal Titolo: “Cittą e commercio. Un progetto integrato nella riorganizzazione dello spazio urbanizzato”.

Dal 2014 č stato chiamato a far parte dell’Accademia di San Marco di Pordenone.

 

Il 2015 č caratterizzato principalmente dalla partecipazione ad importanti progetti e gare di architettura e urbanistica:

- progetto di ristrutturazione, miglioramento sismico e adeguamento funzionale della sede della Cassa Depositi e Prestiti a Roma;

- progetto per la costruzione di una scuola elementare con palestra in comune di Lasa (BZ);

- gara per la formazione del Piano degli Interventi del comune di Treviso – primo classificato – ;

- gara internazionale per la redazione del Piano Regolatore Portuale di Venezia – terzo classificato – ;

- progetto per la rimozione delle strozzature di Ponte S. Giorgio, Ponte Porta Reno, Ponte Prinella e Ponte della ferrovia Bologna-Padova nella cittą di Ferrara – Idrovia Ferrarese – Rete Transeuropea dei Trasporti (TEN-T).

 

Č stato inoltre chiamato dalla Sun Oil Italiana a definire il progetto per la riqualificazione  ambientale e la valorizzazione urbanistica dell’area Sun Oil in comune di Sona (VR).

 

Unitamente alla attivitą didattica svolta nel Dipartimento di Architettura, Costruzione, Conservazione, ha partecipato alla mostra-premio Gubbio 2015, nella sezione: “Premio Universitario”, con il progetto: ”Marghera - L’Arsenale di Terra”, ed č stato nominato responsabile scientifico del “Corso di aggiornamento scientifico e disciplinare: Costruzioni di Legno” tenuto allo Iuav di Venezia.

 

Nell’ambito delle iniziative per il Giubileo della Misericordia č stato chiamato dall’Abazia Benedettina di Sesto Al Reghena (PN) ha redigere i progetti per il nuovo ambone e per il coro presbiteriale abaziale.

 

Nel 2016 nell’ambito degli studi e delle ricerche coordinate con la Scuola di Dottorato dello IUAV di Venezia č stato chiamato a partecipare:

- al convegno di studi sui Distretti del Commercio in Veneto con la relazione: “Urbanistica commerciale e Distretti del commercio”- Venezia 25.01.2016;

- al convegno di studi organizzato dalla Confcommercio Veneto con la relazione: “Rigenerazione urbana e distretti del commercio” – Caorle Palaexpomar 22.02.2016.

 

Nell’ambito degli studi sul “Recupero delle periferie urbane e dei sistemi morfologici di impianto storico” d’intesa con l’Autoritą Portuale e con il Comune di Venezia ha attivato i progetti di masterplan per la riconversione del waterfront di S. Marta.

 

Č stato chiamato dall’ASPO (Azienda Speciale per il Porto) di Chioggia a presiedere la commissione giudicatrice i “lavori di bonifica e riqualificazione ambientale delle banchine A-B del Terminal Fluvio Marittimo in Val da Rio”.

 

Č stato incaricato di redigere:

- il progetto della ristrutturazione della Villa Locatelli a Porcia (PN);

- il progetto della ristrutturazione della Casa Manfrč a Pordenone;

- il progetto preliminare per il recupero e la riconversione ad attivitą ricettive del Fabbricato Demaniale 280 collocato alla Marittima del Porto di Venezia.

 

In occasione dei 40 anni dal sisma che ha colpito il Friuli, nell’ambito del convegno “I tecnici della ricostruzione” – Gemona 08.10.2016 - ha ricevuto dalla Regione Autonoma FVG l’”Attestato di Riconoscimento” per l’operato professionale prestato all’interno del Gruppo A che ha diretto la ricostruzione.

 

Dalla Onlus veneziana “Venice International Center for the Environment and Culture” č stato nominato direttore della nuova collana editoriale “Levante”- Bononia University Press - per gli studi sulle cittą e sull’ambiente del Veneto e del Nord-Est, nella quale ha pubblicato il volume: Marghera – L’Arsenale di Terra – Bologna 2016.

 

 

<< torna alla pagina del docente