ITALIANO

 

CARATTERI TIPOLOGICI E DISTRIBUTIVI DEGLI EDIFICI A (ICAR 14)

 

Anno di corso: 1° 2° 3°

Ore di attività in aula: 50

CFU: 4

 

SERENA MAFFIOLETTI

 

Collocazione nel progetto formativo

Il programma assume come orizzonte gli obiettivi formativi stabiliti dal Corso di Laurea per il triennio, riferiti alle finalità specifiche di questo insegnamento: il dimensionamento, la disposizione e la forma degli spazi e la relazione tra questi fattori; i caratteri tipologici e distributivi degli edifici, nell’insieme e nelle loro parti; la presenza delle esperienze del passato nell’evoluzione architettonica presente.

 

obiettivi

Il corso si prefigge di contribuire a dotare lo studente di una consolidata conoscenza dell’esperienza della costruzione della città contemporanea attraverso la presentazione della ricerca che il XX secolo ha svolto sulla residenza urbana, dalla scala dell’alloggio e delle sue parti, a quella dell’edificio e della sua aggregazione negli spazi della città.

Il corso non si prefigge solo di offrire contributi analitici e documentativi sul tema, ma lo studente stesso sarà impegnato in alcune esercitazioni analitiche e di ”approccio” progettuale, secondo le modalità di seguito indicate.

La conoscenza, conseguita dallo studente attraverso un consistente nucleo di lezioni e le esercitazioni previste anche nella forma dell'ex-tempore, vuole contribuire alla formazione di un progettista dotato di una maggiore padronanza dei più qualificati episodi della ricerca sull'abitazione.

 

contenuti

Il corso si propone di offrire allo studente un’ampia documentazione analitica delle esperienze sviluppate dall’inizio del XX secolo ad oggi sul tema della residenza, costruendo una vasta panoramica che presenti le fondamentali proposte e realizzazioni, collocandole entro i modi di costruzione della città.

 

– Sono previste numerose lezioni di carattere analitico sui tipi edilizi semplici e complessi della residenza e sui tipi insediativi:

l’abitazione nel razionalismo tedesco (“case alte, medie, basse”, le Siedlungen…,); dalle Maison Citrohan e Domino all’Unitè d’habitation di Le Corbusier; Vienna delle Hofe e di Loos; l’esperienza inglese e olandese dell’housing così come i Grandes ensembles francesi; la ricostruzione della città nelle nuove esperienze di residenza urbana (come a Berlino, Barcellona...); abitare la metropoli americana/il grattacielo americano; nuovi grattacieli europei; l’abitazione secondo i Maestri italiani dagli anni ’30 agli anni ’70…i più recenti esempi europei…

Le problematiche e i progetti, che formano i capitoli tematici sopra elencati, saranno affrontati a più scale:

saranno indagati gli alloggi e le loro parti costitutive, i caratteri spaziali del tipo architettonico ed edilizio, le modalità di aggregazione degli alloggi nell’edificio, le modalità di composizione di più edifici residenziali e di edifici funzionalmente diversi nella parte di città, la morfologia insediativa…

 

– Il corso propone due tipi di esercitazioni nella forma anche dell’ex- tempore, nelle quali lo studente testimonierà il grado di padronanza raggiunto nello studio dei casi e dei temi affrontati:

a. progettazione/riprogettazione di alloggi sulla base di esempi illustri per i caratteri tipologici e distributivi, scelti e indagati dallo studente;

b. progettazione di alloggi o parti di un alloggio come indagine di scelte fondative tipologiche e/o distributive.

 

modalità d’esame

L’esame sonderà la capacità analitica e propositiva sviluppata dallo studente, attraverso un’indagine delle conoscenze acquisite tramite le lezioni e attraverso la discussione degli elaborati prodotti durante le attività del corso.

 

bibliografia essenziale di riferimento

La bibliografia sarà resa accessibile allo studente nel dossier che la docenza consegnerà agli studenti all’inizio del corso. Oltre alla bibliografia, tale dossier conterrà:

– scritti che istruiscono e aggiornano le problematiche sul tipo architettonico come strumento del progetto;

– i fondamentali temi e esempi cui si rivolgerà l’attenzione e l’analisi dello studente.

 

orario e modalità di ricevimento

Il docente sarà reperibile sempre al termine delle lezioni e sarà comunque contattabile tramite e-mail.