ITALIANO

 

ESTIMO

Anno di corso: Quinto

Ore di attività in aula: 80

CFU:      

 

EZIO MICELLI

 

obiettivi

L’obiettivo del corso è di fornire allo studente i principi e gli strumenti grazie ai quali concorrere alla qualità del progetto alla luce dei contributi dell’economia e dell’estimo.

 

contenuti

Il corso si articola in cinque parti. Nella prima sono affrontati i temi generali della disciplina, attraverso alcune nozioni di base dell’economia, l’esame dei fondamenti della disciplina estimativa e l’analisi dei mercati di riferimento.

La stima del valore di mercato rappresenta l’oggetto della seconda parte. Nella terza parte, sono affrontati i temi della valutazione dei costi del progetto. Nella quarta, vengono affrontati i temi della valutazione finanziaria del progetto e della sua fattibilità. Infine, alcuni importanti temi dell’esercizio professionale sono oggetto dell’ultima parte del corso.

Tutti i temi del corso sono sistematicamente affrontati con riferimento alla loro natura teorica ed applicativa.

Di seguito, viene riportata la struttura del corso articolando sinteticamente i contenuti delle 5 sezioni del corso.

1. Fondamenti

Nozioni di economia. I principi dell’estimo. I criteri di stima. I procedimenti di stima diretti e indiretti. Il mercato immobiliare e il mercato delle costruzioni e le relative fonti informative.

2. La stima del valore di mercato.

Procedimenti di stima sintetici e procedimenti analitici, la capitalizzazione dei redditi.

3. La stima del costo di costruzione

I procedimenti sintetici, il computo metrico estimativo.

4. La stima dei beni strumentali e la valutazione di fattibilità del progetto

Il valore dei beni strumentali, valore di mercato e valore di trasformazione.

Gli studi di fattibilità.

5. Temi di esercizio professionale

Il catasto dei terreni e il catasto dei fabbricati. L’espropriazione per pubblica utilità.

 

modalità d’esame

L’esame consiste in una prova scritta basata sulla discussione dei temi indicati nel programma.

Per i frequentanti, specifiche esercitazioni consentiranno verifiche parziali di apprendimento nel corso del semestre.

 

bibliografia essenziale di riferimento

Pindyk R., Rubinfeld D. (1996) Microeconomia, Zanichelli, 1996

Realfonzo A. (1994) Teoria e metodo dell’estimo urbano, Nis, Roma, 1994

Forte C., De Rossi B. (1974) Principi di economia ed estimo, Etas, Milano 1974

Simonotti M. (1997) La stima immobiliare, Utet, 1997

Michieli I., Michieli M. (2002) Trattato di estimo, Edagricole, Bologna.

Stanghellini S. , Il nuovo Catasto dei Comuni, Maggioli, Rimini, 1998.

Prizzon F. (1995) Gli investimenti immobiliari, Celid, Torino 1995

Carbonara S., Furlani A. (2002) Testo unico sugli espropri per pubblica utilità, pubblicato sulla rivista Estimo e Territorio, n. 6.

De Mare G., Morano P. (2002) La stima del costo delle opere pubbliche, Utet, Torino

 

orario e modalità di ricevimento

Durante l’orario di ricevimento, stabilito all’inizio di ogni semestre compatibilmente con gli orari della didattica, gli studenti possono incontrare il professore per approfondire specifici temi.