Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Agostino De Rosa

 

curriculum vitae et studiorum

 

Agostino De Rosa (Bari 1963), architetto, Professore Ordinario, insegna presso l’UniversitÓ Iuav di Venezia/corso di laurea in Architettura: tecniche e culture del progetto. Ha ricoperto docenze e tenuto conferenze presso UniversitÓ e Istituzioni culturali in Italia e all’estero. ╚ autore di libri e saggi incentrati sui temi della rappresentazione e della storia delle immagini. Coordina scientificamente il gruppo di ricerca Imago rerum e la relativa unitÓ di ricerca (presso l’UniversitÓ Iuav di Venezia) con il quale ha curato mostre presso istituzioni nazionali e straniere.

 

Formazione e carriera accademica

• Professore Ordinario in Disegno (ICAR/17) presso l’UniversitÓ Iuav di Venezia, dal Novembre 2002 ad oggi.

• Professore Associato in Disegno (ICAR/17) presso l’Istituto Universitario di Venezia IUAV (poi UniversitÓ Iuav di Venezia) dal Novembre 1999 all’ottobre 2002.

• Ricercatore Disegno (gruppo H11) presso il Politecnico di Bari, dal Novembre 1996 all’ottobre 1999.

• Assegnista di ricerca con borsa post-dottorato presso la facoltÓ di Architettura dell’UniversitÓ degli Studi di Napoli Federico II, 1995.

• Dottore di ricerca in “Rilievo e Rappresentazione dell’Architettura” (VI ciclo) presso la facoltÓ di Architettura dell’UniversitÓ degli Studi di Napoli Federico II, 1991-1993.

• Specializzando presso la Scuola di Specializzazione in Progettazione Urbana/UniversitÓ degli Studi di Napoli Federico II, 1989-1990.

• Laureato in Architettura presso la facoltÓ di Architettura dell’UniversitÓ degli Studi di Napoli Federico II, 1989, con 110/110 e lode e dignitÓ di stampa.

•Alunno interno nei corsi di Geometria Descrittiva e Applicazioni della Geometria Descrittiva tenuti dalla prof.ssa Anna Sgrosso presso l’UniversitÓ degli Studi di Napoli “Federico II”.

• MaturitÓ classica (1982).


AttivitÓ didattica

╚ attualmente titolare della cattedra di “Laboratorio di Rappresentazione dell’Architettura” (A, annuale), approfondendo i temi dei fondamenti e delle applicazioni della Geometria Descrittiva, e del disegno architettonico presso l’UniversitÓ Iuav di Venezia/corso di laurea triennale in Architettura: tecniche e culture del progetto. Insegna anche, presso lo stesso Ateneo, “Teoria e storia dei metodi di rappresentazione”, approfondendo i temi storico-critici legati all’evoluzione della scienza della rappresentazione, ma anche alle forme di figurazione non canonizzate i termini matematico-proiettivi. Coordina l’attivitÓ didattica dei corsi afferenti al SSD Icar 17 presso lo Iuav, sia alla Triennale che alla laurea Magistrale, compresa quella dei corsi di Riallineamento in “Disegno”. La sua attivitÓ didattica presso l’Ateneo veneziano principia nel 1999 e continua ininterrottamente d fino ad oggi. Ha insegnato anche “Disegno del paesaggio” presso la Laurea Magistrale in Architettura del paesaggio (Iuav) fino al 2013. In precedenza ha insegnato (dal 1997 al 1999) Disegno per l’ambiente e il territorio presso la FacoltÓ di Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio di Taranto/Politecnico di Bari; Teoria e Storia dei Metodi di rappresentazione (dal 2000 al 2007) presso la FacoltÓ di Architettura dell’UniversitÓ degli Studi di Napoli “Federico II”.

Ha tenuto conferenze, lezioni e workshop presso le seguenti istituzioni accademiche e di ricerca:

- 2010, 2017 Facultad de Bellas Artes de Altea/Universidad Miguel Hernßndez de Elche (Spagna);

- 2010, la Chartreuse-CNES, di Villeneuve les Avignon (Francia);

- 2013 - ad oggi, Venice International University (VIU);

- 2015, Bilgi University- Faculty of Architecture, Istanbul (Turchia);

- 2015, Escuela de Arte, San Telmo Mßlaga (Spagna).

- 2017, USF School of Architecture and Community Design, University of South Florida, Tampa (USA).

Dirige il curriculum in “Rappresentazione e rilievo dell’architettura”, all’interno della Scuola Dottorale Iuav (Venezia), dove tiene regolarmente lezioni sulla scienza e la storia della rappresentazione.
Nell’A.A. 2010-2011 ha beneficiato dell’anno sabbatico per svolgere attivitÓ di ricerca.
╚ responsabile degli scambi accademici (studenti e docenti) tra l’UniversitÓ Iuav e le seguenti universitÓ straniere: University of Florida School of Architecture (SoA) (USA); Mcgill University, faculty of Archietcture, Montreal; Bilgi University- Faculty of Architecture, Istanbul (Turchia); ISIK Univesrity-Faculty of Architecture, Istanbul (Turchia); Escuela de Arte, San Telmo Mßlaga (Spagna); Bezalel Academy of Arts and Design, Gerusalemme (Israele); TU Kaiserslautern Fachbereich Architektur, Kaiserslautern (Germania).

Al momento della stesura del curriculum, A.D.R. sta concludendo gli accordi di partnership accademica tra UniversitÓ Iuav di Venezia e, rispettivamente, la Stanford University-Architectural Design degree (California, USA) e lo UC Berkeley College of Environmental Design (California, USA) e the School of Architecture and Community Design, University of South Florida, Tampa.

 

Premi e riconoscimenti

- Vincitore (1989) del Premio L. Vagnetti dell’U.I.D. (Unione Italiana del Disegno) per la tesi “Architectura Ficta”.


AttivitÓ di ricerca

Gli ambiti specialistici verso cui si orientano le ricerche di A.D.R. sono riassumibili nelle seguenti topic:


- storia dei metodi e delle forme di rappresentazione, attraverso studi specialistici e monografici sui protagonisti della disciplina, e sottolineando i forti legami intercorrenti tra l'esperienza artistica e l'elaborazione scientifica del problema. Le sue ricerche si allineano con le attuali tendenze speculative orientate verso un approccio multi-disciplinare. Si veda in merito la recente (2013) edizione critica dell’opera del padre Minimo Jean-Francois NicÚron(1613-1646), e segnatamente dei suoi due trattati - La Perspective curieuse (Parigi1638) e il Thaumaturgus opticus (Parigi 1646) – e il rilievo digitale e l’interpretazione proiettiva degli apparati anamorfici da lui ideati, insieme a Padre Emmanuel Maignan (1601-1676), presso il Convento di TrinitÓ dei Monti (Roma). La ricerca Ŕ stata condotta all’interno di una convenzione-quadro tra UniversitÓ Iuav di Venezia, Ambasciata di Francia presso la Santa Sede (Francia) e Museo di Storia delle Scienze (Firenze); o la partecipazione all’International Network di ricerca scientifica intitolato: Daniele Barbaro (1514-70): In and Beyond the Text col patrocinio del Leverhulme Trust, con la partnership de: the University of St Andrews, the Centre d’╔tudes SupÚrieures de la Renaissance, Tours, e la Biblioteca Nazionale Marciana, Venezia;

- fondamenti e applicazioni della Geometria Descrittiva, attraverso progetti di ricerca rivolti all’attualizzazione della disciplina e all’innesto virtuoso delle nuove tecnologie digitali con gli antichi ‘saperi’ e i metodi tradizionali di rappresentazione geometrica dello spazio. Si veda in questo senso la sua partecipazione al PRIN 2008, in qualitÓ di responsabile scientifico dell’unitÓ veneziana, dal titolo “Geometria descrittiva e rappresentazione digitale: interfacce naturali per la genesi e lo sviluppo della forma nel progetto degli artefatti” (Coordinatore nazionale: Riccardo Migliari);

- rapporti tra arte e scienza, con particolare attenzione ai legami rilevabili tra l’immaginario scientifico e la produzione artistica contemporanea. Significativo in questo senso Ŕ il coordinamento scientifico del progetto di ricerca incentrato sull’artista statunitense James Turrell per la costruzione di un clone digitale del Roden Crater project, e la realizzazioni di simulazioni digitali degli eventi astronomici attesi nel progetto nei prossimi 12000 anni. Il progetto di ricerca (coordinato con Richard Andrews) Ŕ stato realizzato in collaborazione con la Skystone Foundation (Flagstaff, USA) e la DIA Foundation (New York, USA). Altrettanto attinente a questo ambito di studi, Ŕ la ricerca internazionale, di cui A.D.R. Ŕ responsabile, dedicata all’opera di John Luther Adams per la realizzazione di un’installazione acustica e cromo-luministica ‘intonata’ alla laguna veneziana, parte del progetto internazionale SILA. The Breath of the wolrd (in collaborazione tra UniversitÓ Iuav di Venezia e Museum of the North, Fairbanks, Fondazione Thetis, Fabrica/Benetton, Istituto Veneto di Scienze, Lettere e Arti e CNR Venezia). Nello stesso ambito di studi, si segnala la sua partecipazione (2011) al Marie Curie Project sul tema della "Desertification" con la School of English, Communication and Philosophy, Cardiff University (England). Inoltre ha collaborato recentemente con il regista tedesco Werner Herzog alla realizzazione di una sequenza animata nel suo nuovo film Salt and Fire (2016). La collaborazione con Herzog si estende alla realizzazione di un'installazione multimediale, in un tunnel abbandonato della metropolitana tedesca di Berlino, intitolata "Zone of alienation" (data prevista di realizzazione: 2019) centrata sull’immaginario scientifico contemporaneo visto da studiosi di un prossimo futuro ‘remoto’.

- studi sulla stereotomia, segnatamente orientati verso il rilievo di selezionate architetture litiche presenti nell’Europa occidentale, e la loro interpretazione alla luce della trattatistica coeva. Questo ambito di studi Ŕ stato esplorato attraverso numerose tesi di laurea, tesi di dottorato e assegni di ricerca. In particolare, A.D.R. Ŕ stato responsabile scientifico della ricerca finanziata dal Fondo Sociale Europeo (FSE) per l’anno 2008-2009, intitolata Digital stereotomics: antiche tecniche di ‘taglio della pietra’ e nuove tecnologie di prototipazione digitale in architettura, con l’assegnazione di due assegni di ricerca (n░2). Sempre in questo ambito disciplinare, ha recentemente partecipato (in qualitÓ di Responsabile scientifico nazionale) alla selezione nazionale PRIN (bando 2015), con un progetto intitolato “Dalla pietra al digitale: nuovi protocolli per la catalogazione, l’analisi e la prefigurazione delle opere europee in pietra da taglio” (in fase di valutazione ministeriale).


╚ stato responsabile di e ha partecipato a numerose ricerche finanziate dal MURST, dal CNR, dal Fondo Sociale Europeo.


Partecipazione a comitati scientifici e redazionali, nazionali e internazionali:

Dal 2004 Ŕ membro dell’Advisory Board della rivista internazionale CHORA/Intervals in the philosophy of architecture, McGil-Queen’s University press, Montreal & Kingston, Londra e Ithaca, diretta da Alberto PÚrez-G˛mez e Stephen Parcell.

A decorrere dal 2005, Ŕ membro dell’AHRA (the Architectural Humanities Research Association), con sede a Londra.

Dal 2006 Ŕ direttore scientifico della collana editoriale “Geometria/Disegno/Immagine” presso la casa editrice Cafoscarina (Venezia).

Dal 2012 Ŕ membro dell’Advisory Board della rivista internazionale “Autoportret. A Quarterly on Good Space”, Cracovia (Polonia), diretta da Dorota Leśniak-Rychlak.

╚ membro del Comitato Scientifico della nuova collana editoriale del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano.

Dal 2013 Ŕ Direttore scientifico della collana editoriale “Storia dei metodi e delle forme di rappresentazione” presso la casa editrice Aracne s.r.l. (Roma).

Dirige le collane editoriali ‘Geometria Disegno Immagine’ (ed. Cafoscarina, Venezia) e “Teoria e storia delle forme di rappresentazione” (Aracne, Roma).

 

 

 

<< torna alla pagina del docente