Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Angelo Maggi

 

curriculum vitae et studiorum

 

Angelo Maggi è nato a Hitchin (Gran Bretagna) nel 1968. Conseguita la maturità scientifica nel 1988 si iscrive al Corso di Laurea in Architettura presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (I.U.A.V.) nell’a.a. 1988-89, dove ha superato con il massimo dei voti tutti gli esami storici consentiti dal Piano di Studio in ‘Storia e conservazione dei beni architettonici’.

 

Nel 1995 vince una Borsa di Studio Erasmus di dodici mesi, per condurre ricerche inerenti al tema della tesi di laurea, presso la Heriot-Watt University, Edinburgh College of Art, School of Architecture di Edimburgo.

 

Nel giugno del 1996 consegue il Diploma in Architecture presso la School of Architecture dell’Edinburgh College of Art presentando una dissertazione intitolata Poem of Stone: Rosslyn Chapel in the Iconography of the eighteenth and nineteenth centuries, classificata con un First Class Award e considerata “the best essay produced by a fifth year student”.

 

Si laurea presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (I.U.A.V.) il 26 Marzo 1997 con una tesi in Storia dell’Architettura intitolata Light and Lighting. Architetture e tecniche di illuminazione in Inghilterra tra il XVIII e il XIX secolo conseguendo il punteggio massimo di 110/110 e lode, relatori Prof. Renzo Dubbini e Prof. Alistair Rowan.

 

Nel luglio 1998 risulta vincitore del President’s Commendation Essay Medal Competition 1997 della Society of Architectural Historians of Great Britain con il saggio Poetic stones: Roslin Chapel in Gandy’s sketchbook and Daguerre’s Diorama pubblicato nel n.42 di Architectural History, Journal of the Society of Architectural Historians of Great Britain (Sept.1999).

 

Dal 1998 al 2002 prepara presso la Heriot-Watt University, Edinburgh College of Art, School of Architecture un Ph.D. (dottorato di ricerca) sull’inquadramento generale delle vicende architettoniche della Rosslyn Chapel in Midlothian. Il Ph.D. discusso ad Oxford presso il St John’s College il 23 settembre 2002 si intitola. Rosslyn Chapel: an Icon through the ages (Supervisor: Prof. Alistair Rowan; Examiner: Sir Howard Colvin). L’attività di ricerca riguarda principalmente lo studio dello sviluppo dell’edificio attraverso l’analisi dell’apparato iconografico. Dai risultati di ricerca del Ph.D parte la proposta per una mostra presso la National Gallery of Scotland: Rosslyn. Country of Painter and Poet (11 aprile – 7 luglio 2002).

 

Dal dicembre 1998 inizia a collaborare con l’Istituto Italiano di Cultura per la Scozia e l’Irlanda del Nord. Insieme all’Istituto avvia indagini tese a delineare le relazioni tra la cultura architettonica-fotografica italiana e il mondo anglosassone. In occasione dell’Italian Festival 1999 cura la mostra di fotografie di Luigi Ghirri, Il profilo delle nuvole, presso l’Edinburgh College of Art (5-21 ottobre 1999). Lo stesso anno risulta vincitore della borsa di studio del Ministero degli Affari Esteri Italiano per condurre ulteriori analisi per il Ph.D.

 

Nel maggio del 1999, in occasione dell’Architecture and Design Conference “Glasgow 99”, il Royal Incorporation of Architects in Scotland (RIAS) gli conferisce il Thomas Ross Award per i risultati di ricerca del Ph.D sulla Rosslyn Chapel.

 

Dal 2000 è borsista e ricercatore presso l’Archivio del Moderno dell’Accademia di Architettura di Mendrisio, Università della Svizzera Italiana.

 

Nel 2001 risulta vincitore del Sir John Soane Foundation Fellowship per gli studi condotti sull’architetto John Soane e i ponti in legno svizzeri. Lo stesso anno inizia la collaborazione con il Sir John Soane’s Museum di Londra in qualità di curatore (insieme al Dr Nicola Navone) della mostra itinerante John Soane e i ponti in legno svizzeri. Architettura e cultura tecnica da Palladio ai Grubenmann.

 

Nel 2001, in occasione del convegno internazionale La cultura architettonica in Russia da Caterina II ad Alessandro I presso la Fondazione Giorgio Cini di Venezia, presenta una comunicazione intitolata “Identità e continuità nella forma urbana. Il ruolo di William Hastie e Luigi Rusca in Russia” dove viene indagato il rapporto fra due architetti della fine del Settecento proponendo letture comparate delle opere di pianificazione territoriale in Russia.

 

Nel 2002 viene invitato a rappresentare la Heriot-Watt University, Edinburgh College of Art, School of Architecture, nel convegno internazionale Landscapes of Water: history, innovation and sustainable design (26-29, Settembre 2002) con l’intervento intitolato “Men as mimic of Nature: Enlightenment bridge builders and construction technology in water”.

 

Nel 2003 gli viene ufficialmente conferito il titolo di Doctor of Philosophy in Architecture and Visual Studies presso la Heriot-Watt University, Edinburgh College of Art.

 

 

attività di ricerca

 

1994-1995 - collabora con il Dipartimento di Urbanistica dello IUAV al “Piano Particolareggiato. Area Programma A”, parte del PRG del Comune di Imola, insieme al Prof. Edoardo Salzano e il Dott. Mauro Baioni.

 

1997 - collabora con Simpson & Brown Architects, nella prima fase dei lavori di restauro e consolidamento di Saltwell Towers in Northumberland (U.K.).

 

1998 - collabora con John Renshaw Architects al disegno e rilievo di Wester Kittochside Farm House (Glasgow) per il National Trust of Scotland nel progetto per il National Museum of Scottish Country Life.

 

1999 - è invitato a tenere una conferenza presso lo Scottish Arts Club in occasione dell’assegnazione del Thomas Ross Award del Royal Incorporation of Architects in Scotland (RIAS).

 

- é invitato a partecipare al programma radio BBC/Scotland di Brain Morton dove viene intervistato sull’Architettura bizantina e gli apparati musivi di Ravenna.

 

- collabora con Simpson & Brown Architects al Piano di Recupero della Rosslyn Chapel per il quale cura le analisi fotografiche, storiche, archeologiche e gli avvicendamenti funzionali che ne hanno concretamente configurato l’aspetto attuale.

 

- collabora, inoltre, con la National Gallery of Scotland, in qualità di curatore della mostra Rosslyn Country of Painter and Poet. La mostra inaugurata il 10 Aprile 2002 comprende dipinti, calotypes, stampe all’albumina e disegni originali, reperiti in collezioni private e pubbliche. Sulla base dei materiali archivistici e iconografici inediti, cura in qualità di autore, insieme alla Contessa di Rosslyn, un libro edito dalle Gallerie Nazionali di Scozia.

 

2000 - inizia la collaborazione sul tema di ricerca: “La formazione degli architetti ticinesi nelle Accademie di Belle Arti italiane fra il XVIII ed il XX secolo. Una prima indagine”. La ricerca, di durata biennale, promossa dall’Archivio del Moderno dell’Accademia di Architettura di Mendrisio (Universita della Svizzera Italiana) viene finanziata dal Schweizerischer Nationalfonds zur Förderung der wissenschaftlichen Forschung. Da questa collaborazione iniziano gli studi sugli Albertolli e il loro ruolo nell’insegnamento dell’Architettura e dell’Ornato nelle Accademie della Lombardia e del Veneto.

 

- la collaborazione con l’Archivio del Moderno dell’Accademia di Architettura di Mendrisio continua con l’organizzazione della mostra John Soane e i ponti in legno svizzeri. Architettura e cultura tecnica da Palladio ai Grubenmann. La mostra (a cura di Angelo Maggi e Nicola Navone) mette a fuoco l’interesse di John Soane per i ponti in legno svizzeri, in particolare per quelli realizzati dai fratelli Johannes e Hans-Ulrich Grubenmann, abili carpentieri appenzellesi che avevano raggiunto notorietà internazionale grazie ai ponti costruiti a Reichenau (1756-57), Sciaffusa (1756-58) e Wettingen (1764-66).

 

- in occasione dell’International Conference Landscapes of Water: History, Innovation and Sustainable Design, presenta l’intervento “Men as mimic of Nature: Enlightenment bridge builders and construction technology in water”.

 

2003 - presenta presso la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia il libro di Italo Zannier Fantastoria della Fotografia, Edizioni Arti Friulane, Udine 2003.

 

- presenta il numero 23/24 della rivista Fotologia – Studi di Storia della Fotografia, Collana del Museo di Storia della fotografia Fratelli Alinari, presso l’Ateneo Veneto.

 

2004 - in occasione della conferenza “Una biblioteca di fotografia come opera creativa - Presentazione del Fondo Daniela Palazzoli”, presso l’Università IUAV di Venezia, presenta un intervento intitolato: “Leggere la fotografia attraverso i libri”.

 

- organizzazione e coordinamento della mostra, Pittorialismo e Cento anni di fotografia pittorica in Italia, presso Villa Savorgnan di Lestans. Nell’ambito della rassegna Spilimbergo Fotografia 2004 curata dal CRAF.

 

- nell’ambito del 4° corso sull’architettura di Carlo Scarpa, dedicato alla fotografia d’architettura del Novecento, presso il Centro Internazionale di Studi di Architettura “A.Palladio” di Vicenza, tiene una lezione dal titolo: “Il sentimento dell’architettura nella fotografia del Novecento”.

 

- in occasione del Seminario Internazionale di Studi Tra Luce e Ombra, presso l’Università IUAV di Venezia, presenta l’intervento: “Teorie della luce nelle lezioni della Royal Academy”.

 

2005 – svolge attività di ricerca per conto della Fratelli Alinari s.p.a. I.D.E.A. Museo di Storia della Fotografia, sull’immagine fotografica dell’Istria e della Dalmazia.

 

- tiene una conferenza presso l’Accademia di Belle Arti a Foggia dal titolo “Alla ricerca delle origini della fotografia”.

 

- tiene la relazione dal titolo “Dalla visione poetica di Lucien Hervé alla fotografia contemporanea” presso Caffè Pedrocchi di Padova, nell’Incontro di Studio “Lucien Hervé - Le Corbusier - La Fotografia” organizzato dallo Università IUAV di Venezia in collaborazione con la Galleria Brusegan arte & design.

 

- in occasione del Seminario Internazionale di Studi Orienti e Occidenti della Rappresentazione, presso l’Università IUAV di Venezia, presenta l’intervento: ‘”Romancing Japan. Temi e contesti fotografici di Alvin Langdon Coburn”.

 

- tiene nel corso di Tecnica delle costruzioni del prof. Enzo Siviero presso l’Università IUAV di Venezia un seminario dal titolo “Il ponte e la sua immagine. Verso una storia della rappresentazione fotografica di ponti nel paesaggio”.

 

2006 - in occasione del Seminario IUAV “Grandi complessi: L’Acropoli d’Atene e i suoi dintorni”, curato dal Centro studi Architettura Civiltà Tradizione del Classico, tiene il seminario intolato “Focus on the Acropolis: da Giovanni Battista Lusieri ad Edward Steichen”.

 

- lezione introduttiva e presentazione del fotografo Erich Lessing in occasione della mostra Arresting Time 50 anni di fotografia presso Palazzo Guarnieri a Feltre.

 

- tiene la conferenza “Arte e fotografia nell’opera di Gottfried Hofer” presso il Salone Hofer del Grand Hotel Des Alpes di Madonna di Campiglio, in occasione della mostra “Arte e turismo nelle Dolomiti tra Otto e Novecento” (luglio – agosto 2006).

 

2006 - presentazione del libro di Robert Byron Il Giudizio sull’Architettura con R. Dubbini e A De Poli presso la Biblioteca Palatina di Parma in occasione del Festival dell’Architettura.

 

- conferenza sulla “Fotografia d’architettura e d’arte”, presso il Lions Club di Padova, Centro Congressi Breda.

 

- in occasione dell’Assemblea Annuale dell’Associazione Archivi Architettura Contemporanea (AAA/Italia), tiene un seminario pubblico dedicato alla fotografia d’architettura.

 

2007 - in occasione del Seminario IUAV “Grandi complessi: I Fori Imperiali”, curata dal Centro studi Architettura Civiltà Tradizione del Classico, tiene il seminario intitolato “Da Campo Vaccino al Foro Romano: la rappresentazione dell’Antico tra disegno e fotografia”.

 

2008 - svolge attività di collaborazione e consulenza scientifica presso l’Archivio Fotografico Storico della Soprintendenza per i Beni Storico-artistici della Provincia Autonoma di Trento.

 

- è invitato a organizzare e coordinare il viaggio di studio promosso dall’Università IUAV di Venezia in collaborazione con il Centro Italiano di Architettura Contemporanea “Da Charles Rennie Mackintosh alle origini” che si è tenuto dal 15-20 ottobre a Glasgow e Edimburgo.

 

- è invitato a partecipare come relatore presso il Corso di alta formazione: “Paesaggio. Immagine e realtà” che si è tenuto dal 20-25 ottobre presso la Fondazione Federico Zeri a Bologna e l’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti di Venezia.

 

 

attività didattica

 

Dal 1997 tiene seminari e lezioni presso Università IUAV di Venezia nei corsi di Storia dell’Architettura e del Paesaggio e di Storia dell’Architettura contemporanea del Prof. Renzo Dubbini.

 

Dal 1999 al 2003 collabora all’attività didattica dell’Edinburgh College of Art-School of Architecture and Visual Studies in qualità di docente nei corsi di Storia della Fotografia e Storia dell’Architettura (Photographic and Architectural Cultural Context) del primo, secondo, terzo, e quarto anno.

 

Nel 2004 tiene il seminario “La forma visibile dell’abitare dell’uomo. Linee generali per una Storia dell’Architettura”, presso il Laboratorio Artaud – Centro di ricerca teatrale - in collaborazione con il Dipartimento Discipline Linguistiche Comunicative e dello Spettacolo, Università degli Studi di Padova.

 

Presso Università IUAV di Venezia inizia la collaborazione alla didattica, nell’ambito del corso di Storia dell’Architettura 3 della Prof.ssa Giovanna Curcio (a.a. 2002-2005) presso il corso di Laurea in Scienze dell’Architettura.

 

Università IUAV di Venezia gli conferisce l’incarico di professore a contratto di Storia della Fotografia per il Corso di laurea in Scienza dell’architettura, a.a. 2002/2003 - a.a. 2008/2009. Dal 2007 è anche professore a contratto di Storia della Rappresentazione fotografica dell’Architettura.

 

Nell’ambito del corso di Storia della fotografia a.a. 2003/2004 organizza il workshop di fotografia intitolato “Water Towers Estetica e paesaggio nella visione industriale”. Da questa proposta nasce l’idea di una mostra fotografica degli studenti.

 

L’esperienza di workshop fotografico viene ripetuta anche nell’a.a. 2004/2005. Durante il corso viene organizzata, con la collaborazione della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio del Veneto Orientale, una mostra sul tema del ponte nel paesaggio. La mostra, intitolata BRIDGESCAPE viene allestita presso Villa Nazionale Pisani, giugno - luglio 2005.

 

La Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento gli conferisce l’incarico di professore a contratto di Storia della fotografia per la Laurea Specialistica in Conservazione e Gestione dei Beni Culturali, a.a. 2004/2005 - a.a. 2008/2009.

 

La Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia gli conferisce l’incarico di professore a contratto di Storia della fotografia presso il corso di Laurea in Tecniche Artistiche dello Spettacolo (TARS), a.a. 2005/2006 - 2008/2009.

 

E’ professore a contratto per l’European Postgraduate Masters in Urbanism: Strategies and Design for Cities and Territories, Università IUAV di Venezia. Course title: Sense of the City. An Alternate Approach to Urbanism [Photography & City], marzo – maggio 2006.

 

Workshop di fotografia d’architettura in collaborazione con Archivio Progetti IUAV dal titolo Obiettivo Casali – Viste Coincidenti. Dal lavoro nasce una Esposizione fotografica IUAV presso Palazzo Badoer, 2-8 luglio 2007.

 

La Scuola Superiore Internazionale di Scienze della Formazione – Aggregata alla Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma, gli conferisce l’incarico di professore a contratto di Storia dell’Arte Contemporanea e del Design Grafico nel corso di Laurea triennale in Scienze della Comunicazione grafica e multimediale presso la sede di Mestre e Verona, a.a. 2007/2008, a.a. 2008/2009.

 

 

 

<< torna alla pagina del docente