Programma docente fAR 2003-4

 

progettazione architettonica e urbana A (ICAR 14)

per l’ordinamento precedente (dm 24 febbraio 1993)

laboratorio di progettazione architettonica 1: progettazione architettonica 1

 

Anno di corso: 3° anno

Ore di attività in aula: 105[1]

CFU: 6

Alberto Ferlenga

 

Collocazione nel progetto formativo

Non compilato

 

obiettivi

Obiettivo formativo del laboratorio è la definizione di un approccio progettuale in relazione

stretta con le tematiche espresse dal contesto urbano e paesaggistico circostante e in

particolare la messa in atto di una riflessione sul rapporto tra forme architettoniche e luogo

specifico.

 

contenuti

I progetti proposti affronteranno la questione più generale del rapporto tra architettura, infrastrutture e paesaggio contemporaneo che costituisce lo sfondo teorico del laboratorio di progettazione. Più in particolare le aree di cui il laboratorio si occuperà sono collocate lungo percorsi autostradali, quali la A4 e l’autostrada della Valdastico. Lungo queste vie di traffico ci occuperemo di situazioni territoriali diverse con l’obiettivo di indagare, attraverso specifiche sperimentazioni progettuali, la possibilità di instaurare nuove relazioni tra territorio e autostrada. I progetti affronteranno il nodo della tematizzazione delle aree di sosta, esistenti o future,  in funzione di una comprensione o fruizione delle caratteristiche culturali del territorio attraverso la creazione di edifici legati all’esposizione, all’illustrazione o all’informazione  

Il fine dell’esperimento progettuale è in primo luogo misurarsi con i nuovi temi e le nuove figure che il paesaggio contemporaneo pone alla nostra attenzione mettendo a punto, a questo scopo, adeguate strumentazioni analitiche e progettuali.

In secondo luogo costruire un panorama culturale di riferimento entro il quale

collocare le questioni affrontate ed infine svolgere un’attività progettuale applicata a casi reali

e ad occasioni concrete che saranno illustrate da programmi specifici per le diverse aree.

 

attività di laboratorio: scadenze e contributi teorici

L’attività del laboratorio si svolgerà in tre differenti fasi: la prima prevede un’indagine analitica del contesto autostradale fatta attraverso sopraluoghi e raccolta di materiale fotografico o documentario, la seconda la definizione collettiva di una

proposta progettuale complessiva, sviluppata a livello planimetrico, sull’area di sosta oggetto

dell’intervento; la terza il progetto di uno specifico edificio all’interno di quell’area.

I contributi teorici, svolti dal docente e dai collaboratori del laboratorio riguarderanno:

Presentazione e discussione di progetti che abbiano attinenza ai temi svolti.

Discussione di questioni generali relative al tema del paesaggio contemporaneo, della sua

percezione e trasformazione.

Illustrazione delle caratteristiche peculiari delle aree di progetto e in generale delle autostrade

in cui tali aree si trovano.

Presentazione e discussione di alcuni progetti contemporanei assunti come riferimento

Presentazione e discussione di alcuni personaggi ed eventi variamente appartenenti alla

modernità in architettura assunti come riferimento.

 

attività di laboratorio: organizzazione del lavoro

L’attività laboratoriale comprenderà i contributi teorici, la discussione seminariale di alcuni

temi, le revisioni del lavoro di progetto, le verifiche relative alle tre fasi di cui sopra e l’esame

finale.

 

elaborati richiesti

Ad ognuna delle tre fasi di progetto corrispondono elaborati diversi:

per la prima è richiesta una presentazione commentata del materiale raccolto riguardante l’autostrada

Per la seconda una planimetria in scala 1:1000 e un modello (scala 1:1000 o 1:2000)

Per la terza un progetto di edificio in scala 1:100 o 1:200 con piante, prospetti, sezioni e

modello.

 

modalità d’esame

L’esame verterà sulla discussione dei temi affrontati e del progetto corrispondente all’ultima

fase. I progetti relativi alla prima e alla seconda saranno valutati nel corso delle verifiche

intermedie.

 

bibliografia essenziale di riferimento

A. Ferlenga, Tassonomie autostradali, in Casabella 670;

A. Ferlenga, L’anima delle strade in La strada degli americani a cura di P Maisto e F Ippolito, ed

CLEAN, Napoli 2000;

A. Ferlenga, Autostrade e città in IUAV, giornale d’istituto 9, Venezia 2002;

AAVV, Paesaggi ibridi a cura di M. Cardini,  Skirà, Milano 2001;

A. Ferlenga, Dimitris Pikionis, Electa, Milano 2000;

A. Ferlenga, S. Polano, Joze Plecnik, Electa, Milano 1990;

M. Vanore, Suoli urbani all’ombra dei viadotti, Clean, Napoli 2003;

F. De Maio, Wasser-Werke Paul Bonatz: Die Neckarstaustufen, Solitude, Stuttgart 1999.

 

orario e modalità di ricevimento

Non compilato



[1] Le 105 ore complessive sono così ripartite: 60 riservate alla didattica frontale e 45 riservate alle attività applicative