Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Alessandra Ferrighi

 

ricercatore

settore scientifico-disciplinare
Icar 18 Storia dell’architettura

 

Dipartimento di

Architettura Costruzione Conservazione

 

contatti

tel +39 041 257 1296

alessandra.ferrighi@iuav.it

 

orario di ricevimento

su appuntamento

 

 

interessi di ricerca

restauro urbano, architettonico e conservazione dei materiali dell’edilizia storica, storia urbana, GIS e basi di dati

 

 

Alessandra Ferrighi dal 2006 si occupa di studi incentrati sull'immagine urbana e sulla storia della città, con particolare riferimento al caso studio di Venezia. La sua attività si è articolata attraverso successivi assegni di ricerca: il primo biennale vinto nel 2006 presso il Dipartimento di Storia dell’Architettura (Iuav), sull’immagine della città di Venezia, e rinnovato per due anni consecutivi; il quinto dal titolo “Visualizzare Venezia” e l’applicazione delle ICT allo studio della città; il sesto, un assegno di tipologia FSE, vinto nell’aprile 2013 di durata annuale dal titolo “Tecnologie geomatiche innovative per lo studio della storia della città e del territorio”.

Dal 2001 al 2006, ha svolto la funzione di coordinatore della ricerca CORILA sulla catalogazione dei rivestimenti esterni del centro storico della città di Venezia, confluita nella pubblicazione in internet (www.archidata.corila.it) dei dati relativi a tutte le fabbriche veneziane.

 

Nel 2005 ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Recupero edilizio e ambientale presso l’Università degli Studi di Genova con una tesi sul Riuso delle Ville venete. Nel 1999 ha conseguito un Master in Gestione e comunicazione dei Beni Culturali presso la Scuola Normale Superiore di Pisa e si è laureata nel 1997 presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (Iuav) in Restauro architettonico conseguendo il punteggio di 110/110 e lode, con una tesi sulla storia della Specola astronomica di Padova, sulla catalogazione e l’allestimento degli strumenti antichi.

 

Dal dicembre 2010 le è stato affidato il coordinamento per il progetto di ricerca “Visualizing Venice”, sull'applicazione delle nuove tecnologie per la storia urbana, in partenariato tra la Duke University di Durham NC-USA, l’Università Iuav di Venezia e l'Università degli Studi di Padova.

 

È autore di saggi in volumi collettanei sulla storia del Castello e della Specola astronomica di Padova, sulla catalogazione dei beni culturali, sulle banche dati, l’uso del GIS e del webGIS applicati alla storia dell'architettura e della città. Nell’ultimo triennio si è occupata in particolare di Digital Humanities, di HGIS (Historical GIS), più in generale di ICT e le relative ricadute sulla storia urbana.

Ha partecipato a convegni nazionali e internazionali, l’ultimo organizzato a Catania nel settembre 2013 dall’Associazione italiana di storia urbana, “Visibile e invisibile: percepire la città tra descrizioni e omissioni”, come Coordinatore della sessione P2: “Visualizing Cities” all’interno della macro sessione “Nuove tecnologie, nuovi modelli, nuove fonti/New technologies, new models, new sources”.