Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Iuav / LetteraVentidue

 

LetteraVentidue è il partner editoriale dell’Università Iuav di Venezia.

Il programma editoriale si articola in due differenti format: Saggi e Materiali.

Ogni anno viene diffusa una call for publishing rivolta a docenti, dottori di ricerca, assegnisti Iuav.

Le proposte sono valutate da un Comitato scientifico >>

 

vai alla pagina dell’editoria Iuav >>

 

 

collana saggi Iuav

 

 

Monica Centanni

Duilio Cambellotti a Siracusa 1914-1948

Poetica e pratica teatrale

LetteraVentidue Edizioni, 2021

 

Dal 1914 al 1948, la messa in scena dei drammi antichi al Teatro greco di Siracusa porta l’impronta e il segno di Duilio Cambellotti. È un progetto artistico che coinvolge tutti gli aspetti delle “feste classiche” siracusane: dall’allestimento delle scenografie ai costumi degli attori, dai movimenti scenici ai “cartelloni” pubblicitari, dalla cifra grafica più minuta alla visione complessiva dell’architettura della scena.

 

per saperne di più >>

 

 

 

Maria Ida Bernabei

Un’emozione puramente visuale

Film scientifici tra sperimentazione e avanguardia

LetteraVentidue Edizioni, 2021

 

Parigi, i ruggenti anni Venti: entrare al Théâtre du Vieux-Colombier e trovarvi proiettati gli studi di Lucien Bull sul ralenti, o entrare allo Studio 28 fresco di inaugurazione e trovarsi immersi in una cristallizzazione di sali minerali proiettata in trittico. Ancora, varcare le soglie di una delle sedi della Filmliga olandese e assistere alla proiezione seriale di sensuali fioriture, o prendere parte alla quarta performance della London Film Society dove un film radiografico ne precede uno sulle gesta del più crudele tra gli insetti, il dytiscus.

 

per saperne di più >>

 

 

 

Filippo De Dominicis

Il progetto del mondo

Doxiadis, città e futuro. 1955-65

LetteraVentidue / Iuav, luglio 2020

 

Questo libro parla della città-mondo del futuro e dell’uomo che l’ha concepita. L’Ecumenopolis di Konstantinos Doxiadis, descritta per la prima volta nel 1961, è il risultato di un intreccio che ha radici profonde e attraversa, senza soluzione di continuità, pratica professionale e riflessione teorico-disciplinare. Immaginata come il destino inevitabile a cui il genere umano sarebbe andato incontro, Ecumenopolis racconta di un mondo che, all’indomani della Seconda Guerra Mondiale, è alla ricerca di nuovi paradigmi spaziali.

 

per saperne di più >>

 

 

 

Gundula Rakowitz

Mise-en-abîme sistema Wunderkammer

LetteraVentidue / Iuav, luglio 2020

 

Coniugare i temi mise-en-abîme e Wunderkammer è assunta come sfida teorica e pratica. Da un lato la “messa in abisso” moltiplica una sequenza di eventi e individua come significativo un evento che riproduca su scala ridotta l’intera sequenza, dall’altro nei cabinet de curiosité si raccolgono risonanze e rispecchiamenti prodotti dalla magia artificialis nei quali ri-lucono i principi da cui traggono vita.

 

per saperne di più >>

 

 

 

Alessio Bortot

Emmanuel Maignan e Francesco Borromini

Il progetto di una villa scientifica nella Roma barocca

LetteraVentidue / Iuav, giugno 2020

 

Tra i progetti non realizzati di Francesco Borromini di particolare interesse è quello relativo a Villa Doria Pamphilj, concepita quale futura dimora del cardinale Camillo Pamphilj, nipote dell’allora Papa Innocenzo X. Il progetto borrominiano è accompagnato da un promemoria redatto da Emmanuel Maignan, Padre afferente all’Ordine dei Minimi, vissuto per alcuni anni presso il Convento di SS. Trinità dei Monti a Roma.

 

per saperne di più >>

 

 

 

Alessandra Rampazzo

Steel like straw

Louis I. Kahn and the Indian Institute of Management in Ahmedabad

LetteraVentidue / Iuav, gennaio 2020

 

Designed by Louis I. Kahn in Ahmedabad between 1962 and 1974, the Indian Institute of Management (IIM) is considered to be one of his mature works and one of the most monumental buildings he conceived.

Initially involved only as a consultant, this project challenged him with new and unparalleled questions concerning the management of a “remote” construction site in a country where he was not familiar with tradition and methods such as India in the aftermath of its independence (1947).

 

per saperne di più >>

 

 

 

Immagine che contiene screenshot

Descrizione generata automaticamente

Henri Lefebvre

Elementi di ritmanalisi

Introduzione alla conoscenza dei ritmi

a cura di Guido Borelli

LetteraVentidue / Iuav, marzo 2020

 

Élements de rythmanalyse è l’ultimo di sei volumi sul tema della vita quotidiana scritti da Henri Lefebvre nell’arco di più di mezzo secolo. In questo libro, pubblicato postumo nel 1992, un anno dopo la sua scomparsa, Lefebvre si concentra sulla descrizione del rapporto tra il corpo, i suoi ritmi e lo spazio circostante, sulla produzione di una metodologia per l’analisi del dominio del tempo lineare su quello ciclico nella società capitalista, e indica le basi metodologiche per un progetto di critica della vita quotidiana radicalmente diverso da qualsiasi studio sulla vita quotidiana.

 

per saperne di più >>

leggi la recensione sulla rivista

“Città bene comune” >>

 

 

 

Immagine che contiene screenshot

Descrizione generata automaticamente

Francesco Gastaldi, Federico Camerin

Aree militari dismesse e rigenerazione urbana

Potenzialità di valorizzazione del territorio, innovazioni legislative e di processo

LetteraVentidue / Iuav, marzo 2020

 

La dismissione e rigenerazione dei patrimoni immobiliari militari risulta una delle questioni critiche aperte ai fini della valorizzazione territoriale di molti contesti urbani e periferici in Italia.
Il libro propone una lettura di potenzialità inespresse che intreccia evoluzioni normative e processi di politiche urbane.

 

per saperne di più >>

 

 

 

collana materiali Iuav

 

 

Immagine che contiene testo, ponte, edificio

Descrizione generata automaticamente

Laura Scala

Teatro e scena urbana

Ricerche e sperimentazioni spaziali dell’Avanguardia russa

LetteraVentidue Edizioni, 2021

 

La rivoluzione spaziale introdotta dalle sperimentazioni teatrali delle Avanguardie russe, sviluppatasi tra Mosca e San Pietroburgo negli anni Venti, si collega a quella dello spazio architettonico e urbano.

Attraverso un patrimonio di tecniche espressive e principi di figurazione che spaziano dal cubofuturismo, al suprematismo, al costruttivismo, si rinnovano le discipline della composizione architettonica e urbana ereditate dall’accademia. 

 

per saperne di più >>

 

 

 

Daniela Ruggeri

Tra Mediterraneo e Sahara

André Ravéreau e la valle del M’Zab

LetteraVentidue / Iuav, febbraio 2020

 

Le civiltà che si fronteggiano sul Mediterraneo, hanno innescato nei secoli contaminazioni culturali e al contempo rapporti di opposizione, i cui esiti ancora oggi si estendono ben oltre le fasce costiere del bacino. L’architettura è una chiave per raccontare questa lunga storia di continuità e rotture: mentre nel Secondo dopoguerra l’Europa vive una profonda crisi economica, il Nordafrica attraversa un periodo di fermento culturale durante il quale si incrociano le voci dei progettisti del Movimento Moderno e delle sue diverse declinazioni.

 

per saperne di più >>

 

 

 

Angelo Maggi

The American Journey

Bruno Morassutti e Frank Lloyd Wright

LetteraVentidue / Iuav, febbraio 2020

 

Bruno Morassutti (1920-2008), tre anni dopo aver conseguito la laurea allo Iuav, nel febbraio del 1949 parte per gli Stati Uniti per un apprendistato presso le residenze-studio di Frank Lloyd Wright. Durante il soggiorno Morassutti prende visione diretta e fotografa opere di Wright nei vari periodi della sua attività, con una fotocamera caricata a pellicola a colori. Il reportage ricopre con poche immagini anche opere di altri architetti presenti sul territorio americano in quegli anni. Il risultato di questa preziosa ricognizione fotografica consiste in circa quattrocento diapositive che durante proiezioni allo Iuav e in molte altre Università italiane consentiranno agli studenti di architettura di arricchire la propria conoscenza di Wright. Il volume presenta per la prima volta questo prezioso rendiconto fotografico dopo un attento restauro “filologico-cromatico” delle immagini

 

per saperne di più >>

 

 

Giovanni Comi

Architettura memoria luogo

Sverre Fehn e il Museo arcivescovile di Hamar

LetteraVentidue / Iuav, luglio 2019

 

«La ricerca lavora sugli strati profondi del Museo Hedmark di Hamar che incarna in modo paradigmatico il procedimento di messa in relazione del tempo passato con il tempo presente e futuro», così scrive Eleonora Mantese nella prefazione. Tra i progetti più significativi di Sverre Fehn (Kongsberg, 1924-Oslo, 2009), il museo di Hamar è sintesi di un preciso principio compositivo che si traduce nel dare forma costruita alle idee fondanti della sua architettura, il rapporto con la storia, l’attacco a terra, la copertura.

 

per saperne di più >>

 

 

 

Jacopo Galli

Tropical Toolbox

Fry and Drew and the search for an African modernity

LetteraVentidue / Iuav, giugno 2019

 

Edwin Maxwell Fry and Jane Drew are two key figures of British architecture in the second half of the twentieth century, their most important work was the book Tropical Architecture in the Dry and Humid Zones, a manual compiled from the experience acquired in Ghana and Nigeria between 1949 and 1960.

 

per saperne di più >>

 

 

 

cover Polesello

Pierluigi Grandinetti, Armando Dal Fabbro, Riccarda Cantarelli

Gianugo Polesello

Un maestro del Novecento

LetteraVentidue / Iuav, marzo 2019

 

Il libro propone una riflessione sui contenuti e il valore della composizione architettonica a partire dalle opere e dagli scritti del Maestro friulano coinvolgendo – oltre ai suoi allievi – docenti di composizione provenienti da altre scuole italiane, testimoni della sua esperienza e studiosi di altre discipline.

 

per saperne di più >>

 

 

 

www.letteraventidue.com