presentazione

presentazione

 

La Fondazione Angelo Masieri è stata istituita l’anno 1955 allo scopo di realizzare e attivare a Venezia una foresteria e centro di ricerca per studenti meritevoli impegnati nello studio dell’architettura.

 

La Fondazione è un’organizzazione, senza fini di lucro, nata a seguito del lascito testamentario dell’ingegnere Paolo Masieri che decise di istituirla in ricordo del giovane figlio architetto, Angelo, scomparso tragicamente in un incidente stradale avvenuto in Pennsylvania il 28 giugno 1952.

 

 

breve storia del Masieri Memorial

 

La prima proposta di riforma dell’edificio preottocentesco venne redatta dall’architetto statunitense Frank Lloyd Wright, da cui il giovane architetto Angelo Masieri si stava recando quando muore nel tragico incidente d’auto. Masieri e la moglie erano in visita proprio per commissionare a Wright il progetto della propria dimora sul Canal Grande a Venezia.

 

A seguito della prematura scomparsa di Angelo, la famiglia decise di dare comunque seguito alle volontà del loro congiunto incaricando l’architetto statunitense per la costruzione, non di una casa ma di un Memoriale in nome di Angelo Masieri. L’idea di fondo fu quella di donare alla città di Venezia una struttura che potesse offrire alloggio a una decina di giovani meritevoli, impegnati nella loro carriera di studi presso l’istituto Universitario di Architettura di Venezia.

 

Il progetto di Frank Lloyd Wright venne mostrato per la prima volta il 27 maggio del 1953 all’inaugurazione della mostra su Wright all’American Academy of Arts and Letters di New York. A seguito della pubblicazione del progetto, il Masieri Memorial fu oggetto di critiche da parte di esponenti del circuito culturale dell’epoca proprio per l’inopportunità di erigere nuove costruzioni all’interno del tessuto storico di Venezia.

 

Il Progetto di Wright per il Masieri Memorial venne ufficialmente respinto dalla Municipalità di Venezia il 18 Novembre 1955.

 

Nel 1962 la Fondazione Masieri incaricò Valeriano Pastor per la redazione di un nuovo progetto, anche in questo caso rigettato dal Consiglio Comunale.

 

Il Masieri Memorial rimase così bloccato fino al 1968, anno in cui venne dato incarico a Carlo Scarpa con il preciso mandato di ridisegnare l’interno della Palazzina mantenendo la facciata esterna dell’edificio. Scarpa elaborò tre proposte di cui l’ultima ottenne l’approvazione da parte del Consiglio Comunale nel settembre del 1972.

 

L’edificio disegnato da Scarpa venne completato nel marzo del 1983 e fu portato a termine, dopo la sua morte, dall’ingegner Carlo Maschietto e dall’architetto Franca Semi.