Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Fondazione universitaria Iuav

 

26 maggio 2017

 

indagine di mercato ai fini dell’individuazione degli operatori economici da invitare alla procedura negoziata per l’affidamento del II lotto del II stralcio dei lavori di recupero dell’ex convento dei Crociferi a Venezia
CUP: C72C16000030008- CIG: 69240491FE

 

Si comunica l'avvenuta aggiudicazione definitiva efficace dell'appalto

 

 

per saperne di pił >>

 

 

La Fondazione Iuav č una Fondazione Universitaria (L. 388/2000 e D.P.R. 254/2001) e nasce dalla trasformazione di una societą partecipata dell’ateneo “Iuav Immobiliare srl”. Costituita il 1 settembre 2006 (n. 383 nel registro delle persone giuridiche presso la Prefettura di Venezia-UTG), svolge attivitą strumentali e di supporto alla didattica e alla ricerca a favore dell’Universitą Iuav di Venezia, che ne č l’ente di riferimento.

 

Coerentemente con gli indirizzi definiti dall’Ateneo, la Fondazione ha inizialmente elaborato un piano di interventi a favore della residenzialitą universitaria distribuiti tra Venezia, Murano e Mestre, concentrandosi in seguito esclusivamente sul recupero dell’ex convento dei Crociferi: un compendio monumentale che si affaccia sul Campo dei Gesuiti a Venezia.

 

La realizzazione della residenza universitaria “Ai Crociferi” č stata possibile con il concorso di numerosi enti e istituzioni: il Comune di Venezia, in primis, quale proprietario del complesso del quale ha garantito la concessione in diritto di superficie quarantennale a titolo gratuito, il MIUR e la Regione del Veneto (attraverso l’ESU di Venezia), che hanno cofinanziato l’intervento di recupero, la Fondazione di Venezia che ha sostenuto le spese tecniche e di progettazione e l’Universitą Iuav, che ha curato il progetto di recupero e adeguamento alla nuova destinazione del complesso conventuale.

 

L’immobile, di grande valore storico, ha ospitato in successione l’ordine dei Crociferi, quello dei Gesuiti e in epoca post-napoleonica una caserma, per essere infine abbandonato per oltre cinquant’anni, tanto da presentarsi in una situazione di forte degrado.

 

I lavori di ristrutturazione, iniziati alla fine del 2010, si sono conclusi nel 2013 con l’inaugurazione della nuova residenza in concomitanza con l’inizio del nuovo anno accademico.

L’intervento architettonico di trasformazione č stato caratterizzato dall’intreccio di soluzioni reversibili con tecnologie non distruttive, all’insegna della diversitą nella continuitą. Sono stati realizzati 255 posti letto distribuiti in diverse tipologie abitative, funzionali con la spazialitą e le forme della fabbrica antica: dalla tradizionale camera doppia, al minialloggio (quasi un miniappartamento), al “nucleo integrato”: un’abitazione con ampio soggiorno e cucina in grado di ospitare piccoli gruppi. Tutti gli alloggi sono dotati di zona studio, servizi indipendenti e nella maggior parte dei casi anche di un angolo cottura. Gli ospiti hanno inoltre a disposizione numerosi ambienti comuni sia per le attivitą di studio (biblioteca, auditorium) che per il tempo libero (palestra, caffetteria, sala riunioni), che per i servizi indispensabili (lavanderia-stireria, cucina).

Al piano terra, affacciati sui chiostri, sono collocati i locali aperti anche alla cittadinanza: bar-caffetteria, ristorante, gelateria.

 

Attualmente sono in corso i lavori di miglioramento e adeguamento che si concluderanno nel 2017 e consentiranno di aumentare da 106 a 153 i posti letto riservati agli studenti in possesso dei requisiti stabiliti dalla Giunta Regionale per gli interventi di attuazione del diritto allo studio universitario (graduatorie ESU).

 

La Fondazione č proprietaria di un’area nella zona portuale di san Basilio sulla quale era prevista la costruzione di una nuova sede dell’Universitą Iuav di Venezia.
Il progetto č stato in seguito abbandonato, ma la destinazione dell’area permane a uso universitario sulla base di una nuova progettualitą condivisa anche con le istituzioni veneziane.

 

Dalla sua costituzione, hanno rivestito il ruolo di Consiglieri della Fondazione: Marco Cammelli, Marco Cappelletto, Marino Folin (presidente), Antonio Gatto, Antonino Marguccio, Ezio Micelli, Gilberto Muraro e Andrea Tomat.

Mentre come membri dell’organo di controllo si sono avvicendati: Mario Guida, Vincenzo Margio, Antonello Masia, Ugo Panetta e Andrea Valmarana (presidente)

 

fondazione Iuav

 

presidente

Alberto Ferlenga

 

consiglio di amministrazione

Marco Dugato, Agnese Lunardelli

 

collegio dei revisori dei conti

Maria Caterina Rossetto presidente
Maria Gioiello, Carla Vassallo

 

sede

Santa Croce 191 Tolentini

30135 Venezia

tel +39 041 257 1892

fax +39 041 257 1004

 

fondazioneiuav@pec.it

fondazioneiuav@iuav.it