Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

Centenario di Giovanni Astengo

 

 

 

 

 


13 aprile 2015

 

Ricorre oggi il centenario della nascita di Giovanni Astengo (1915 – 1990): uno dei padri riconosciuti dell’urbanistica italiana.

 

Progettista di esemplari piani redatti in Italia nel dopoguerra; fondatore del primo Corso di laurea in Urbanistica italiano presso Iuav; autore di alcuni dei principali strumenti legislativi in materia di pianificazione; ideatore e realizzatore di importanti iniziative per la tutela e lo sviluppo dei centri storici; redattore e direttore per oltre vent’anni della rivista “Urbanistica”.

 

Oltre ad essere protagonista dell’urbanistica italiana, Astengo ha dedicato grandi energie allo studio e proposta di fondamentali testi legislativi in materia urbanistica e una intensa azione politica e amministrativa (prima al Comune di Torino, poi come consigliere e assessore della Regione Piemonte).

 

Nei primi decenni della sua attività si è misurato con la progettazione architettonica, cimentandosi sperimentalmente in più contesti e su differenti temi, legati all’edilizia sociale.

 

Della sua opera resta traccia consistente nel Fondo archivistico “Giovanni Astengo”, conservato presso l’Archivio Progetti Iuav, che comprende tutti i materiali grafici e cartografici che testimoniano il suo lavoro di pianificatore e progettista: piani urbanistici e progetti architettonici, disegni, fotografie, corrispondenza, materiali di viaggio, documenti autografi e materiali di studio.

La Biblioteca Centrale Iuav ospita il Fondo librario “Giovanni Astengo”, che raccoglie la biblioteca privata dello studioso e ne documenta la formazione intellettuale e l'intensa attività professionale.

 

Tutto il materiale archivistico e bibliografico è stato acquistato nel 1992 dal Dipartimento di Urbanistica Iuav.

 

 

Vi segnaliamo il sito a cura di Laura Fregolent che raccoglie l'intera opera di Giovanni Astengo: circe.iuav.it/astengo/prototipo/

 

“Il sito è frutto di un lavoro condiviso e che parte da lontano, da quando - alla morte di Astengo avvenuta nel 1990 - viene avviato un lavoro di raccolta della sua opera che confluirà prima in una mostra e poi nel progetto di catalogazione di tutti i materiali prodotti nel corso della lunga e intensa attività dell'urbanista torinese. Da quel primo progetto ha preso le mosse il lavoro di catalogazione che sta alla base del sistema di archiviazione, organizzazione e consultazione ora accessibile.

 

Il sito è tutt'ora in costruzione ma buona parte del materiale è già disponibile on-line in formato "pdf", continueremo a lavorarci per renderlo completo entro breve.

 

È stato un lavoro lungo ed impegnativo che ha coinvolto molte persone che in questi anni e in vario modo vi hanno dedicato passione ed energie: molti hanno donato materiale, molti hanno messo a disposizione i loro libri in alcuni casi ormai introvabili, molti hanno contribuito alla costruzione del sito e del database.

 

A tutti loro va un ringraziamento sincero per aver reso possibile costruire questa banca dati.”

 

Laura Fregolent