Sperimentazione su materiali e strutture

convegno nazionale

 

Dipartimento di costruzione dell’architettura

con il Laboratorio di scienza delle costruzioni

 

in collaborazione con il

Dipartimento di ingegneria meccanica e strutturale

dell’Università degli studi di Trento

 

6 e 7 dicembre 2006

aula magna Tolentini
Santa Croce 191

Venezia

 

chiostro dei Tolentini

 

Molino Stucky

 

Molino Stucky dopo l’incendio

 

ponte di Calatrava

ponte di Calatrava

laboratorio prove Iuav

 

 

obiettivi del convegno

Il tema del seminario è oggi di stretta attualità non solo da un punto di vista scientifico – dato che la sperimentazione rappresenta ormai un aspetto importante e riconosciuto della ricerca, ma altresì in quanto proprio attraverso le prove di laboratorio e la diagnostica più sofisticate si risponde all’esigenza di un sempre maggiore controllo dell’affidabilità delle strutture, congiunto ad un affinamento continuo delle stesse tecniche di analisi.

 

L’ultimo convegno nazionale espressamente dedicato alla sperimentazione si è svolto a Venezia nel 1993, promosso dall’AICAP, con il titolo “Sperimentazione su strutture, attualità ed affidabilità delle metodologie di indagine”.

Oggi il tema viene riproposto con un chiaro riferimento non solo alle strutture, ma bensì anche ai materiali, che rappresentano la vera frontiera dell’innovazione.

 

Un altro elemento di attualità è rappresentato dal fatto che proprio in questi anni la sperimentazione ha assunto sempre maggiore importanza.

I tredici anni di distanza dal primo convegno hanno infatti marcato ed evidenziato una tendenza più generale al ricorso alla sperimentazione – sostenuta anche dalle richieste che provenivano dal mondo delle applicazioni, o per verifiche sofisticate in corso d’opera, o in seguito a crolli o per indagini volte a comprendere la risposta meccanica dell’elemento, così come della struttura, in presenza di eventi eccezionali.

Anche a livello di produzioni scientifiche si rileva peraltro come sempre più spesso la modellazione analitica venga proposta in parallelo a validazioni a carattere sperimentale e dunque ad un modello fisico.

 

Scopo principale del convegno è pertanto quello di raccogliere le maggiori esperienze degli ultimi anni, sia nel settore della ricerca che in quello professionale, condotte in laboratorio o in situ, nelle quali la sperimentazione, dal materiale alla prova su scala reale, in forma di test di tipo distruttivo o non distruttivo al fine di validare e determinare i parametri meccanici richiesti o gli stati tensionali e deformativi, ha assunto un ruolo centrale.

 

Il seminario è dunque rivolto non solo ai ricercatori-sperimentatori, ma altresì al mondo professionale e alla pubblica amministrazione interessata alla salvaguardia dei manufatti siano essi di pregio o di edilizia ordinaria, dunque ad enti quali Sovrintendenza e Protezione civile.

 

Le due giornate di seminario sono strutturate quale tradizionale call for papers, con la presentazione delle memorie preventivamente accettate dal comitato scientifico ed alcune relazioni ad invito sulle tematiche o le esperienze di maggiore attualità.

 

 

tematiche

Considerando la sperimentazione quale unico filo conduttore del convegno e dunque quale tematica comune a tutte le memorie che verranno accolte – ciò in presenza sia di materiali di tipo tradizionale quanto di calcestruzzi speciali come di compositi fibrorinforzati (FRP) – si è ritenuto di evidenziare le seguenti tematiche:

monitoraggio a breve e lungo termine

diagnostica applicata a monumenti e strutture di pregio storico-architettonico

prove a scala reale

prove microdistruttive e non distruttive

modellazione analitica e sperimentazione

crolli e affidabilità strutturale

 

 calendario degli interventi (in formato Adobe Acrobat, 2467 Kb)

 

 

scadenze per la presentazione degli articoli

10 settembre 2006

presentazione dei sommari

(non oltre 1 pagina in A4)

20 settembre 2006

comunicazioni sull’accettazione dei sommari

20 ottobre 2006

invio del testo definitivo camera ready

 

 

 istruzioni per la presentazione degli articoli (in formato Adobe Acrobat, 118 Kb)

 istruzioni per la presentazione degli articoli (in formato MS Word, 66 Kb)

 

 

comitato scientifico

Angelo Di Tommaso, presidente

 

Marcello Arici

Franco Braga

Lamberto Briseghella

Ario Ceccotti

Edoardo Cosenza

Pier Giorgio De Bernardi 

Ciro Faella

Paolo Foraboschi

Natalino Gattesco

Aurelio Ghersi

Ezio Giuriani

Sergio Lagomarsino

Franco Laner

Carmelo Majorana

Giuseppe Mancini

Gaetano Manfredi 

Franco Mola

Giorgio Monti

Salvatore Noé

Renato S.Olivito

Bruno Palazzo

Giovanni Pascale

Paolo Riva

Giuseppe Spadea

Paolo Spinelli

Riccardo Zandonini 

 

 

coordinatori del convegno

Salvatore Russo, Enzo Siviero

 

comitato organizzatore

Sandra Bullo, Roberto Di Marco, Vita Gennaro

 

segreteria del convegno

Giosuè Boscato e Francesca Sciarretta

Dipartimento di costruzione dell’architettura

Dorsoduro 2206

30123 Venezia

tel 041 257 1290

fax 041 522 3627 / 041 531 2988

 

email: sperimentazione06@iuav.it

 

 

quote di partecipazione:

€ 450,00

€ 135,00 studenti e dottorandi

 

 

Le iscrizioni per gli uditori sono ancora aperte.

 

La scheda di iscrizione e la ricevuta del bonifico bancario dovranno essere inviate, per posta o fax, a:

Università Iuav di Venezia

Dipartimento di costruzione dell’architettura

Dorsoduro 2206

30123 Venezia

 

fax 041 5312988

 

 scheda di iscrizione (formato PDF, 24 Kb)

 

Bonifico intestato all’Università Iuav di Venezia

(specificare il titolo del convegno)

coordinate bancarie:

CARIVE

IBAN - IT 73 E 06345 02010

06 700 5000 63 B

SWIFT - IBSPIT2VXXX