Undergraduate and graduate programmes offered by the University iuav of Venice:

pubblicazioni

 

La concretezza sperimentale.

L’opera di Nani Valle

a cura di Serena Maffioletti

Il Poligrafo, Padova 2016

 

Fernanda Nani Valle, a trent’anni dalla morte, resta, per profilo scientifico e tratto umano, uno tra i docenti indimenticabili, più amati e stimati dello IUAV, uno tra gli architetti protagonisti in molti campi della disciplina progettuale, espressione di quella sinergia tutta italiana, in quei decenni, tra teoria e prassi, tra architettura e urbanistica.

 

 leggi l’introduzione

 

 

 

Bruno Dolcetta, Alessandra Marin,

Michela Maguolo

Giovanni Astengo urbanista

Piani progetti opere

Il Poligrafo, Padova 2016

 

Giovanni Astengo (1915-1990) è uno dei padri riconosciuti dell’urbanistica italiana.

Progettista di esemplari piani redatti in Italia nel dopoguerra, fondatore del primo Corso di laurea italiano in Urbanistica, ideatore e realizzatore di importanti iniziative per la tutela e lo sviluppo dei centri storici, redattore e direttore per oltre vent’anni della rivista «Urbanistica»

 

 leggi l’introduzione

 

 

sorbo

Roberto Dulio, Mario Lupano

ALDO ANDREANI ARCHITETTO

Visioni, costruzioni, immagini 1887 – 1971

Mondadori Electra, Milano 2015

 

Electa pubblica la prima monografia completa su Aldo Andreani che ricostruisce l’attività dell’architetto e scultore attraverso i saggi degli autori Roberto Dulio e Mario Lupano, insieme a quelli di Nicoletta Colombo, Angelo Torricelli, Fulvio Irace e con il racconto fotografico di Maurizio Montagna.

 

per saperne di più >>

 

 

 

Gianugo Polesello

Dai Quaderni

di Gundula Rakowitz

Il Poligrafo, 2015

 

pp. 278, ill. bn e colore

euro 30,00

isbn 978-88-7115-883-9

 

L’attenzione alla geometria progettuale, il rigore metodologico, il confronto con esperienze internazionali e la capacità di rileggere la tradizione alla luce del problema dell’invenzione hanno contraddistinto negli anni l’operato di Gianugo Polesello (1930-2007), allievo di Giuseppe Samonà e Ignazio Gardella, personalità eminente della Scuola di Venezia, architetto, docente universitario di grande impegno civile e politico.scomparso nel 2007.

 

per saperne di più >>

 

 

Architettura, paesaggio, fotografia

studi sull’archivio di Edoardo Gellner

a cura di

Martina Carraro e Riccardo Domenichini

Il Poligrafo, 2015

 

pp. 246, ill. bn e colore

euro 30,00

isbn 978-88-7115-856-3

 

Architetto di fama internazionale, vincitore di numerosi premi e riconoscimenti, più volte al centro di polemiche e dibattiti per la forte carica innovativa delle sue opere, Edoardo Gellner (1909-2004) rappresenta una figura di primo piano nel panorama architettonico del Novecento italiano. I saggi proposti in questo volume, che nascono dai recenti lavori di ordinamento del suo archivio professionale e personale – oggi conservato presso l’Archivio Progetti dell’Università Iuav di Venezia –, analizzano tappe significative della sua intensa carriera.

 

per saperne di più >>

 

 

Arrigo Rudi. Architettura, restauro

e allestimento

a cura di Valeriano Pastor, Sergio Los, Umberto Tubini

Marsilio, Venezia 2011

 

Il volume è il primo tentativo di lettura congiunta dei modi produttivi complessi dell’opera completa di Arrigo Rudi: dal 1964 al 1967 assistente incaricato alla cattedra di architettura degli interni, arredamento e decorazione tenuta da Carlo Scarpa a Venezia; dal 1973 professore incaricato e in seguito associato per la cattedra di arredamento e disegno e rilievo; nel 1980 professore ordinario di allestimento e museografia. È scomparso nel 2007.

 

per saperne di più >>

 

 

Egle Renata Trincanato, 1910-1998

a cura di Maddalena Scimemi e Anna Tonicello

Marsilio, Venezia 2008

 

Ripercorrere la vita di Egle Renata Trincanato (1910-1998), attraverso di lei, ricostruire un pezzo di storia di Venezia nel Novecento.

È quanto propongono l’Archivio Progetti dell’Università Iuav di Venezia e la Fondazione Querini Stampalia in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica per il Veneto, il Comune di Venezia Servizio Cittadinanza delle Donne e Culture delle Differenze e Centro Culturale Candiani.

 

per saperne di più >>

 

 

Enrico Agostino Griffini 1887-1952

Inventario analitico dell’archivio,

gli archivi ’04

Il Poligrafo, Padova 2007

 

Enrico Agostino Griffini fu uno dei più importanti protagonisti della cultura architettonica tra le due guerre e viene considerato tra i "pionieri del razionalismo italiano". Il suo manuale Costruzione razionale della casa ebbe un ruolo fondamentale nel dibattito architettonico della prima metà del Novecento. Questo inventario parte proprio da qui, con un saggio teso ad approfondire le vicende relative all'ideazione, redazione e pubblicazione del manuale, grazie alla ricchissima documentazione inerente conservata nell'archivio. Accanto alla questione della trasmissione della conoscenza tecnica, così come viene affrontata da Griffini nel suo manuale, il volume fornisce gli strumenti per proseguire gli studi sull'opera progettuale, teorica e critica dell'autore attraverso i documenti originali.

 

per saperne di più >>

 

 

Giuseppe Samonà e la scuola di architettura

a Venezia

a cura di Giovanni Marras e Marco Pogačnik

Il Poligrafo, Padova 2006

 

Giuseppe Samonà e la scuola di Venezia: che cosa rimane oggi di questo connubio? La matrice classica dell'idea di architettura, cui Samonà si è consegnato in sessant'anni di febbrile attività, ha determinato nel maestro siciliano quella che Franco Purini definisce una "appartenenza imperfetta" alla modernità, segnata da continue linee di frattura: da una forma particolare di resistenza verso gli assunti più radicali delle avanguardie e da un costante richiamo alla tradizione. Se il vero fulcro della scuola veneziana coincide con una incessante pratica di (ri)costruzione dell'essenza di Venezia, Samonà, figura di un classicismo irriducibile alla genesi gotica della città lagunare, è il protagonista di una lettura tutta romana di Venezia, dimensione urbana radicata in una temporalità "fuori dalla storia".

 

per saperne di più >>

 

 

Giancarlo De Carlo.

Inventario analitico dell'archivio

a cura di Francesco Samassa

Il Poligrafo, Padova 2004

 

Nella scelta di destinare – sul finire degli anni Novanta – il proprio archivio all'Università Iuav di Venezia, dove aveva insegnato per molti anni, De Carlo fu probabilmente influenzato da una particolare, personale idea di archivio, concepito come luogo in cui le carte non rimangono "lettera morta", ma possono continuare a essere consultate e studiate in un ambiente produttivo. Il lavoro di riordino condotto sugli oltre 10.000 disegni, 550 fascicoli e 5.290 documenti digitali, che si concretizza in questo inventario analitico, è proseguito per cinque anni, potendo contare sulla supervisione dello stesso De Carlo – soprattutto in riferimento alle modalità di riordino e schedatura dei documenti, nonché alla loro successiva divulgazione e valorizzazione.

 

per saperne di più >>

 

 

Giancarlo De Carlo. Percorsi

a cura di Francesco Samassa

Il Poligrafo, Padova 2004

 

Il contributo di Giancarlo De Carlo alla cultura architettonica italiana del Novecento è ormai ampiamente riconosciuto. Tuttavia, scorrendo la letteratura critica, si può evincere che diversi aspetti della figura di De Carlo sono rimasti inesplorati, oppure oggetto di una lettura parziale, non in grado di fornire una valutazione piena del suo pensiero e della sua opera. Come articolare una visione d'insieme di questo intinerario umano e professionale? L'impostazione della presente raccolta di saggi arriva a delineare una sorta di "sezione traversale": non tanto il resoconto puntuale di una vicenda biografica e degli eventi che la scandiscono, quanto piuttosto la definizione di una complessa e plurale geografia di luoghi, fatti, individui.

 

per saperne di più >>

 

 

Riccardo Domenichini, Anna Tonicello

Il disegno di architettura

Guida alla descrizione

Il Poligrafo, Padova 2004

 

Il volume è stato pensato dagli autori come una guida alla descrizione catalografica dell'enorme massa di documenti grafici prodotti nell'esercizio della progettazione architettonica, siano questi depositati o conservati nell'ambito di uno uno studio professionale, di un ufficio, di un archivio, di un museo o di una biblioteca. La guida cerca di fornire gli elementi necessari – anche a chi non possiede una formazione specifica – per poter leggere i documenti e collocarli nel loro contesto di appartenenza: una collezione di singoli disegni, una raccolta di documenti relativi a un progetto di architettura, un fondo archivistico completo.

 

per saperne di più >>

 

 

Giuseppe e Alberto Samonà 1923-1993

Inventario analitico dei fondi documentari conservati presso l'Archivio Progetti

a cura di Guido Cortese, Tania Corvino, Ilhyun Kim, , Il Poligrafo, Padova 2003

 

Giuseppe e Alberto Samonà hanno rappresentato due straordinarie figure di architetti, intellettuali e docenti. Padre e figlio, diretti collaboratori in alcuni dei progetti più significativi della storia dell'architettura italiana del dopoguerra, sono stati nel contempo acuti studiosi e teorici dell'architettura e si sono dedicati con passione all'insegnamento negli atenei di Venezia, Roma, Napoli e Palermo. Giuseppe Samonà, in particolare, ha legato il proprio nome allo Iuav, condividendone la storia e le vicende per quasi trent'anni. Un'eredità umana e professionale che dura nel tempo e caratterizza ancora oggi l'impronta della scuola veneziana, come dimostrano i fondi documentari.

 

 

Giuseppe Torres 1872-1935

Inventario analitico dell'archivio

a cura di Riccardo Domenichini

Il Poligrafo, Padova 2001

 

Giuseppe Torres è uno dei protagonisti dell'architettura veneziana e veneta del primo Novecento. Oltre a una varia attività progettuale che lo vede in molti concorsi, Torres ha svolto anche un'intensa attività pubblicista e si è interessato al problema delle costruzioni asismiche in seguito a eventi catastrofici come i terremoti di Messina e Avezzano. Nei progetti e nell'opera, così come nella sua stessa visione complessiva della disciplina, si può rileggere l'intera evoluzione della storia dell'architettura italiana tra XIX e XX secolo, dall'iniziale fase neo-medievalista alle suggestioni dell'Art Nouveau e della Secession, per approdare alla novitas modernista.

 

 

 

Carlo Scarpa e Edoardo Gellner:

la chiesa di Corte di Cadore

a cura di Edoardo Gellner, Franco Mancuso

Mondadori Electa, 2000

 

Il complesso per vacanze a Corte di Cadore per i dipendenti dell’Eni costituisce l’episodio più significativo nella lunga e fortunata carriera di Edoardo Gellner. Quando egli, nel 1956, coinvolge Carlo Scarpa nella progettazione della chiesa, l’architetto veneziano è impegnato nella realizzazione di alcune delle sue opere più importanti, dalla Gipsoteca Canoviana al Museo di Castelvecchio. Il ricco apparato di disegni e fotografie, i documenti di lavoro, i ricordi personali che Gellner e Franco Mancuso hanno ordinato per la pubblicazione di questo volume consentono di ricostruire una vicenda ancora poco nota, che ha portato alla realizzazione di un’opera centrale nella carriera di entrambi gli architetti.

 

 

Edoardo Gellner e Carlo Scarpa,

la chiesa di Corte di Cadore

a cura di Franco Mancuso

Archivio Progetti Iuav, 2000

 

Un breve saggio introduttivo precede il saggio fotografico realizzato da Paolo Biadene nel 2000, un viaggio in 36 fotografie a colori dentro e fuori la chiesa di Edoardo Gellner e Carlo Scarpa. Il libro è stato pubblicato in occasione della mostra sulla chiesa di Corte di Cadore allestita presso l’Archivio Progetti nel 2000.

 

 

 

H VEN LC, Hôpital de Venise Le Corbusier

Inventario analitico degli Atti Nuovo Ospedale

a cura di Valeria Farinati

Archivio Progetti Iuav, 1999

 

Roberto Sordina: Premessa

Carlo Crepas:  Premessa

Bianca Lanfranchi Strina: Premessa

Letizia Tedeschi: Le ragioni di una mostra

Renzo Dubbini: Trentacinque anni dopo

Roberto Sordina: Ah! C'est ça! On devrait bâtir maintenant sans bâtir!

 

 

 

H VEN LC, Hôpital de Venise Le Corbusier

Testimonianze

a cura di Renzo Dubbini e Roberto Sordina

Archivio Progetti Iuav, 1999

 

Renzo Dubbini e Roberto Sordina: Premessa

Giuseppe Mazzariol: Un'architettura di Le Corbusier per Venezia

Guillermo Jullian de la Fuente: Il progetto è la parola del maestro

Le Corbusier: Rapporto tecnico

Una lezione di compostezza e misura: intervista a Mario Botta

Continuità e sperimentazione: intervista ad Amedeo Petrilli

José Oubrerie: Frammenti della memoria

Antonio Foscari: Silenzi e parole di Le Corbusier

 

 

Eugenio Miozzi, 1889-1979:

inventario analitico dell'archivio

a cura di Valeria Farinati

Archivio Progetti Iuav, 1997

 

Roberto Sordina: Premessa

Enzo Siviero: Eugenio Miozzi, l'ingegno tecnico

Anna Tonicello: Note sull'acquisizione dell'archivio

Riccardo Domenichini: Note sulla struttura e i contenuti dell'inventario

 

 

Costantino Dardi, 1936-1991:

inventario analitico dell'archivio

a cura di Luigi Pavan

Archivio Progetti Iuav, 1997

 

Roberto Sordina: Premessa

Francesco Tentori: La libertà dell'architetto.

Costantino Dardi, l'arcangelo dal passo leggero

Anna Tonicello: Note sull'acquisizione dell'archivio

Riccardo Domenichini: Note sulla struttura

e i contenuti dell'inventario

 

 

Costantino Dardi, una valenza che si fa valore

a cura di Anna Tonicello

Archivio Progetti Iuav, 1997

 

Atti del seminario tenuto

a Venezia il 10 dicembre 1997

 

per saperne di più >>

 

 

Il progetto di architettura: conservazione, catalogazione, informazione

a cura di Anna Tonicello

Archivio Progetti Iuav, 1995

 

Atti del seminario tenuto

a Venezia il 20 e 21 gennaio 1995

 

per saperne di più >>

 

 

Catalogo 1993

a cura di Riccardo Domenichini e Anna Tonicello

Iuav, 1993

 

– Il progetto di architettura nello Iuav

– Venezia nel Novecento: i progetti, le architetture, le immagini

– Gli archivi degli architetti veneziani

– Il progetto contemporaneo: mostre della Galleria di Architettura della Fondazione Angelo Masieri

 

 

contatti

Archivio Progetti Iuav

tel. +39 041 257 1012

email archivioprogetti@iuav.it