collezioni

Archivio Melchiorre Bega

Archivio Melchiorre Bega

 

Immagine che contiene testo, interni, uomo, persona

Descrizione generata automaticamente
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


L’Archivio Progetti ha ricevuto in dono l'archivio dell’architetto e designer italiano Melchiorre Bega (Caselle di Crevalcore (BO) 1898 – Milano 1976).

 

Si diploma all’Accademia di Belle Arti di Bologna e insieme ai fratelli fonda la ditta di mobili ed arredamento “Vittorio Bega & Figli”. Negli anni ’40 si trasferisce a Milano dove aderisce alla corrente razionalista e dirige, con Pagano e Bontempelli, la rivista Domus dal 1941 al 1944. Melchiorre Bega Ŕ stato tra i protagonisti dell’architettura tra le due guerra e negli anni del boom economico realizzando importanti edifici, solo per citarne alcuni: il palazzo di Piazza Ravegnana a Bologna (1954), la Torre Galfa a Milano (1958), l’autogrill Motta a Cantagallo, Bologna (1959), uffici Stipel a Milano (1964), sede della casa editrice Springer a Berlino (1966), il grattacielo SIP a Genova (1969) e il palazzo dei congressi a Bologna (1975).

 

L’archivio di Melchiorre Bega Ŕ composto da circa 50 buste e faldoni di documenti, disegni, fotografie e corrispondenza relativi dei progetti dal 1925 al 1976.

Oltre ai disegni, sono presenti 4 modelli di architettura e un corpus di volumi e riviste d’arte e di architettura.

 

In attesa di ordinamento. Contattare l’Archivio Progetti per verificare la possibilitÓ di consultazione.